Antonio Battistella

attore e doppiatore italiano (1912-1980)

Antonio Battistella (Ferrara, 26 giugno 1912Roma, 6 aprile 1980) è stato un attore italiano.

Biografia modifica

Nato da famiglia di origine veneziana, passa l'adolescenza a Genova, dove nel 1934 si laurea in Economia e Commercio. Si arruola successivamente nella Regia Marina dove svolge mansioni amministrative e frequenta poi l'Accademia nazionale d'arte drammatica di Roma, ottenendone il diploma nel 1939.

Attore di prosa molto misurato e incisivo, nel dopoguerra recita al Piccolo Teatro di Milano e, a partire dagli anni sessanta, è molto presente soprattutto in televisione, dove viene destinato spesso a parti sgradevoli: dai "cattivi" integrali come Thenardier in I miserabili di Sandro Bolchi (1964), ai padri nevrotici e complessati in Questi nostri figli di Mario Landi (1967). Solo nel telefilm La rosa rossa di Franco Giraldi (1973), impersonando una figura di buon marito, ha un ruolo veramente simpatico; ma non meno spassoso il suo personaggio di Pantalone ne La famiglia dell'antiquario di Goldoni a fianco di Gianrico Tedeschi e Lia Zoppelli (1972).

È anche presente nella serie Le inchieste del commissario Maigret, episodi L'ombra cinese e Maigret e l'ispettore sfortunato. Frequenti sono inoltre le partecipazioni alla prosa radiofonica.

Come doppiatore lavora per la ODI, la SAS e la CVD. Si dedica anche all'insegnamento. Seriamente ammalato, muore suicida all'età di 67 anni.[1]

Televisione modifica

Filmografia modifica

Prosa radiofonica Rai modifica

Varietà radiofonici Rai modifica

Prosa teatrale modifica

Doppiaggio (parziale) modifica

Note modifica

  1. ^ g.d.b., Si è ucciso Antonio Battistella quarant'anni di teatro e tanta tv, su archiviolastampa.it, La Stampa, 8 aprile 1980, p. 21.

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN90353060 · SBN SBNV007110 · WorldCat Identities (ENviaf-90353060