Bunny e le uova pasquali

film d'animazione del 1977 diretto da Gerry Chiniquy, Robert McKimson, Chuck Jones e Friz Freleng

Bunny e le uova pasquali (The Bugs Bunny Easter Special) è uno speciale televisivo d'animazione dei Looney Tunes, diretto da Friz Freleng e trasmesso sulla CBS il 6 aprile 1977.[1] Lo speciale, incentrato sulla Pasqua, è composto da spezzoni di dieci cortometraggi Looney Tunes e Merrie Melodies (la metà dei quali presentati quasi integralmente) uniti da sequenze di raccordo dirette da Robert McKimson e Gerry Chiniquy per la DePatie-Freleng Enterprises.[2][3] È stato distribuito in inglese anche col titolo Bugs Bunny's Easter Funnies (utilizzato per tutte le edizioni home video), mentre in italiano anche come Bugs Bunny: Cercasi coniglietto pasquale, Bugs Bunny: Cercasi coniglio pasquale e Coniglio pasquale cercasi.

Bunny e le uova pasquali
film TV d'animazione
Bunny e le uova pasquali.png
La Nonna, Daffy e Bugs in una scena di raccordo
Titolo orig.The Bugs Bunny Easter Special
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
RegiaFriz Freleng
Produttore esecutivoHal Geer
ProduttoreDavid H. DePatie, Friz Freleng
SceneggiaturaFriz Freleng, David Detiege
MusicheDoug Goodwin, John Seely
StudioWarner Bros. Television
ReteCBS
1ª TV7 aprile 1977
Rapporto4:3
Durata48 min
Rete it.TSI 1
1ª TV it.6 aprile 1980
Studio dopp. it.Mops Film
Dir. dopp. it.Willy Moser
Generecommedia

TramaModifica

Il coniglietto pasquale è malato, la Nonna ha bisogno di sostituirlo e suggerisce Bugs Bunny. Quando raggiunge il lotto della Warner Bros., scopre con sua delusione che Bugs è coinvolto nelle riprese di Riccardo Cuor di... Melone, ma il coniglio si propone di trovare una soluzione al termine delle riprese. Nel frattempo Daffy Duck, ascoltando parzialmente la conversazione, offre con entusiasmo alla Nonna i suoi servizi, ma si veste sempre con l'abito pasquale sbagliato (come un uovo di Pasqua o un cestino pasquale). Ancora impegnato dopo aver girato altri due cortometraggi, Bugs decide di suggerire altre star Looney Tunes, anch'esse incapaci o inadatte.

Alla fine, Bugs si offre di fare da sostituto del coniglio se il lavoro potrà essere ritardato fino a una settimana dopo Pasqua; la Nonna lo considera inaccettabile, ma in quel momento arriva il coniglietto pasquale che, a quanto pare, sta bene, e quindi i servizi di Bugs non sono più necessari. Alla fine, il presunto coniglietto pasquale si rivela essere Daffy in un costume (finalmente quello giusto), cosa che non sorprende né delude Bugs o la Nonna poiché ne erano al corrente.

Cortometraggi utilizzatiModifica

I cortometraggi utilizzati per produrre lo speciale sono, nell'ordine:

Personaggi e doppiatoriModifica

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
(primo doppiaggio)
Doppiatore italiano
(ridoppiaggio)
Bugs Bunny Mel Blanc Willy Moser Massimo Giuliani
Daffy Duck Claudio Trionfi Marco Mete
Gatto Silvestro Franco Latini Roberto Pedicini
Porky Pig Marco Bresciani
Titti Roberta Paladini Ilaria Latini
Pepé Le Pew Massimo Dapporto Gerolamo Alchieri
Foghorn Leghorn Gino Pagnani Bruno Alessandro
Yosemite Sam Silvio Anselmo Vittorio Amandola
Coniglietto pasquale Roberto Del Giudice
Regista Sandro Dori
Re Artù Sergio Gibello
Profumiere
Clarence Vittorio Battarra
Nonna June Foray Micaela Giustiniani Monica Bertolotti

Edizioni italianeModifica

La prima edizione italiana dello speciale fu trasmessa sull'emittente svizzera TSI 1 il 6 aprile 1980 (giorno di Pasqua).[4] Il doppiaggio fu eseguito dalla Mops Film e diretto da Willy Moser. L'adattamento dei dialoghi presenta numerosi errori e imprecisioni, oltre ad alcune battute del tutto inventate. Inoltre Pepé Le Pew viene chiamato Pepe la Puzzola e Yosemite Sam viene chiamato Sam Simpatia, mentre Foghorn Leghorn è caratterizzato con un accento russo e Porky Pig senza balbuzie. Le canzoni furono perlopiù mantenute in inglese, tranne "Mister Easter Rabbit" che fu rimossa (venendo parzialmente sostituita da un canticchio generico). Alla fine degli anni novanta la Royfilm ne eseguì un ridoppiaggio più corretto, diretto da Renzo Stacchi su dialoghi di Giorgio Tausani, ma esso fu utilizzato solo per la trasmissione televisiva.

Edizioni home videoModifica

Lo speciale fu distribuito in VHS in America del Nord nel 1992 e in Italia a metà degli anni novanta (col titolo Bugs Bunny: Cercasi coniglio pasquale). Fu poi distribuito in DVD-Video in America del Nord il 16 febbraio 2010;[5] il DVD, distribuito in Italia il 23 marzo col titolo Bugs Bunny: Cercasi coniglietto pasquale in coppia con Bugs Bunny e il giorno di san Valentino,[6] include come extra un puzzle interattivo e il cortometraggio Racconti fantastici (in inglese sottotitolato e senza i titoli di testa e di coda).

NoteModifica

  1. ^ (EN) George W. Woolery, Animated TV Specials: The Complete Directory to the First Twenty-Five Years, 1962-1987, Lanham, Scarecrow Press, 1989, p. 43, ISBN 0-8108-2198-2. URL consultato il 29 novembre 2020. Ospitato su Internet Archive.
  2. ^ (EN) Jerry Beck e Will Friedwald, Looney Tunes and Merrie Melodies: A Complete Illustrated Guide to the Warner Bros. Cartoons, New York, Holt Paperbacks, 1989, p. 369, ISBN 0805008942.
  3. ^ (EN) Jeff Lenburg, The Encyclopedia of Animated Cartoons, 2ª ed., New York, Checkmark Books, 1999, p. 231, ISBN 0805008942. Ospitato su Internet Archive.
  4. ^ TV estere, in La Stampa, 6 aprile 1980, p. 19. URL consultato il 29 novembre 2020.
  5. ^ (EN) Ben Simon, Bugs Bunny’s Easter Funnies, su Animated Views, 1º aprile 2010. URL consultato il 29 novembre 2020.
  6. ^ USCITE in DVD/Blu-Ray Disc - Marzo 2010, su tempiodelvideo.com, Focus Video. URL consultato il 19 agosto 2020.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica