Campionato europeo di calcio femminile 2001

Campionato europeo di calcio femminile 2001
UEFA Women's Euro
Competizione Campionato europeo di calcio femminile
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Date dal 23 giugno 2001
al 7 luglio 2001
Luogo Germania Germania
(5 città)
Partecipanti 8 (33 alle qualificazioni)
Impianto/i 5 stadi
Risultati
Vincitore Germania Germania
(5º titolo)
Secondo Svezia Svezia
Semi-finalisti Danimarca Danimarca
Norvegia Norvegia
Statistiche
Miglior giocatore Svezia Ljungberg[1]
Miglior marcatore Germania Müller,
Germania Smisek (3)
Incontri disputati 15
Gol segnati 40 (2,67 per incontro)
Pubblico 92 703
(6 180 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Norvegia-Svezia 1997 Inghilterra 2005 Right arrow.svg

Il campionato europeo di calcio femminile 2001 è stata l'8ª edizione del torneo riservato a nazionali femminili. Si è svolto in Germania tra il 23 giugno e il 7 luglio 2001. È stato vinto dalla Germania, che ha battuto in finale la Svezia grazie al golden goal di Claudia Müller nel corso dei tempi supplementari[2].

Struttura del torneoModifica

All'ottava edizione del campionato europeo di calcio femminile hanno partecipato otto squadre nazionali. Le otto squadre partecipanti sono state divise in due gironi da quattro squadre. Le prime due classificate sono state ammesse alle semifinali del torneo.

QualificazioniModifica

Le qualificazioni sono iniziate il 21 agosto 1999, concludendosi il 28 novembre 2000. Vi hanno preso parte 33 squadre nazionali.

La fase di qualificazione è suddivisa in due turni:

  • Girone di qualificazione: Le 16 nazionali con il ranking UEFA migliore partecipano ai gironi di qualificazione di prima classe; sono divise in quattro gironi da quattro squadre. Ogni gruppo è giocato con il formato del girone all'italiana con partite di andata e di ritorno. Le quattro vincitrici dei gironi si qualificano direttamente per la fase finale, mentre le seconde e terze classificate sono ammesse alla fase dei play-off. Le 17 nazionali con il ranking UEFA peggiore disputano gironi di seconda classe che non danno accesso alla fase finale del campionato europeo.
  • Play-off: Le otto nazionali rimaste si affrontano in partite di andata e ritorno per determinare le ultime quattro squadre qualificate.

Squadre partecipantiModifica

Pr. Squadra Data di qualificazione certa Partecipante in quanto Ultima presenza
1   Germania 006 aprile 2000 00Vincitrice gruppo 3 di qualificazione Norvegia-Svezia 1997
2   Norvegia 007 maggio 2000 00Vincitrice gruppo 2 di qualificazione Norvegia-Svezia 1997
3   Francia 001º giugno 2000 00Vincitrice gruppo 1 di qualificazione Norvegia-Svezia 1997
4   Russia 0014 giugno 2000 00Vincitrice gruppo 4 di qualificazione Norvegia-Svezia 1997
5   Svezia 005 novembre 2000 00Vincitrice play-off Norvegia-Svezia 1997
6   Danimarca 0021 novembre 2000 00Vincitrice play-off Norvegia-Svezia 1997
7   Italia 0022 novembre 2000 00Vincitrice play-off Norvegia-Svezia 1997
8   Inghilterra 0028 novembre 2000 00Vincitrice play-off Germania 1995

StadiModifica

Erfurt
Stadi ospitanti i campionati europei di calcio femminile 2001
Jena
Steigerwaldstadion Ernst-Abbe-Sportfeld
Capacità: 19 500 Capacità: 15 600
   
Reutlingen Ulma Aalen
Stadion an der Kreuzeiche Donaustadion Waldstadion
Capacità: 9 400 Capacità: 21 000 Capacità: 11 200
     

ConvocazioniModifica

Fase a gruppiModifica

Si qualificano alla fase ad eliminazione diretta le prime due classificate di ciascuno dei due gruppi. In caso di parità di punti tra due o più squadre di uno stesso gruppo, le posizioni in classifica verranno determinate prendendo in considerazione gli scontri diretti.

Gruppo AModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.   Germania 9 3 3 0 0 11 1 +10
2.   Svezia 6 3 2 0 1 6 3 +3
3.   Russia 1 3 0 1 2 1 7 -6
4.   Inghilterra 1 3 0 1 2 1 8 -7
Erfurt
23 giugno 2001, ore 14:15 UTC+1
Germania  3 – 1
referto
  SveziaSteigerwaldstadion (10 252 spett.)
Arbitro:   Katriina Elovirta

Jena
24 giugno 2001, ore 17:30 UTC+1
Russia  1 – 1
referto
  InghilterraErnst-Abbe-Sportfeld (1 253 spett.)
Arbitro:   Rita Ruiz Tacoronte

Erfurt
27 giugno 2001, ore 15:00 UTC+1
Germania  5 – 0
referto
  RussiaSteigerwaldstadion (6 249 spett.)
Arbitro:   Bente Ovedie Skogvang

Jena
27 giugno 2001, ore 17:00 UTC+1
Svezia  4 – 0
referto
  InghilterraErnst-Abbe-Sportfeld (1 000 spett.)
Arbitro:   Claudine Brohet

Jena
30 giugno 2001, ore 14:10 UTC+1
Inghilterra  0 – 3
referto
  GermaniaErnst-Abbe-Sportfeld (11 312 spett.)
Arbitro:   Bente Ovedie Skogvang

Erfurt
30 giugno 2001, ore 14:10 UTC+1
Svezia  1 – 0
referto
  RussiaSteigerwaldstadion (820 spett.)
Arbitro:   Rita Ruiz Tacoronte

Gruppo BModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.   Danimarca 6 3 2 0 1 6 5 +1
2.   Norvegia 4 3 1 1 1 4 2 +2
3.   Italia 4 3 1 1 1 3 4 -1
4.   Francia 3 3 1 0 2 5 7 -2
Aalen
25 giugno 2001, ore 17:30 UTC+1
Italia  2 – 1
referto
  DanimarcaWaldstadion (3 193 spett.)
Arbitro:   Nicole Petignat

Ulma
25 giugno 2001, ore 19:45 UTC+1
Norvegia  3 – 0
referto
  FranciaDonaustadion (3 100 spett.)
Arbitro:   Wendy Toms

Reutlingen
28 giugno 2001, ore 17:30 UTC+1
Francia  3 – 4
referto
  DanimarcaStadion an der Kreuzeiche (5 400 spett.)
Arbitro:   Eva Ödlund

Reutlingen
28 giugno 2001, ore 19:45 UTC+1
Norvegia  1 – 1
referto
  ItaliaStadion an der Kreuzeiche (6 500 spett.)
Arbitro:   Elke Fielenbach

Aalen
1º luglio 2001, ore 16:30 UTC+1
Danimarca  1 – 0
referto
  NorvegiaWaldstadion (3 000 spett.)
Arbitro:   Claudine Brohet

Ulma
1º luglio 2001, ore 16:30 UTC+1
Francia  2 – 0
referto
  ItaliaDonaustadion (3 100 spett.)
Arbitro:   Elke Fielenbach

Fase ad eliminazione direttaModifica

Semifinali Finale
  1A.   Germania  1  
  2B.   Norvegia  0  
 
        Germania (gg)  1
      Svezia  0
 
  1B.   Danimarca  0
  2A.   Svezia  1  


SemifinaliModifica

Ulma
4 luglio 2001, ore 15:05 UTC+1
Germania  1 – 0
referto
  NorvegiaDonaustadion (13 524 spett.)
Arbitro:   Wendy Toms

Ulma
4 luglio 2001, ore 17:30 UTC+1
Danimarca  0 – 1
referto
  SveziaDonaustadion (6 000 spett.)
Arbitro:   Katriina Elovirta

FinaleModifica

Ulma
7 luglio 2001, ore 15:00 UTC+1
Germania  1 – 0
(d.t.s.)
referto
referto 2
  SveziaDonaustadion (18 000 spett.)
Arbitro:   Nicole Petignat

Germania
Svezia

FormazioniModifica

  Germania (4-3-3)
P 1 Silke Rottenberg
D 2 Kerstin Stegemann
D 4 Steffi Jones
D 5 Doris Fitschen  
D 17 Ariane Hingst
C 7 Pia Wunderlich
C 10 Bettina Wiegmann
C 16 Renate Lingor
A 6 Maren Meinert
A 8 Sandra Smisek   55’
A 9 Birgit Prinz
Sostituzioni:
A 12 Claudia Müller   55’
Selezionatore:
  Tina Theune
  Svezia (4-4-2)
P 1 Caroline Jönsson
D 2 Karolina Westberg
D 4 Hanna Marklund
D 5 Kristin Bengtsson
D 7 Sara Larsson
C 6 Malin Moström   73’
C 8 Tina Nordlund   91’
C 9 Malin Andersson  
C 15 Therese Sjögran   28’   70’
A 10 Hanna Ljungberg
A 11 Victoria Svensson
Sostituzioni:
C 14 Linda Fagerström   70’
C 16 Elin Flyborg   91’
Selezionatore:
  Marika Domanski-Lyfors

Assistenti arbitrali:
Yolanda Parga Rodriguez (Spagna)
Blazenka Logarusic (Croazia)
Quarto ufficiale:
Dagmar Damkova (Repubblica Ceca)

Regole incontro:

  • 90 minuti.
  • 30 minuti di tempi supplementari se necessario.
  • Tiri di rigore se l'incontro finisce in parità.
  • Dodici atlete a disposizione come sostituti.
  • Tre sostituzioni massime durante l'incontro.

StatisticheModifica

Classifica marcatriciModifica

3 reti
2 reti
1 rete
Autoreti

NoteModifica

  1. ^ (EN) 2001: Hanna Ljungberg, su uefa.com, 5 ottobre 2010. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  2. ^ (EN) 2001: Müller decide con il golden gol, su it.uefa.com, 7 luglio 2001. URL consultato il 31 dicembre 2019.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio