Nazionale di calcio femminile della Danimarca

La nazionale di calcio femminile della Danimarca è la rappresentativa calcistica femminile internazionale della Danimarca, gestita dalla locale federazione calcistica (DBU).

Bandiera della Danimarca Danimarca
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Sport Calcio
Federazione DBU
Selezionatore Bandiera della Svezia Andrée Jeglertz
Record presenze Katrine Pedersen (210)
Capocannoniere Pernille Harder (70)
Ranking FIFA 13º (15 marzo 2024)
Esordio internazionale
Bandiera della Danimarca Danimarca 1-0 Svezia Bandiera della Svezia
(Markusböle, Finlandia; 27 luglio 1974)
Migliore vittoria
Bandiera della Danimarca Danimarca 15-0 Georgia Bandiera della Georgia
(Vejle, Danimarca; 24 ottobre 2009)
Peggiore sconfitta
Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti 7-0 Danimarca Bandiera della Danimarca
(Orlando, Stati Uniti d'America; 24 febbraio 1995)
Campionato del mondo
Partecipazioni 4 (esordio: 1991)
Miglior risultato Quarti di finale (1991 e 1995)
Campionato d'Europa
Partecipazioni 8 (esordio: 1984)
Miglior risultato Argento Secondo (2017)
Torneo Olimpico
Partecipazioni 1 (esordio: 1996)
Miglior risultato Fase a gironi (1996)

In base alla classifica emessa dalla FIFA il 15 marzo 2024, la nazionale femminile occupa il 13º posto del FIFA/Coca-Cola Women's World Ranking[1].

Come membro dell'UEFA, partecipa a vari tornei di calcio internazionali, come al Campionato mondiale FIFA, Campionato europeo UEFA, ai Giochi olimpici estivi e ai tornei a invito come l'Algarve Cup o la Cyprus Cup.

Ha partecipato a quattro edizioni del campionato mondiale e il miglior risultato raggiunto sono stati i quarti di finale nel 1991 e nel 1995. Ha partecipato a otto edizioni del campionato europeo di calcio e il miglior risultato è il secondo posto nel 2017. Ha partecipato solo una volta alle Olimpiadi, quelle del 1996, venendo eliminata nella fase a gironi. Partecipa regolarmente all'Algarve Cup, avendo raggiunto la finale cinque volte, ma uscendone sempre sconfitta.

Storia modifica

 
Formazione della nazionale per la partita del 19 giugno 2014 contro Israele.

Delle selezioni nazionali danesi partecipavano ad amichevoli e tornei internazionali già dalla fine degli anni sessanta grazie all'attività della Dansk Kvinde Fodbold Union (DKFU)[2]. Nel 1969 la selezione danese partecipò alla Coppa Europa, che la vide perdere la finale dall'Italia[3], mentre nel 1970 vinse la Coppa del Mondo, non riconosciuta dalla FIFA, sulla stessa nazionale italiana[4], competizioni entrambe organizzate in Italia. Nel 1971 la selezione danese vinse anche la seconda edizione della Coppa del Mondo, disputata in Messico, sconfiggendo in finale il Messico grazie a una tripletta di Susanne Augustesen[5].

Nel 1972 le attività del calcio femminile passarono sotto l'egida della DBU e la DKFU venne sciolta. La prima partita ufficiale della nazionale della Danimarca venne disputata il 27 luglio 1974, vinta per 1-0 sulla Svezia e valida per la prima edizione del campionato nordico, vinta proprio dalle danesi[6]. La Danimarca vinse anche le due edizioni successive e l'edizione 1982, che fu l'ultima del torneo[6]. La nazionale danese vinse nel 1979 il campionato europeo non ufficiale, sconfiggendo per 2-0 le padrone di casa dell'Italia nella finale disputatasi allo stadio San Paolo di Napoli[7][8]. Nel 1981 e nel 1985 prese parte al Mundialito, un torneo internazionale a inviti, concludendo al secondo e al terzo posto, rispettivamente[9].

Nel 1982 iniziarono le qualificazioni al campionato europeo 1984 e la Danimarca vinse il girone di qualificazione, accedendo alla fase finale[10]. Le semifinali si disputarono con partite di andata e ritorno e la Danimarca perse entrambe le gare dall'Inghilterra, mancando l'accesso alla finale[11]. Nelle due edizioni successive le danesi vennero eliminate prima nel girone di qualificazione, arrivando seconde alle spalle della Norvegia, e poi nei quarti di finale per mano della Svezia. Nel 1991 tornò a partecipare alla fase finale, organizzata proprio in Danimarca: in semifinale arrivò la sconfitta dopo i tiri di rigore contro la Norvegia, mentre venne vinta la finale per il terzo posto contro l'Italia[12]. Grazie a questo risultato la nazionale danese ottenne la qualificazione alla prima edizione del campionato mondiale organizzata dalla FIFA e disputata nel novembre 1991 in Cina[13]. Dopo aver superato la fase a gironi come migliore terza, arrivò l'eliminazione ai quarti di finale con la sconfitta dalla Germania dopo i tempi supplementari[13].

 
Formazione della nazionale per la partita dell'8 aprile 2015 contro la Svezia.

Al campionato europeo 1993 le danesi replicarono il risultato conseguito nella precedente edizione, perdendo la semifinale ancora dalla Norvegia e vincendo la finale per il terzo posto contro le campionesse in carica della Germania[14]. Nell'edizione successiva la Danimarca perse i quarti di finale contro la Svezia, che ribaltò nella gara di ritorno la vittoria danese per 2-0 dell'andata[15]. Nonostante l'eliminazione, arrivò la qualificazione al campionato mondiale 1995 in qualità di migliore squadra perdente i quarti di finale. Anche nel 1995 le danesi superarono la fase a gironi della manifestazione mondiale come migliore terza classificata, venendo poi nuovamente eliminate ai quarti di finale dalla Norvegia[16].

Grazie alla partecipazione ai quarti di finale del campionato mondiale, la Danimarca fu tra le 8 nazionali che presero parte alla prima edizione del torneo femminile di calcio ai Giochi olimpici di Atlanta 1996[17]. Il cammino delle danesi si concluse già alla fase a gironi dopo aver perso tutte e tre le partite contro Stati Uniti, Cina e Svezia[17]. L'edizione 1997 del campionato europeo venne organizzata in Norvegia e in Svezia e fu caratterizzata da un cambio di formato, che portò all'ammissione di 8 squadre alla fase finale[18]. Alla prima partita arrivò una netta vittoria per 5-0 contro la Norvegia, seguita da un pareggio contro l'Italia e un'altra sconfitta contro la Germania, che sancì l'eliminazione alla fase a gironi[18]. Analogo esito ebbe la partecipazione al campionato mondiale 1999, caratterizzata da tre sconfitte contro Stati Uniti, Corea del Nord e Nigeria e una sola rete realizzata[19].

 
Azione di gioco della partita contro l'Austria del 3 agosto 2017, semifinale del campionato europeo.

Al campionato europeo 2001 le danesi tornarono protagoniste, superando la fase a gironi da prima classificata nonostante la sconfitta all'esordio contro l'Italia[20]. In semifinale arrivò, però, una sconfitta di misura contro la Svezia, che precluse ancora una volta l'accesso alla finale continentale[20]. Quattro anni dopo fu la Finlandia ad avere la meglio superando la fase a gironi ed eliminando la Danimarca, nonostante avessero stessi punti e stesse reti realizzate e subite[21]. Dopo aver mancato la qualificazione all'edizione 2003, la Danimarca tornò alla fase finale del campionato mondiale per l'edizione 2007. Inserita nel gruppo D, perse la partita d'esordio contro le padrone di casa della Cina, vinse la partita contro la Nuova Zelanda, ma la sconfitta contro il Brasile decretò l'eliminazione dalla manifestazione[22].

Se al campionato europeo 2009 col terzo posto nella fase a gironi venne eliminata come peggiore terza, al campionato europeo 2013 il terzo posto valse l'accesso ai quarti di finale. In questa occasione le danesi superarono la Francia ai tiri di rigore, grazie anche alle parate di Stina Lykke Petersen, dopo che i tempi regolamentari si erano conclusi in parità sull'1-1[23]. Furono proprio i tiri di rigore a interrompere il cammino danese in semifinale, dove ebbe la meglio la Norvegia e dopo che la Danimarca aveva raggiunto il pareggio a pochi minuti dalla fine dei tempi regolamentari[23]. Al campionato europeo 2017 la Danimarca arrivò in finale per la prima volta in tornei ufficiali. Superò la fase a gironi come seconda alle spalle dei Paesi Bassi, padroni di casa, per poi sconfiggere per 2-1 la Germania, grazie a una rete a pochi minuti dalla fine da Theresa Nielsen, eliminando così la nazionale vincitrice delle sei precedenti edizioni[24]. In semifinale le danesi superarono ai tiri di rigore l'Austria, esordiente alla fase finale del campionato europeo, dopo che tempi regolamentari e supplementari si erano conclusi a reti inviolate[25]. La finale ripropose la sfida della fase a gironi contro i Paesi Bassi e, anche questa volta, la vittoria andò alle orange per 4-2, conquistando così il loro primo titolo internazionale e lasciando alle danesi la seconda piazza, nonostante l'iniziale vantaggio con la rete di Nadia Nadim[26].

Partecipazione ai tornei internazionali modifica

Campionato del mondo
Edizione Risultato
1991 Quarti di finale
1995 Quarti di finale
1999 Fase a gironi
2003 Non qualificata
2007 Fase a gironi
2011 Non qualificata
2015 Non qualificata
2019 Non qualificata
2023 Ottavi di finale
Giochi olimpici
Edizione Risultato
1996 8º posto
2000 Non qualificata
2004 Non qualificata
2008 Non qualificata
2012 Non qualificata
2016 Non qualificata
2020 Non qualificata
Campionato europeo
Edizione Risultato
1984 Semifinali
1987 Non qualificata
1989 Quarti di finale
1991 3º posto  
1993 3º posto  
1995 Quarti di finale
1997 Fase a gironi
2001 Semifinali
2005 Fase a gironi
2009 Fase a gironi
2013 Semifinali
2017 2º posto  
2022 Fase a gironi
Algarve Cup
Edizione Risultato
1994 4º posto
1995 2º posto  
1996 4º posto
1997 4º posto
1998 2º posto  
1999 4º posto
2000 6º posto
2001 2º posto  
2002 6º posto
2003 9º posto
2004 7º posto
2005 6º posto
2006 9º posto
2007 2º posto  
2008 2º posto  
2009 3º posto  
2010 5º posto
2011 6º posto
2012 6º posto
2013 7º posto
2014 6º posto
2015 6º posto
2016 7º posto
2017 3º posto  
2018 10º posto
2019 6º posto
2020 5º posto
2022 Ritirata

Legenda: Grassetto: Risultato migliore, Corsivo: Mancate partecipazioni

Calciatrici modifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatrici della Nazionale danese.

Tutte le rose modifica

Campionato mondiale modifica

Coppa del Mondo FIFA 1991
Bjerregaard, 2 Sefron, 3 J. Hansen, 4 Madsen, 5 Rotboll, 6 Nielsen, 7 Mackensie, 8 Kolding, 9 Gam-Pedersen, 10 H. Jensen, 11 Nissen, 12 Stelling, 13 Thychosen, 14 M. Jensen, 15 Holm, 16 G. Hansen, 17 Bagge, 18 Rasmussen, CT: Gantzhorn
Coppa del Mondo FIFA 1995
Larsen, 2 L. Hansen, 3 Flæng, 4 Terp, 5 K. Pedersen, 6 Holm, 7 Laursen, 8 Kolding, 9 Jensen, 10 B. Christensen, 11 Krogh, 12 Dot Eggers Nielsen, 13 C. Hansen, 14 Madsen, 15 Bonde, 16 Bjerregaard, 17 K. Christensen, 18 Allentoft, 19 Axelsen, 20 C. Petersen, CT: Gantzhorn
Coppa del Mondo FIFA 1999
Larsen, 2 Sand Christensen, 3 K. Christensen, 4 Terp, 5 Kristensen, 6 Axelsen, 7 L. Hansen, 8 Rasmussen, 9 Petersen, 10 Krogh, 11 M. Pedersen, 12 L. Jensen, 13 Knudsen, 14 K. Pedersen, 15 M. Hansen, 16 C. Jensen, 17 Nørregaard, 18 Søndergaard, 19 Johansen, 20 A.M. Christensen, CT: Hvidemose
Coppa del Mondo FIFA 2007
Johansen, 2 Olsen, 3 K. Pedersen, 4 Andersen, 5 Falk, 6 Hansen, 7 Sørensen, 8 Bukh, 9 Pape, 10 Eggers Nielsen, 11 M. Pedersen, 12 Dimun, 13 Rasmussen, 14 Dalum, 15 Gajhede, 16 Cederkvist, 17 Madsen, 18 Ørntoft, 19 Røddik, 20 Sand, 21 Graversen, CT: Heiner-Møller
Coppa del Mondo FIFA 2023
Christensen, 2 Hasbo, 3 Ballisager Pedersen, 4 Sevecke, 5 Boye Sørensen, 6 Holmgaard, 7 Troelsgaard Nielsen, 8 Snerle, 9 Vangsgaard, 10 Harder, 11 Veje, 12 Møller Kühl, 13 Thrige Andersen, 14 Sørensen, 15 Thøgersen, 16 Larsen, 17 Madsen, 18 Gevitz, 19 Thomsen, 20 Bruun, 21 Gejl, 22 Østergaard, 23 Svava, CT: Søndergaard

Giochi olimpici modifica

Calcio ai Giochi Olimpici Estivi 1996
Larsen, 2 Laursen, 3 B. Madsen, 4 Flæng, 5 Holm, 6 Petersen, 7 Christensen, 8 Kolding, 9 H. Jensen, 10 Krogh, 11 L. Madsen, 12 Terp, 13 Dot Eggers Nielsen, 14 Pedersen, 15 Bonde, 16 Bjerregaard, 17 C. Jensen, 18 Hansen, 19 Stelling, CT: Gantzhorn

Campionato europeo modifica

Campionato d'Europa UEFA 1984
Hansen, P Riis, D Frederiksen, D Hansen, D Lene Nielsen, D Mogensen, D Nielsen, D Nielsen-Mann, C J. Andersen, C P. Andersen, C Fabrin, C Larsen, C Mackensie, C Munk Pedersen, C Ha. Pedersen, C He. Pedersen, A Gam-Pedersen, A Henriksen, A Smidt Hansen, CT: Schultz
Campionato d'Europa UEFA 1991
Bjerregaard, D Christensen, D Hansen, D T. Jensen, D Larsen, D Madsen, D Nielsen, D Rotbøll, D Sefron, C Bagge, C Jacobsen, C M. Jensen, C Kolding, C Obel, C Stelling, A Gam-Pedersen, A H. Jensen, A Thychosen, CT: Gantzhorn
Campionato d'Europa UEFA 1993
Bjerregaard, D Madsen, D Sefron, C Bagge, C Holm, C M. Jensen, C Kolding, C Mackensie, C Rasmussen, C Stelling, A H. Jensen, A Nissen, A Thychosen, CT: Gantzhorn
Campionato d'Europa UEFA 1997
Bjerregaard, P Jensen, P Larsen, D Flæng, D Madsen, D Sand Christensen, D Sefron, D Terp, C Axelsen, C Eggers Nielsen, C Hansen, C Holm, C Kristensen, C K. Pedersen, C Petersen, C Stelling, A Johansen, A Krogh, A Nørregaard, A M. Pedersen, CT: Hvidemose
Campionato d'Europa UEFA 2001
Johansen, 2 Knudsen, 3 K. Pedersen, 4 Terp, 5 Andersen, 6 Sørensen, 7 Andersson, 8 Jensen, 9 Petersen, 10 Krogh, 11 M. Pedersen, 12 Kjeldgaard, 13 Bukh, 14 Søndergaard, 15 M. Møller, 16 Cederkvist, 17 Bonde, 18 Jokumsen, 19 A. Møller, 20 Madsen, CT: Højmose
Campionato d'Europa UEFA 2005
Cederkvist, 2 Falk, 3 K. Pedersen, 4 Andersen, 5 Knudsen, 6 Hansen, 7 Sørensen, 8 S. Jensen, 9 L. Jensen, 10 Eggers Nielsen, 11 M. Pedersen, 12 D. Jensen, 13 Rasmussen, 14 C. Pedersen, 15 Christensen, 16 Bjerg, 17 Johansen, 18 Olsen, 19 H. Nielsen, 20 Petersen, CT: Bonde
Campionato d'Europa UEFA 2009
Johansen, 2 Brogaard, 3 K. Pedersen, 4 M. Jensen, 5 Hansen, 6 Bjerg, 7 Sørensen, 8 Bukh, 9 Pape, 10 Sand Andersen, 11 Nadim, 12 Madsen, 13 J. Rasmussen, 14 L. Jensen, 15 Nielsen, 16 Cederkvist, 17 T. Rasmussen, 18 Christiansen, 19 Larsen, 20 Veje, 21 Kjærsgaard-Andersen, 22 M. Pedersen, CT: Heiner-Møller
Campionato d'Europa UEFA 2013
Petersen, 2 Hansen, 3 K. Pedersen, 4 Ørntoft, 5 J. Jensen, 6 Gajhede Knudsen, 7 Madsen, 8 Bukh, 9 Christiansen, 10 Harder, 11 Veje, 12 L. Jensen, 13 Rasmussen, 14 Olsen, 15 S. Pedersen, 16 Sørensen, 17 Nadim, 18 T. Nielsen, 19 Brogaard, 20 Hovesen, 21 Sandvej, 22 Abel, 23 K. Nielsen, CT: Heiner-Møller
Campionato d'Europa UEFA 2017
S.L. Petersen, 2 L.R. Hansen, 3 J. Jensen, 4 Kildemoes, 5 S.B. Sørensen, 6 Christiansen, 7 Troelsgaard, 8 T. Nielsen, 9 Nadim, 10 Harder, 11 Veje, 12 Larsen, 13 S.J. Pedersen, 14 N. Sørensen, 15 Thøgersen, 16 Christensen, 17 L. Jensen, 18 Jans, 19 Sandvej, 20 S.B. Pedersen, 21 S. Hansen, 22 Johansen, 23 Gevitz, CT: N. Nielsen
Campionato d'Europa UEFA 2022
Christensen, 2 Thrige Andersen, 3 Ballisager Pedersen, 4 Sevecke, 5 Boye Sørensen, 6 K. Holmgaard, 7 Troelsgaard Nielsen, 8 S. Holmgaard, 9 Nadim, 10 Harder, 11 Veje, 12 Larsen, 13 Junge Pedersen, 14 Bredgaard, 15 Møller Kühl, 16 Svane, 17 Madsen, 18 Gevitz, 19 Thomsen, 20 Bruun, 21 Gejl, 22 Worsøe, 23 Svava, CT: Søndergaard

Rosa modifica

Lista delle 23 giocatrici convocate dalla selezionatore Lars Søndergaard per il campionato mondiale 2023 in programma dal 20 luglio al 20 agosto 2023[27]. Il 15 luglio 2023 Sara Thrige Andersen ha sostituito l'infortunata Sofie Junge Pedersen[28], Presenze e reti al momento delle convocazioni.

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
1 P Lene Christensen 4 febbraio 2000 (23 anni) 20 0   Rosenborg
2 C Josefine Hasbo 20 novembre 2001 (21 anni) 8 2   Harvard Crimson
3 D Stine Ballisager Pedersen 3 gennaio 1994 (29 anni) 43 3   Vålerenga
4 D Rikke Sevecke 15 giugno 1996 (27 anni) 48 5   Everton
5 D Simone Boye Sørensen 3 marzo 1992 (31 anni) 83 5   Hammarby
6 C Karen Holmgaard 28 gennaio 1999 (24 anni) 26 3   Everton
7 C Sanne Troelsgaard Nielsen 15 agosto 1988 (34 anni) 176 55   Reading
8 C Emma Snerle 23 marzo 2001 (22 anni) 28 2   West Ham
9 A Amalie Vangsgaard 26 novembre 1996 (26 anni) 9 0   Paris Saint-Germain
10 A Pernille Harder 15 novembre 1992 (30 anni) 140 70   Bayern Monaco
11 D Katrine Veje 19 giugno 1991 (32 anni) 144 9   Everton
12 C Kathrine Møller Kühl 5 luglio 2003 (20 anni) 26 1   Arsenal
13 C Sara Thrige Andersen 15 maggio 1996 (27 anni) 26 2   Milan
14 C Nicoline Sørensen 15 agosto 1997 (25 anni) 49 8   Everton
15 D Frederikke Thøgersen 24 luglio 1995 (27 anni) 62 1   Inter
16 P Kathrine Larsen 5 maggio 1993 (30 anni) 8 0   Brøndby
17 A Rikke Marie Madsen 9 agosto 1997 (25 anni) 24 1   N. Carolina Courage
18 D Luna Gevitz 3 marzo 1994 (29 anni) 21 0   Montpellier
19 C Janni Thomsen 16 febbraio 2000 (23 anni) 27 4   Vålerenga
20 A Signe Bruun 6 aprile 1998 (25 anni) 32 18   Olympique Lione
21 A Mille Gejl 23 settembre 1999 (23 anni) 24 7   N. Carolina Courage
22 P Maja Bay Østergaard 28 marzo 1998 (25 anni) 2 0   Thy-Thisted Q
23 D Sofie Svava 11 agosto 2000 (22 anni) 40 3   Real Madrid

Record individuali modifica

Dati aggiornati all'11 aprile 2023[29][30]; in grassetto le calciatrici ancora in attività.

 
Pernille Harder, primatista di reti con la nazionale danese.
Record presenze
# Giocatore Periodo Pres. Reti
1 Katrine Pedersen 1994-2013 210 9
2 Sanne Troelsgaard Nielsen 2008- 176 55
3 Johanna Rasmussen 2002-2017 153 41
4 Katrine Veje 2009- 144 9
5 Pernille Harder 2009- 140 70
4 Merete Pedersen 1993-2009 136 65
6 Theresa Eslund 2008- 133 5
7 Line Røddik Hansen 2006- 132 13
9 Cathrine Paaske-Sørensen 2000-2010 121 36
10 Anne Dot Eggers Nielsen 1993-2007 118 26
Record reti
# Giocatore Periodo Reti Pres. Reti/pr.
1 Pernille Harder 2009- 70 140 0,5
2 Merete Pedersen 1993-2009 65 136 0,48
3 Sanne Troelsgaard Nielsen 2008- 55 176 0,31
4 Gitte Krogh 1994-2001 46 90 0,51
5 Johanna Rasmussen 2002-2018 41 153 0,27
6 Helle Jensen 1987-1996 38 77 0,49
7 Nadia Nadim 2009- 38 99 0,38
8 Cathrine Paaske-Sørensen 2000-2010 36 121 0,3
9 Lene Jensen 1996-2010 26 109 0,24
10 Anne Dot Eggers Nielsen 1993-2007 26 118 0,22

Note modifica

  1. ^ (EN) FIFA/Coca-Cola Women's World Ranking, su fifa.com, 15 marzo 2024. URL consultato il 23 marzo 2024.
  2. ^ (DA) Steen Trolle, Da Danmark blev verdensmestre i kvindefodbold i 1970, su fodboldforpiger.dk, 14 febbraio 2014. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  3. ^ Coppa Europa per Nazioni (Women) 1969, su rsssf.com, 19 marzo 2001. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  4. ^ Coppa del Mondo (Women) 1970, su rsssf.com, 26 febbraio 2015. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  5. ^ Mundial (Women) 1971, su rsssf.com, 29 febbraio 2004. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  6. ^ a b (EN) Lars Aarhus, Søren Elbech e Heikki Pietarinen, Nordic Championships (Women), su rsssf.com, 29 giugno 2012. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  7. ^ Inofficial European Women Championship 1979, su rsssf.com, 15 ottobre 2000. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  8. ^ (DA) Storia della nazionale di calcio femminile della Danimarca, su dbu.dk. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  9. ^ (EN) Erik Garin, Mundialito (Women) 1981-1988, su rsssf.com, 11 aprile 2019. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  10. ^ (EN) Erik Garin, European Women Championship 1982-84, su rsssf.com, 4 settembre 2008. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  11. ^ 1984: La Svezia è campione, su it.uefa.com. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  12. ^ 1991: È sempre Germania, su it.uefa.com. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  13. ^ a b (EN) USA triumph as history made in China PR, su fifa.com. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  14. ^ 1993: Delusione per l'Italia, su it.uefa.com. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  15. ^ 1995: La Germania su tutte, su it.uefa.com. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  16. ^ (EN) Norway take gold in Sweden, su fifa.com. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  17. ^ a b (EN) Calcio ai Giochi della XXVI Olimpiade, su sports-reference.com (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2020).
  18. ^ a b 1997: Nessuno meglio della Germania, su it.uefa.com. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  19. ^ (EN) Records crash as USA rejoice, su fifa.com. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  20. ^ a b 2001: Müller decide con il golden gol, su it.uefa.com. URL consultato il 15 gennaio 2022.
  21. ^ 2005: Un successo tutto al femminile, su it.uefa.com. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  22. ^ (EN) Germany set the record straight, su fifa.com. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  23. ^ a b 2013: sesto sigillo tedesco, su it.uefa.com. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  24. ^ (EN) Euro 2017: Denmark stun holders Germany as Austria edge Spain, su theguardian.com, 30 luglio 2017. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  25. ^ Giuseppe Berardi, All'Austria l'onore delle armi, in finale va la Danimarca, su lfootball.it, 4 agosto 2017. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  26. ^ Giuseppe Berardi, L'Olanda è Campione d'Europa: Miedema e Martens trascinano le Orange ad un successo storico, su lfootball.it, 7 agosto 2017. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  27. ^ (DA) Her er holdet til VM 2023, su dbu.dk, 30 giugno 2023. URL consultato il 30 giugno 2023.
  28. ^ (DA) Landsholdsprofil udgår med skade en uge før VM, su berlingske.dk, 15 luglio 2023. URL consultato il 18 luglio 2023.
  29. ^ (DA) Presenze nella nazionale danese femminile, su dbu.dk. URL consultato il 30 giugno 2023.
  30. ^ (DA) Reti nella nazionale danese femminile, su dbu.dk. URL consultato il 30 giugno 2023.

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio