Coppa UEFA 1976-1977

edizione del torneo calcistico
Coppa UEFA 1976-1977
Competizione Coppa UEFA
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore UEFA
Date dall'8 settembre 1976
al 18 maggio 1977
Partecipanti 64
Nazioni 31
Risultati
Vincitore Juventus
(1º titolo)
Secondo Athletic Bilbao
Semi-finalisti AEK Atene
RWD Molenbeek
Statistiche
Miglior marcatore Inghilterra Stan Bowles (11)
Incontri disputati 126
Gol segnati 400 (3,17 per incontro)
Juventus, Coppa UEFA 1977, Boninsegna e Benetti.jpg
Gli juventini Boninsegna e Benetti al rientro a Torino con il trofeo conquistato
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1975-1976 1977-1978 Right arrow.svg

La Coppa UEFA 1976-1977 è stata la 6ª edizione dell'omonima competizione continentale di calcio per club. La Juventus vinse per la prima volta il trofeo, sconfiggendo l'Athletic Bilbao nella doppia finale.[1]

FormulaModifica

Per questa edizione la UEFA revocò il terzo club a Svezia e Unione Sovietica, concedendolo invece all’Ungheria, oltre alla Romania per supplire alla rinuncia albanese.

AvvenimentiModifica

L'edizione vide il primo trionfo confederale per la Juventus,[2] che divenne anche la prima squadra dell'Europa meridionale a rompere il dominio dei club del Nord.[3] I bianconeri, giustizieri in successione di Manchester City, Manchester Utd, Šachtar, Magdeburgo e AEK Atene, superarono nella doppia finale l'Athletic Bilbao, a sua volta arrivato a giocarsi il trofeo dopo aver eliminato in sequenza Újpest, Basilea, Milan, Barcellona e RWD Molenbeek. Vittoriosa 1-0 nella finale di andata a Torino, la Juventus uscì sconfitta 1-2 dalla sfida di ritorno a Bilbao ma conquistò ugualmente la coppa in virtù della regola dei gol fuori casa.[1] Rimane questa l'unica affermazione internazionale conseguita da un club italiano, con un organico composto interamente da calciatori nazionali.[4]

L'inglese Stan Bowles, attaccante del QPR eliminato ai quarti di finale, emerse quale capocannoniere dell'edizione grazie a un bottino di 11 reti.

RisultatiModifica

Trentaduesimi di finaleModifica

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Porto   4 - 5   Schalke 04 2 - 2 2 - 3
Fram   0 - 8   Slovan Bratislava 0 - 3 0 - 5
Glentoran   3 - 5   Basilea 3 - 2 0 - 3
Enosis Neon Paralimni   1 - 11   Kaiserslautern 1 - 3 0 - 8
AEK Atene   3 - 2   Dinamo Mosca 2 - 0 1 - 2 (dts)
Ajax   1 - 2   Manchester United 1 - 0 0 - 2
Austria Salisburgo   5 - 2   Adanaspor 5 - 0 0 - 2
Belenenses   4 - 5   Barcellona 2 - 2 2 - 3
Celtic   2 - 4   Wisla Cracovia 2 - 2 0 - 2
Derby County   16 - 1   Finn Harps 12 - 0 4 - 1
Dinamo Bucarest   1 - 2   Milan 0 - 0 1 - 2
Eintracht Braunschweig   7 - 1   Holbæk B&I 7 - 0 0 - 1
Espanyol   4 - 3   Nizza 3 - 1 1 - 2
Feyenoord   4 - 2   Djurgården 3 - 0 1 - 2
Fenerbahçe   2 - 5   Videoton 2 - 1 0 - 4
Grasshopper   9 - 0   Hibernians 7 - 0 2 - 0
Hibernian   1 - 0   Sochaux 1 - 0 0 - 0
Inter   1 - 2   Honvéd 0 - 1 1 - 1
Colonia   3 - 1   GKS Tychy 2 - 0 1 - 1
Kuopion Palloseura   3 - 4   Öster 3 - 2 0 - 2
Magdeburgo   4 - 3   Cesena 3 - 0 1 - 3
Manchester City   1 - 2   Juventus 1 - 0 0 - 2
Næstved   0 - 7   Molenbeek 0 - 3 0 - 4
QPR   11 - 0   Brann 4 - 0 7 - 0
Red Boys Differdange   1 - 6   Sporting Lokeren 0 - 3 1 - 3
Slavia Praga   2 - 3   Akademik Sofia 2 - 0 0 - 3 (dts)
Šachtar   4 - 1   Dinamo Berlino 3 - 0 1 - 1
Sportul Studentesc   4 - 2   Olympiakos 3 - 0 1 - 2
Wacker Innsbruck   7 - 1   IK Start 2 - 1 5 - 0
Targu Mures   0 - 4   Dinamo Zagabria 0 - 1 0 - 3
Ujpest Dozsa   1 - 5   Athletic Bilbao 1 - 0 0 - 5
Lokomotiv Plovdiv   3 - 5   Stella Rossa 2 - 1 1 - 4

Sedicesimi di finaleModifica

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
AEK Atene   5 - 2   Derby County 2 - 0 3 - 2
Akademik Sofia   4 - 5   Milan 4 - 3 0 - 2
Austria Salisburgo   2 - 2   Stella Rossa 2 - 1 0 - 1
Barcellona   3 - 2   Sporting Lokeren 2 - 0 1 - 2
Basilea   2 - 4   Athletic Bilbao 1 - 1 1 - 3
Eintracht Braunschweig   2 - 3   Espanyol 2 - 1 0 - 2
Hibernian   3 - 4   Öster 2 - 0 1 - 4
Wacker Innsbruck   1 - 2   Videoton 1 - 1 0 - 1
Kaiserslautern   2 - 7   Feyenoord 2 - 2 0 - 5
Colonia   5 - 2   Grasshopper 2 - 0 3 - 2
Magdeburgo   4 - 2   Dinamo Zagabria 2 - 0 2 - 2
Manchester United   1 - 3   Juventus 1 - 0 0 - 3
Šachtar   6 - 2   Honvéd 3 - 0 3 - 2
Slovan Bratislava   5 - 8   QPR 3 - 3 2 - 5
Sportul Studentesc   0 - 5   Schalke 04 0 - 1 0 - 4
Wisla Cracovia   2 - 2   Molenbeek 1 - 1 1 - 1 (4-5 dcr)

Ottavi di finaleModifica

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
AEK Atene   3 - 3   Stella Rossa 2 - 0 1 - 3
Athletic Bilbao   5 - 4   Milan 4 - 1 1 - 3
Espanyol   0 - 3   Feyenoord 0 - 1 0 - 2
Juventus   3 - 1   Šachtar 3 - 0 0 - 1
Magdeburgo   5 - 1   Videoton 5 - 0 0 - 1
Öster   1 - 8   Barcellona 0 - 3 1 - 5
QPR   4 - 4   Colonia 3 - 0 1 - 4
Molenbeek   2 - 1   Schalke 04 1 - 0 1 - 1

Quarti di finaleModifica

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Athletic Bilbao   4 - 3   Barcellona 2 - 1 2 - 2
Feyenoord   1 - 2   Molenbeek 0 - 0 1 - 2
Magdeburgo   1 - 4   Juventus 1 - 3 0 - 1
QPR   3 - 3   AEK Atene 3 - 0 0 - 3 (6-7 dcr)

SemifinaliModifica

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Molenbeek   1 - 1   Athletic Bilbao 1 - 1 0 - 0
Juventus   5 - 1   AEK Atene 4 - 1 1 - 0

FinaleModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Finale della Coppa UEFA 1976-1977.
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Juventus   2 - 2   Athletic Bilbao 1 - 0 1 - 2

AndataModifica

Torino
4 maggio 1977
Juventus1 – 0
referto
Athletic BilbaoStadio Comunale (54 800 spett.)

Juventus
Athletic Bilbao
P 1   Dino Zoff
D 2   Antonello Cuccureddu
D 3   Claudio Gentile
C 4   Giuseppe Furino
D 5   Francesco Morini
D 6   Gaetano Scirea
A 7   Franco Causio
C 8   Marco Tardelli
A 9   Roberto Boninsegna   40’
C 10   Romeo Benetti
A 11   Roberto Bettega
Sostituzioni:
A 12   Sergio Gori   40’
Allenatore:
  Giovanni Trapattoni
P 1   José Ángel Iribar
D 2   José Ignacio Oñaederra
D 3   Javier Escalza
D 4   Andoni Goikoetxea   50’
D 5   Agustín Gisasola
C 6   Ángel María Villar
C 7   Javier Irureta
C 8   José Ángel Rojo
C 9   José Ignacio Churruca
A 10   Dani
A 11   José Francisco Rojo


Allenatore:
  Koldo Aguirre

RitornoModifica

Bilbao
18 maggio 1977
Athletic Bilbao2 – 1
referto
JuventusStadio San Mamés (39 700 spett.)

La Juventus vince per la regola dei gol fuori casa.

Athletic Bilbao
Juventus
P 1   José Ángel Iribar
D 2   José María Lasa   64’
D 3   Agustín Gisasola
D 4   José Ramón Alexanko
D 5   Javier Escalza
C 6   Ángel María Villar
C 7   José Ignacio Churruca
C 8   Javier Irureta
A 9   José María Amorrortu
A 10   Dani
A 11   José Francisco Rojo
Sostituzioni:
A 12   Carlos Ruiz Herrero   64’
Allenatore:
  Koldo Aguirre
P 1   Dino Zoff
D 2   Antonello Cuccureddu
D 3   Claudio Gentile   87’
C 4   Giuseppe Furino
D 5   Francesco Morini
D 6   Gaetano Scirea
C 7   Franco Causio
C 8   Marco Tardelli   70’
A 9   Roberto Boninsegna   60’
C 10   Romeo Benetti   63’
A 11   Roberto Bettega
Sostituzioni:
D 13   Luciano Spinosi   60’
Allenatore:
  Giovanni Trapattoni

Classifica marcatoriModifica

Gol Giocatore Squadra
11   Stan Bowles QPR
7   Kevin Hector Derby County
6   Dani Athletic Bilbao
  Charlie George Derby County
  Zoran Filipović Stella Rossa
5   Roberto Bettega Juventus
  Roberto Boninsegna Juventus
  Klaus Fischer Schalke 04
  Johan Cruijff Barcellona
  Manuel Clarés Barcellona
  Nico Jansen Feyenoord
  Dieter Müller Colonia
4   Carlos Ruiz Herrero Athletic Bilbao
  Klaus Toppmöller Kaiserslautern
  Walter Wagner AEK Atene
  Wolfang Schwarz Austria Salisburgo
  Juan Manuel Asensi Barcellona
  Egidio Calloni Milan
  Wolfgang Frank Eintracht Braunschweig
  Walter Seiler Grasshoppers
  Joachim Streich Magdeburgo
  Josef Stering Wacker Innsbruck

NoteModifica

  1. ^ a b Bruno Bernardi, Juventus, la Coppa Uefa finalmente!, in La Stampa, 19 maggio 1977, p. 18.
  2. ^ Domeniconi, p. 18.
  3. ^ UEFA Europa League: Storia, su it.uefa.com, Union des Associations Européennes de Football. URL consultato il 24 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2015).
    «Negli anni '70 i club tedeschi, olandesi, belgi e svedesi hanno iniziato a competere con successo con le squadre inglesi e tra il 1968 e il 1984 l'unica squadra dell'Europa meridionale a vincere il trofeo e interrompere lo strapotere dei club dell'Europa del Nord è stata la Juventus FC nel 1977»
  4. ^ (EN) Sergio Di Cesare, Hard work pays off for Zoff, su uefa.com, 1º aprile 2008.

BibliografiaModifica

  • Elio Domeniconi, L'incantesimo che si spezza, in GS Storie: Signora di coppe, n. 4, Bologna, Guerin Sportivo, 2012, p. 19, ISBN non esistente.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio