Apri il menu principale
Sergio Gori
Sergio Gori.jpg
Gori in nazionale nel 1970
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1979
Carriera
Giovanili
1960-1964 Inter
Squadre di club1
1964-1966 Inter 10 (2)
1966-1968 Lanerossi Vicenza 56 (16)
1968-1969 Inter 14 (1)
1969-1975 Cagliari 166 (33)
1975-1977 Juventus 29 (7)
1977-1978 Verona 18 (3)
1978-1979 Sant'Angelo 26 (5)
Nazionale
1970 Italia Italia 3 (0)
Palmarès
Julesrimet.gif Mondiali di calcio
Argento Messico 1970
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Sergio Gori, detto Bobo (Milano, 24 febbraio 1946), è un ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

È uno dei cinque calciatori italiani (insieme a Giovanni Ferrari, Attilio Lombardo, Pietro Fanna e Aldo Serena) ad aver vinto il campionato italiano con tre società differenti: nel suo caso con Inter, Cagliari e Juventus.[1]

Indice

CarrieraModifica

 
Gori al Cagliari, assieme al compagno di reparto Gigi Riva, tra gli anni 1960 e 1970.

Esordì in giovane età nella Grande Inter degli anni 1960, con cui mise a referto 10 presenze tra il 1964 e il 1966. In quell'anno venne mandato a fare esperienza in provincia, nel Lanerossi Vicenza, nell'ambito dell'affare che portò il capocannoniere del precedente campionato, Luís Vinício, in nerazzurro.

Nelle due stagioni in biancorosso segnò 16 reti (8 a stagione, in entrambe le occasioni fu il miglior marcatore della squadra) in 56 partite di Serie A, contribuendo alle salvezze della squadra berica. Rientrato a Milano nel 1968, giocò solo 14 partite prima di essere inserito tra le contropartite tecniche, insieme ad Angelo Domenghini, nello scambio che portò all'Inter il centravanti del Cagliari, Roberto Boninsegna.

Dopo i due scudetti vinti con l'Inter da riserva, Gori ne vinse uno a Cagliari nella stagione 1969-1970 da protagonista, formando una coppia d'attacco ben assortita con Gigi Riva e facendo per molte stagioni a seguire la spalla all'ala sinistra leggiunese. Proprio nell'annata dello scudetto rossoblù è chiamato anche in nazionale maggiore, dopo 5 presenze in quella “B”. Esordì durante il campionato del mondo 1970 in Messico, nell'incontro contro i padroni di casa nei quarti di finale, subentrando proprio al compagno di squadra Domenghini. Giocò poi altre due partite sempre in quell'anno, al termine della rassegna iridata.

 
Gori in azione con la maglia della Juventus nel 1975

Capocannoniere del Cagliari nella stagione 1974-1975 dato l'infortunio di Riva, passò in quell'anno alla Juventus, con cui giocò buona parte del primo campionato mentre nel secondo collezionò appena 7 gare, che gli permisero comunque di fregiarsi del quarto scudetto personale in tre squadre differenti.[1] Passato nel 1977 al Verona, chiuse al termine di quella stagione la sua avventura in massima categoria, passando in Serie C2 al Sant'Angelo dove siglò 5 reti in 26 presenze, contribuendo alla promozione del club rossonero in Serie C1.

RiconoscimentiModifica

Il Cagliari lo ha inserito nella sua Hall of Fame.[2]

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
14-6-1970 Toluca Italia   4 – 1   Messico Mondiali 1970 - Quarti -   84’
17-10-1970 Berna Svizzera   1 – 1   Italia Amichevole -
31-10-1970 Vienna Austria   1 – 2   Italia Qual. Euro 1972 -   76’
Totale Presenze 3 Reti 0

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Inter: 1964-1965, 1965-1966
Cagliari: 1969-1970
Juventus: 1976-1977

Competizioni internazionaliModifica

Inter: 1964, 1965
Inter: 1964-1965
Juventus: 1976-1977

NoteModifica

  1. ^ a b Roberto Perrone, Serena, la punta con la valigia, su milano.corriere.it, 7 maggio 2013.
  2. ^ Hall of fame Cagliari Calcio[collegamento interrotto] cagliaricalcio.com

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica