Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Costanza della Scala (disambigua).
Costanza della Scala
Costanza della Scala.jpg
Signora consorte di Mantova
Stemma
Predecessore Franceschina Maggi
Successore Alisa d'Este
Nascita 1263
Morte Ferrara, 1306
Dinastia Della Scala
Padre Alberto I della Scala
Madre Verde di Salizzole
Coniugi Obizzo II d'Este
Guido Bonacolsi
Figli nessuno
Signori di Verona
Della Scala
Stemma della Scala.svg

Jacopino
Figli
Mastino I
Figli
Alberto I
Figli
Bartolomeo I
Figli
  • Francesco
  • Cecchino, figlio naturale
  • Bailardino, figlio naturale
Alboino
Figli
Cangrande I
Figli
  • Gilberto, figlio naturale
  • Bartolomeo, figlio naturale
  • Francesco, figlio naturale
  • Margherita, figlia naturale
  • Franceschina, figlia naturale
  • Lucia Cagnola, figlia naturale
  • Giustina, figlia naturale
  • Alboino, figlio naturale
Alberto II
Figli
  • Alboina, figlia naturale
  • Margherita, figlia naturale
  • Gilenetto, figlio naturale
  • Rinaldo, figlio naturale
Mastino II
Figli
Cangrande II
Figli
  • Brunoro II, figlio naturale
  • Antonio II, figlio naturale
  • Nicodemo, figlio naturale
  • Guglielmo, figlio naturale
  • Paolo, figlio naturale
  • Fregnano, figlio naturale
  • Bartolomeo, figlio naturale
  • Oria, figlia naturale
  • Caterina, figlia naturale
Cansignorio
Figli
Paolo Alboino
Figli
  • Silvestra, figlia naturale
  • Pentesilea, figlia naturale
  • Orsolina, figlia naturale
Bartolomeo II
Antonio
Figli
Guglielmo
Figli
  • Nicodemo
  • Antonio II
  • Niccolò
  • Oria
  • Beatrice
  • Caterina
  • Paolo
  • Chiara
  • Fregnano
  • Bartolomeo
  • Brunoro

Costanza della Scala (1263 circa – Ferrara, 1306) fu una nobildonna veronese.

Indice

BiografiaModifica

Era figlia di Alberto I della Scala, signore di Verona, e di Verde di Salizzole.

Venne data in sposa nel 1289 a Obizzo II d'Este, Signore di Ferrara, divenendone la seconda moglie[1].

Il matrimonio durò fino al 1293, anno in cui Costanza rimase vedova: Obizzo venne probabilmente assassinato per mano del figlio Azzo che gli successe. Nel 1294 Azzo VIII e suo fratello Francesco d'Este allontanarono da Ferrara Costanza. Alberto, adirato, gli dichiarò guerra e, alleatosi coi padovani, riportò sugli estensi una grande vittoria.

Successivamente Costanza venne data dal fratello Cangrande I della Scala in moglie nel 1299 a Guido Bonacolsi, signore di Mantova. Questo matrimonio sancì l'alleanza tra Verona e Mantova, che sarebbe continuata anche dopo la morte di Costanza e Guido tra Cangrande e Rinaldo Bonacolsi. Costanza non diede alcun figlio maschio neanche al secondo marito, morto nel 1309, a cui successe il fratello Rinaldo.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica