Apri il menu principale
Diocesi di Corumbá
Dioecesis Corumbensis
Chiesa latina
Igreja Matriz de N. Sra. da Candelária - Corumbá - MS.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Campo Grande
Regione ecclesiastica Oeste 1
Vescovo João Aparecido Bergamasco, S.A.C.
Vescovi emeriti Segismundo Martínez Álvarez, S.D.B.
Sacerdoti 13 di cui 6 secolari e 7 regolari
7.530 battezzati per sacerdote
Religiosi 8 uomini, 7 donne
Diaconi 2 permanenti
Abitanti 118.400
Battezzati 97.900 (82,7% del totale)
Superficie 64.961 km² in Brasile
Parrocchie 9
Erezione 5 aprile 1910
Rito romano
Cattedrale Nostra Signora della Candelora
Indirizzo Rua Major Gama 1332, C.P. 12, 79332-040 Corumba, MS, Brazil
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Brasile

La diocesi di Corumbá (in latino: Dioecesis Corumbensis) è una sede della Chiesa cattolica in Brasile suffraganea dell'arcidiocesi di Campo Grande appartenente alla regione ecclesiastica Oeste 1. Nel 2016 contava 97.900 battezzati su 118.400 abitanti. È retta dal vescovo João Aparecido Bergamasco, S.A.C.

TerritorioModifica

La diocesi comprende 2 comuni nella parte occidentale dello Stato brasiliano del Mato Grosso do Sul, Corumbá e Ladário.

Sede vescovile è la città di Corumbá, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora della Candelora.

Il territorio si estende su una superficie di 64.961 km² ed è suddiviso in 9 parrocchie.

StoriaModifica

La diocesi è stata eretta il 5 aprile 1910 con la bolla Novas constituere di papa Pio X,[1] ricavandone il territorio dalla diocesi di Cuiabá, che fu contestualmente elevata al rango di arcidiocesi metropolitana.

Il 12 maggio 1914 cedette una porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della prelatura territoriale di Registro do Araguaia (in seguito divenuta diocesi di Guiratinga, oggi soppressa).

Il 2 febbraio 1956 per effetto del decreto Cum de limitibus della Congregazione Concistoriale ha ceduto alla diocesi di Marília le isole del fiume Paraná comprese tra gli affluenti Aguapeí e Rio do Peixe.

Il 15 giugno 1957 ha ceduto altre porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi di Campo Grande (oggi arcidiocesi) e di Dourados.

Il 30 gennaio 1981 ha ceduto un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Jardim.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Cyrillo de Paula Freitas † (13 marzo 1911 - 8 febbraio 1918 dimesso)
  • Helvécio Gomes de Oliveira, S.D.B. † (15 febbraio 1918 - 18 giugno 1918 nominato vescovo di São Luís do Maranhão)
  • José Maurício da Rocha † (10 marzo 1919 - 4 febbraio 1927 nominato vescovo di Bragança Paulista)
  • Antônio de Almeida Lustosa, S.D.B. † (17 dicembre 1928 - 10 luglio 1931 nominato arcivescovo di Belém do Pará)
  • Vicente Maria Bartholomeu Priante, S.D.B. † (13 maggio 1933 - 4 dicembre 1944 deceduto)
  • Orlando Chaves, S.D.B. † (29 febbraio 1948 - 18 dicembre 1956 nominato arcivescovo di Cuiabá)
  • Ladislau Paz, S.D.B. † (28 novembre 1957 - 5 luglio 1978 ritirato)
  • Onofre Cândido Rosa, S.D.B. † (5 luglio 1978 succeduto - 16 febbraio 1981 nominato vescovo di Jardim)
  • Vitório Pavanello, S.D.B. (26 novembre 1981 - 26 novembre 1984 nominato arcivescovo coadiutore di Campo Grande)
  • Pedro Fré, C.SS.R. † (28 ottobre 1985 - 2 dicembre 1989 nominato vescovo di Barretos)
  • José Alves da Costa, D.C. † (8 maggio 1991 - 21 luglio 1999 dimesso)
  • Mílton Antônio dos Santos, S.D.B. (31 maggio 2000 - 4 giugno 2003 nominato arcivescovo coadiutore di Cuiabá)
  • Segismundo Martínez Álvarez, S.D.B. (7 dicembre 2004 - 19 dicembre 2018 ritirato)
  • João Aparecido Bergamasco, S.A.C., dal 19 dicembre 2018

StatisticheModifica

La diocesi nel 2016 su una popolazione di 118.400 persone contava 97.900 battezzati, corrispondenti all'82,7% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 400.000 420.000 95,2 83 83 4.819 118 119 21
1966 220.000 228.000 96,5 26 3 23 8.461 26 66 14
1970 ? 250.000 ? 22 2 20 ? 24 69 12
1976 250.000 270.000 92,6 22 4 18 11.363 24 50 14
1980 269.000 301.000 89,4 31 5 26 8.677 30 57 13
1990 90.000 120.000 75,0 11 2 9 8.181 10 25 5
1999 76.415 101.887 75,0 11 4 7 6.946 8 16 5
2000 76.622 102.163 75,0 12 3 9 6.385 10 16 5
2001 85.000 100.300 84,7 10 1 9 8.500 11 12 5
2002 85.000 102.680 82,8 14 6 8 6.071 1 10 14 6
2003 85.000 102.680 82,8 14 6 8 6.071 10 13 5
2004 85.000 102.680 82,8 13 3 10 6.538 12 11 5
2006 87.100 105.300 82,7 12 4 8 7.258 2 13 13 5
2013 95.500 115.500 82,7 16 5 11 5.968 2 14 10 7
2016 97.900 118.400 82,7 13 6 7 7.530 2 8 7 9

NoteModifica

  1. ^ La bolla, assente negli Acta Apostolicae Sedis, si trova online nella Revista Philologus, nell'articolo di Carolina Akie Ochiai Seixas Lima: As consoantes geminadas latinas no português do século XVIII: uma análise filológica de manuscritos, anno 18, nº 53, maggio/agosto 2012, pp. 132-152.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn2013200088 · WorldCat Identities (ENn2013-200088