Discovery Italia

gruppo televisivo italiano nazionale
Discovery Italia
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà a responsabilità limitata
Fondazione1º settembre 1997
Sede principale

GruppoWarner Bros. Discovery
Persone chiaveAlessandro Araimo (presidente e amministratore delegato)

Laura Carafoli (CCO)

SettoreEditoria
Sito webwww.discovery-italia.it/

Discovery Italia S.r.l. è una società italiana di proprietà di Warner Bros. Discovery EMEA, parte del gruppo Warner Bros. Discovery International (divisione internazionale di Warner Bros. Discovery).

Possiede dodici canali distribuiti sul digitale terrestre e sulle piattaforme satellitari Sky e Tivùsat, oltre ai servizi OTT Discovery+, Eurosport Player e GOLFTV.

L'amministratore delegato è Alessandro Araimo. La concessionaria interna che si occupa della raccolta pubblicitaria è Discovery Media, fondata nel 2012.

La sede legale e direzionale si trova a Milano in via Visconti di Modrone, 11. La sede secondaria è a Roma in via Rubicone, 11.

StoriaModifica

NascitaModifica

Discovery è presente in Italia dal 1997 con il lancio della rete ammiraglia del gruppo Discovery Channel.

Nel 2003, in occasione della nascita di Sky Italia, il gruppo amplia la propria offerta con tre canali: Discovery Science, Discovery Travel & Living e Discovery Civilisation; a questi seguiranno Animal Planet e Discovery Real Time nel 2005 e il simulcast in alta definizione di Discovery Channel nel 2009.

Nel 2004 viene stretto un accordo con Publikompass per la raccolta pubblicitaria e la vendita degli spazi pubblicitari agli inserzionisti, che sarà esteso alla fine del 2011 fino alla decisione di gestirla internamente attraverso Discovery Media Smart Advertising.

A partire dal 2009, ha sede a Milano il "Creative Hub" relativo alle attività dei canali del gruppo presenti Sud Europa, in particolare per la gestione della programmazione, la produzione e il marketing di quelli presenti in Italia, Francia, Spagna e Portogallo.

Anni 2010Modifica

Dal 1º settembre 2010 Discovery Real Time, già canale satellitare a pagamento, diventa disponibile gratuitamente anche sul digitale terrestre, divenendo così il primo canale del gruppo ad essere visibile in chiaro; per l'occasione cambia nome in Real Time. Due mesi dopo, l'8 novembre, viene aggiunta la versione timeshift Real Time +1 su Sky al canale 125.

Il 1º marzo 2011 il gruppo sbarca anche su Mediaset Premium con Discovery World (già Discovery Civilisation[1]), mentre tra i canali in chiaro, a partire dal 10 novembre, debutta DMAX, indirizzato a un pubblico maschile e trasmesso sul digitale terrestre e su Sky, rispettivamente ai canali 52 e 140.

Dal 1º febbraio 2012 Real Time trasmette anche in HD su Sky al canale 124. Dal 17 dicembre seguente DMAX arriva anche su Tivùsat al canale 28, mentre si sposta al canale 808 di Sky[2].

Il 14 gennaio 2013 Discovery acquisisce l'editore indipendente Switchover Media: di conseguenza passano nel gruppo i canali K2, Frisbee, GXT, Focus e Giallo. Nove mesi dopo, Discovery acquista i diritti del Sei Nazioni di rugby per i successivi quattro anni, i cui match vanno in onda su DMAX.

Dal 9 aprile 2014 Discovery riorganizza i propri canali su Sky, in vista dell'arrivo dei canali acquisiti l'anno prima: DMAX si sposta al canale 136 e lancia la versione timeshift +1 al numero 137, mentre Giallo e Focus si posizionano rispettivamente ai canali 144 e 418[3]. Le versioni HD e +1 di Real Time, invece, si trasferiscono ai canali 131 e 132.

Dal 7 novembre 2014 DMAX trasmette anche in HD sulla piattaforma Sky Italia al canale 136.

Il 1º gennaio 2015 GXT termina definitivamente le proprie trasmissioni e il 23 gennaio successivo Discovery acquista dal Gruppo Editoriale L'Espresso la posizione 9 del digitale terrestre, su cui si trova Deejay TV, che da quel momento sarà considerata una joint venture tra i due gruppi.

Il 6 febbraio, in occasione del debutto su DMAX del Sei Nazioni di rugby, il gruppo implementa una nuova identità grafica per i propri canali, consistente in un promo in cui sono elencati i programmi in onda nella prima serata e in una veste grafica unificata per i loghi dei canali in chiaro, che da questa data aggiungono, accanto al proprio logo, la D identificativa di Discovery per sottolineare l'appartenenza alla stessa famiglia.

Il 16 giugno nasce Dplay, servizio OTT gratuito con un ampio catalogo di programmi provenienti dai canali del gruppo, alcuni dei quali trasmessi anche in diretta.

Dal 23 luglio Focus e Giallo diventano disponibili anche su Tivùsat, rispettivamente ai canali 56 e 38[4].

Il 3 ottobre 2016 Deejay TV cambia nome in Nove, eliminando ogni riferimento al Gruppo Editoriale L'Espresso[5].

Dal 1º gennaio 2017 Discovery Communications ed Eurosport acquisiscono i diritti multimediali esclusivi per 50 Paesi e territori in Europa per le edizioni dei Giochi olimpici dal 2018 al 2024, grazie a un accordo annunciato insieme al Comitato Olimpico Internazionale.

Dal 5, il Nove diventa visibile anche in HD sul digitale terrestre al canale 509, mentre su Tivùsat viene aggiunto dal 27 febbraio successivo al canale 9 e su Sky dal 1º marzo al numero 140.

Nel 2018 Discovery Communications acquisisce Scripps Networks Interactive.

Il 29 aprile 2018, in seguito a un mancato rinnovo contrattuale con Mondadori per l'utilizzo del marchio, Focus viene sostituito da Motor Trend; il canale riprende le trasmissioni il 17 maggio al canale 35 sotto la gestione Mediaset.

Dal 4 giugno le versioni HD e +1 di DMAX si spostano ai canali 140 e 141 di Sky.

Dal 2 luglio Discovery Media cura la raccolta pubblicitaria del canale Food Network, appartenente al gruppo Scripps Networks Interactive, per il quale dal 2 settembre viene ufficializzato il passaggio a Discovery Italia.

Il 26 ottobre la versione HD del Nove viene eliminata sul digitale terrestre, rimanendo visibile solo via satellite[6].

Dal 2 gennaio 2019 su Sky, le versioni HD e +1 di Real Time si spostano ai canali 160 e 161, mentre quelli di DMAX ai canali 170 e 171. Di conseguenza Giallo si sposta al canale 167.

Il 1º febbraio terminano le trasmissioni di Discovery Travel & Living su Sky a causa di un mancato rinnovo del contratto; parte della programmazione delle due reti viene distribuita tra i canali del gruppo.

Il 28 febbraio Eurosport 1 e Eurosport 2 escono da Mediaset Premium, continuando a trasmettere su Sky mentre Investigation Discovery termina definitivamente le proprie trasmissioni.

Dal 1º marzo successivo, le versioni in alta definizione di Real Time e DMAX debuttano su Tivùsat in sostituzione di quelle standard, mentre le versioni timeshift +1 mantengono le posizioni 128 e 131. Lo stesso giorno, tornano sulla piattaforma K2 e Frisbee rispettivamente ai canali 46 e 44. Inoltre dal 1º aprile si aggiungono anche Food Network, Giallo e Motor Trend, esclusivamente in HD e anche su Sky.

Il 9 aprile debutta in Italia Dplay Plus, sezione a pagamento di Dplay: al suo interno vengono resi disponibili i contenuti di Animal Planet e Investigation Discovery, più la diretta streaming di tutti i canali in chiaro del gruppo.

Anni 2020Modifica

Il 19 dicembre 2019 viene annunciato il lancio della versione italiana di HGTV, avvenuto il 2 febbraio 2020; il canale prende il posto di Motor Trend sulla numerazione 56, che a sua volta si trasferisce al canale 59 in sostituzione di Alpha.

Dall'aprile 2020 i loghi dei canali in chiaro del gruppo diventano monocromatici (fatta eccezione per K2 e Frisbee), mentre la D viene estesa all'intero logo Discovery. Il processo inizia il 10 aprile con Giallo e Real Time[7], per poi proseguire il 16 con Motor Trend, K2 e Frisbee[8], il 21 con DMAX e Nove[9] e infine il 24 con Food Network e HGTV[10]. Le scritte in sovraimpressione, invece, vengono rimpicciolite e riposizionate accanto al logo Discovery.

Il 24 giugno viene annunciato il passaggio della WWE da Sky a Discovery: l'accordo prevede che dal 6 luglio siano visibili in diretta streaming su Dplay Plus gli incontri di Raw, SmackDown, NXT, Bottom Line e Afterburn in lingua originale e dal 13 luglio su DMAX con commento in italiano di Luca Franchini, Michele Posa e Manuel Palmisano.

Il 9 settembre chiudono, sul satellite, le versioni in definizione standard dei canali Discovery Science e Discovery Channel, rimanendo visibili esclusivamente in HD. La versione standard di quest'ultimo resta comunque disponibile su Sky Go fino al 25 marzo 2021. Alcuni giorni dopo, il 14 settembre, le versioni standard di Eurosport 1 ed Eurosport 2 vengono sostituite da quelle in HD anche su Sky Go. Dal 12 novembre HGTV trasmette anche in HD su Dplay.

Dal 26 novembre sul satellite, K2 e Frisbee trasmettono esclusivamente in MPEG-4. Dal 1º dicembre, il Nove trasmette esclusivamente in HD, mentre cessano le trasmissioni dei timeshift di Real Time e DMAX[11].

Dal 5 gennaio 2021 arriva in Italia Discovery+, servizio streaming che va a rimpiazzare Dplay, con contenuti provenienti dai canali del gruppo e produzioni originali.

Il 12 gennaio HGTV sbarca anche sul satellite, esclusivamente in HD ai canali 417 di Sky e 56 di Tivùsat (di conseguenza Motor Trend HD si sposta, su quest'ultima piattaforma, al canale 57)[12].

Il 1º luglio successivo, in seguito alla riorganizzazione delle numerazioni LCN su Sky, le emittenti Food Network, HGTV, Motor Trend, Discovery Channel e Discovery Science si trasferiscono rispettivamente ai canali 417, 418, 419, 405, 406 (+1) e 413. Discovery Science ha poi cessato le proprie trasmissioni il 1º marzo 2022.

Dall'8 marzo 2022 i canali in chiaro del gruppo iniziano a trasmettere in alta definizione anche sul digitale terrestre, andando a sostituire le rispettive versioni in definizione standard; solo K2 e Frisbee continuano a trasmettere in SD ma solo tramite lo standard di codifica MPEG-4.

Dal 6 giugno 2022 le luminose dei canali free sono tornate, in parte, ad essere colorate, mentre il logo di Discovery Italia posto accanto di esse è stato sostituito da quello della nuova azienda Warner Bros. Discovery[13].

Canali televisiviModifica

GratuitiModifica

Logo Nome Data di lancio LCN Streaming
Digitale terrestre Tivùsat Sky Discovery+
Nove 1º febbraio 2015 9 HD, 509 SD 9 HD 149 HD   HD
Real Time 1º ottobre 2005 31 HD 160 HD
Food Network 8 maggio 2017 33 HD 53 HD 417 HD
Giallo 14 maggio 2012 38 HD 167 HD
K2 1º luglio 2009 41 SD 46 SD 626 SD   SD
Frisbee 12 giugno 2010 44 SD 627 SD
DMAX 10 novembre 2011 52 HD 28 HD 170 HD   HD
HGTV 2 febbraio 2020 56 HD 418 HD
Motor Trend 29 aprile 2018 59 HD 57 HD 419 HD

A pagamentoModifica

Logo Nome Data di lancio LCN Streaming
Sky Discovery+ Sky Go Eurosport Player DAZN
Discovery Channel 1º settembre 1997 405 HD   HD  
Discovery Channel +1 10 novembre 2008 406 SD  
Eurosport 1 5 febbraio 1989 210 HD   HD
Eurosport 2 10 gennaio 2005 211 HD

NoteModifica

  1. ^ Mediaset Premium: presentati BBC Knowledge e Discovery World, la documentaristica e il factual entertainment nel pacchetto Gallery, in TVBlog.it. URL consultato il 30 maggio 2018.
  2. ^ DMAX entra all'interno della piattaforma gratuita satellitare TivùSat, su digital-sat.it, 17 dicembre 2012. URL consultato il 20 novembre 2015.
  3. ^ Articolo dall'Archivio Storico - AGV, in AGV. URL consultato il 5 febbraio 2018.
  4. ^ Discovery su tivùsat con Focus e Giallo, su tivusat.tv. URL consultato il 5 febbraio 2018.
  5. ^ Nove come TV8, Dopo MTV Scompare Deejay | Teleradioe, su teleradioe.eu, 5 ottobre 2016. URL consultato il 22 gennaio 2021.
  6. ^ 181026 - TIMB MUX 2: ELIMINATA LA VERSIONE IN ALTA DEFINIZIONE DI NOVE - L'ITALIA IN DIGITALE - LA TV DIGITALE TERRESTRE IN ITALIA, su litaliaindigitale.it, 26 ottobre 2018. URL consultato il 18 novembre 2018.
  7. ^ 200410 - MODIFICATI I LOGHI DI REAL TIME E GIALLO - L'ITALIA IN DIGITALE - LA TV DIGITALE TERRESTRE IN ITALIA, su litaliaindigitale.it, 10 aprile 2020. URL consultato il 10 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 10 aprile 2020).
  8. ^ 200416 - MODIFICATI I LOGHI DI K2, FRISBEE, FAMILY CLUB E MOTOR TREND - L'ITALIA IN DIGITALE - LA TV DIGITALE TERRESTRE IN ITALIA, su litaliaindigitale.it, 16 aprile 2020. URL consultato il 17 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2020).
  9. ^ 200421 - MODIFICATI I LOGHI DI NOVE E DMAX - L'ITALIA IN DIGITALE - LA TV DIGITALE TERRESTRE IN ITALIA, su litaliaindigitale.it, 21 aprile 2020. URL consultato il 21 aprile 2020 (archiviato dall'url originale l'8 giugno 2020).
  10. ^ 200424 - MODIFICATI I LOGHI DI FOOD NETWORK E HGTV - L'ITALIA IN DIGITALE - LA TV DIGITALE TERRESTRE IN ITALIA, su litaliaindigitale.it, 24 aprile 2020. URL consultato il 24 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2020).
  11. ^ 201204 - TIVUSAT: NOVE E TV2000 SOLO IN ALTA DEFINIZIONE - L'ITALIA IN DIGITALE - LA TV DIGITALE TERRESTRE IN ITALIA, su litaliaindigitale.it, 4 dicembre 2020. URL consultato il 5 dicembre 2020.
  12. ^ 210112 - TIVUSAT: AGGIUNTA HGTV HD, CAMBIO DI NUMERAZIONE PER MOTOR TREND HD - L'ITALIA IN DIGITALE - LA TV DIGITALE TERRESTRE IN ITALIA [collegamento interrotto], su litaliaindigitale.it, 12 gennaio 2021. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  13. ^ 220606 - MODIFICATI I LOGHI DEI CANALI DEL GRUPPO DISCOVERY CHE DIVENTA WARNER BROS DISCOVERY - L'ITALIA IN DIGITALE - LA TV DIGITALE TERRESTRE IN ITALIA, su litaliaindigitale.it, 6 giugno 2022. URL consultato il 6 giugno 2022.

Collegamenti esterniModifica