Apri il menu principale

Duchi di Bretagna

lista di un progetto Wikimedia
Lo stemma dei duchi di Bretagna dal 1316 al 1514

I duchi della Bretagna si sono succeduti dal 938 (costituzione del Ducato di Bretagna da parte di Alano II Barbastorta, che pose fine al Regno di Bretagna) al 1547 (unione con la corona francese, con Enrico II).

Indice

Capi militari (duces)Modifica

Re di BretagnaModifica

Dall'874 all'876: guerra di successione fra Pascweten, conte di Vannes, e Gurvant; poi dall'876 all'890: guerra di successione fra Alano I il Grande, conte di Vannes et Judicael di Rennes, principe di Poher.

Dal 913 al 931: occupazione normanna da parte di Rögnvald, Felecan e Incon. Nel 931, Alan Barbatorta e Judicael Berengario, conte di Rennes, tentano invano di liberare la Bretagna.

Dal 933 al 937, Guglielmo spadalunga, duca di Normandia, avendo conquistato il Cotentin e l'Avranchin, il territorio che circonda Avranches (Avranchin), si proclamò duca di Bretagna (primo a possedere il titolo).

Duchi di BretagnaModifica

Casato di RennesModifica

Casato di CornovagliaModifica

Conan II diseredò il figlio Hoel III poiché non era realmente suo figlio e designò come suo successore suo nipote (figlio della figlia) Conan IV, sotto la reggenza del genero Eon di Porhoët. Alla sua morte, Eon scarta il figliastro Conan e Hoel tenta di far valere i suoi diritti. Conan si rifugia in Inghilterra e Enrico II d'Inghilterra lo rimette nel suo ducato nel 1156.

Casato di PenthièvreModifica

Casata dei PlantagenetiModifica

  • 1181-1186: Goffredo II, duca jure uxoris, primo marito della duchessa Costanza;
  • 1196-1203: Arturo I, duca (con la madre dal 1196 fino al 1201, pretendente (senza successo) al trono d'Inghilterra e al ducato di Normandia; conte d'Angiò e del Maine.

Casato di ThouarsModifica

Tra il 1206 e il 1207, il re di Francia Filippo II toglie l'amministrazione del ducato a Guy per poi restituirgliela.

Casato capetingio di DreuxModifica

 
Blasone di Bretagna da Giovanni III.

Guerra di successione bretoneModifica

Jeanne de Penthièvre, contessa di Penthièvre e il suo sposo Carlo di Blois († 1364)

La successione si disputava tra Jeanne de Penthièvre, rappresentata dal marito Carlo di Blois, e il fratellastro di suo padre Giovanni di Montfort (Giovanni IV), e poi suo figlio Giovanni (Giovanni V). Nel 1365, per il trattato di Guérande Jeanne de Penthièvre rinunciava al ducato in favore di Giovanni V.

Casato di MontfortModifica

Casato capetingio dei Valois-OrléansModifica

Casato capetingio dei Valois-Orléans-AngoulêmeModifica

  • 1524-1536: Francesco III (1518-1536), Delfino di Francia, primogenito di Francesco I e di Claudia di Francia. Suo padre governò il ducato come usufruttuario.
  • 1536-1559: Enrico (1519-1559), delfino (poi re) di Francia, figlio minore di Francesco I e Claudia. Portò il titolo senza essere stato incoronato a Rennes. Diverrà re di Francia come Enrico II nel 1547.

Dopo l'editto d'Unione della Bretagna alla Francia del 1532, la popolazione di Nantes accoglierà più volte il re francese al grido di « Vive le Duc! » (Viva il Duca).

GenealogiaModifica

Altre titolazioniModifica

Pretendenti al ducato di BretagnaModifica

Titoli appannagistiModifica

17041705: Luigi di Francia (1704-1705), bisnipote del Re Sole. Gli fu dato il titolo dal bisnonno alla nascita, ma morì a 9 mesi. 17071712: Luigi di Francia (1707-1712), fratello del precedente. Gli venne dato il titolo dal bisnonno e divenne anche Delfino di Francia alla morte di suo padre, Luigi di Borbone-Francia.

Titoli di cortesiaModifica

19731984: François de Bourbon (1972-1984), erede al trono di Francia e figlio di Alfonso di Borbone, « duca d'Angiò e di Cadice », pretendente al trono di Francia. Gli venne dato il titolo dal nonno Jacques Henri de Bourbon il 13 ottobre 1973, François de Bourbon ricevette anche il titolo di duca di Borbone dopo la morte del nonno nel 1975.

Voci correlateModifica