Apri il menu principale
Eurovision Song Contest 1987
EdizioneXXXII (32ª)
PeriodoFinale
9 maggio 1987
SedePalais de Centenaire, Bruxelles, Belgio Belgio
PresentatoreViktor Lazlo
Trasmissione TVRTBF in Eurovisione
Partecipanti22
Paesi debuttanti-
RitorniGrecia Grecia
Italia Italia
VincitoreIrlanda Irlanda (3°)
con la canzone:
Hold Me Now
SecondoGermania Ovest Germania Ovest
TerzoItalia Italia
Cronologia
19861988

Il trentaduesimo Gran Premio Eurovisione della Canzone si tenne a Bruxelles (Belgio) il 9 maggio 1987.

StoriaModifica

A causa delle polemiche fra la televisione di lingua francese, la vallone RTBF, e quella di lingua olandese, la fiamminga VRT, si dovette scegliere quale TV avrebbe organizzato il “Gran Premio dell'Eurovisione” del 1987. Nel 1986 vinse una candidata vallone, ma nel 1987 toccava alla televisione fiamminga scegliere il candidato belga; quest'ultima avrebbe voluto anche organizzare il concorso, ma la RTBF non fu d'accordo e insistette, riuscendo nell'intento, per organizzare il “Gran Premio”. Il ritorno della Grecia e dell'Italia portarono il numero di partecipanti a 22. L'ESC fu vinto da Johnny Logan col brano Hold me now per l'Irlanda; il cantante fu il primo e, sinora, ultimo a vincere il concorso per due volte. Plastic Bertrand, per il Lussemburgo, fu ventunesimo col brano Amour-amour. L'Italia ritorna alla grande all'Eurofestival, con Umberto Tozzi e Raf che si piazzano al terzo posto con Gente di mare. Secondo alcune dichiarazioni, in questa edizione doveva debuttare l'Unione Sovietica.

Stati partecipantiModifica

 

     Stati partecipanti

     Paesi che hanno partecipato in passato ma non nel 1987

Stato Artista Brano Lingua Processo di selezione
  Austria Gary Lux Kinder dieser Welt Tedesco Interno
  Belgio (organizzatore) Liliane Saint-Pierre Soldiers of Love Olandese Eurosong 1987, 14 marzo 1987
  Cipro Alexia Aspro Mavro Greco Interno
  Danimarca Anne-Cathrine Herdorf & Bandjo En lille melodi Danese Dansk Melodi Grand Prix 1987, 28 febbraio 1987
  Finlandia Vicky Rosti Sata salamaa Finlandese Euroviisukarsinta 1987, 21 febbraio 1987
  Francia Christine Minier Les mots d'amour n'ont pas de dimanche Francese Finale nazionale, 4 aprile 1987
  Germania Wind Lass die Sonne in dein Herz Tedesco Ein Lied für Brüssel, 26 marzo 1987
  Grecia Bang Stop Greco Ellinikós Telikós 1986, 26 marzo 1987
  Irlanda Johnny Logan Hold Me Now Inglese Eurosong 1987, 8 marzo 1987
  Islanda Halla Margrét Árnadóttir Hægt og hljótt Islandese Söngvakeppni Sjónvarpsins 1987
  Israele Lazy Bums Shir Habatlanim Ebraico Kdam Eurovision 1987
  Italia Umberto Tozzi & Raf Gente di mare Italiano Festival di Sanremo 1987 per l'artista, 7 febbraio 1987; scelta interna per il brano[1]
  Jugoslavia Novi fosili Ja sam za ples Croato Jugovizija 1987, 7 marzo 1987
  Lussemburgo Plastic Bertrand Amour, Amour Francese Interno
  Norvegia Kate Gulbrandsen Mitt liv Norvegese Melodi Grand Prix 1987, 28 febbraio 1987
  Paesi Bassi Marcha Rechtop in de wind Olandese Selezione interna per l'artista; Nationaal Songfestival 1987 per il brano, 25 marzo 1987
  Portogallo Nevada Neste barco à vela Portoghese Festival da Canção 1987, 7 marzo 1987
  Regno Unito Rikki Only the Light Inglese A Song For Europe 1987, 10 aprile 1987
  Spagna Patricia Kraus No estás solo Spagnolo Interno
  Svezia Lotta Engberg Boogaloo Svedese Melodifestivalen 1987, 21 febbraio 1987
  Svizzera Carol Rich Moitié, moitié Francese Concours Eurovision 1987, 31 gennaio 1987
  Turchia Seyyal Taner & Lokomotif Şarkım Sevgi Üstüne Turco 11. Eurovision Şarkı Yarışması Türkiye Finali, 21 febbraio 1987

Artisti ritornantiModifica

  • Gary Lux (Austria 1983 - come una parte del gruppo "Westend", Austria 1985)
  • Wind (Germania 1985)
  • Johnny Logan (Irlanda 1980 - il vincitore)

Struttura di votoModifica

Ogni paese premia con dodici, dieci, otto e dal sette all'uno, punti per le proprie dieci canzoni preferite.

OrchestraModifica

Diretta dai maestri: Laszlo Bencker (Germania), Jo Carlier (Cipro), Terje Fjaern (Norvegia), Ronnie Hazlehurst (Regno Unito), Curt-Eric Holmquist (Svezia), Nikica Kalogjera (Jugoslavia), Noel Kelehan (Irlanda), Henrik Krogsgård (Danimarca), Eduardo Leiva (Spagna), Gianfranco Lombardi (Italia), Garo Mafyan (Turchia), Alec Mansion (Lussemburgo), Giorgos Niarchos (Grecia), Jaime Oliveira (Portogallo), Kobi Oshrat (Israele), Richard Österreicher (Austria), Jean-Claude Petit (Francia), Hjalmar Ragnarsson (Islanda), Ossi Runne (Finlandia), Freddy Sunder (Belgio) e Rogier van Otterloo (Paesi Bassi). La canzone svizzera non ha utilizzato l'accompagnamento orchestrale.

ClassificaModifica

Stato Cantante Canzone Punti Posizione
01   Norvegia Kate Gulbrandsen Mitt liv 65 9
02   Israele Lazy Bums Shir ha-batlanim 73 8
03   Austria Gary Lux Nur noch Gefühl 8 20
04   Islanda Halla Margrét Árnadóttír Hægt og hljótt 28 16
05   Belgio Liliane Saint-Pierre Soldiers Of Love 56 11
06   Svezia Lotta Engberg Fyra Bugg och en Coca-Cola 50 12
07   Italia Umberto Tozzi e Raf Gente di mare 103 3
08   Portogallo Nevada Neste barco à vela 15 18
09   Spagna Patricia Kraus No estás solo 10 19
10   Turchia Seyyal Taner & Grup Lokomotif Şarkım sevgi üstüne 0 22
11   Grecia Bang Stop 64 10
12   Paesi Bassi Marcha Rechtop in de wind 83 5
13   Lussemburgo Plastic Bertrand Amour, amour 4 21
14   Regno Unito Rikki It's Only The Light 47 13
15   Francia Christine Minier Les mots d'amour n'ont pas de dimanche 44 14
16   Germania Wind Laß die Sonne in dein Herz 141 2
17   Cipro Alexia Aspro, mavro 80 7
18   Finlandia Vicky Rosti & Boulevard Sata salamaa 32 15
19   Danimarca Anne-Cathrine Herdorf & Drengene En lille melodi 83 5
20   Irlanda Johnny Logan Hold Me Now 172 1
21   Jugoslavia Novi Fosili Ja sam za ples 92 4
22   Svizzera Carol Rich Moitié, moitié 26 17

12 punti

N. A Da
8   Irlanda Austria, Belgio, Finlandia, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito, Svezia, Svizzera
5   Italia Germania, Irlanda, Jugoslavia, Portogallo, Spagna
2   Germania Danimarca, Islanda
2   Jugoslavia Norvegia, Turchia
1   Cipro Grecia
1   Francia Lussemburgo
1   Grecia Cipro
1   Paesi Bassi Francia
1   Svezia Israele

NoteModifica

  1. ^ A vincere il festival fu Umberto Tozzi, Raf venne selezionato successivamente.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica