Germana Monteverdi

attrice e giornalista italiana
Germana Monteverdi

Germana Monteverdi (Milano, 1932) è un'attrice e giornalista italiana.

BiografiaModifica

Nata a Milano, dopo l'Accademia d'Arte Drammatica si dedica al teatro per tredici anni. Recita in varie compagnie di giro: al Piccolo di Bolzano con Fantasio Piccoli, al Piccolo di Torino[1] con Gianfranco De Bosio, al Piccolo di Milano con Virginio Puecher, nella compagnia “degli Associati” con Giancarlo Sbragia[2], suo compagno di vita. Finita dopo sette anni la storia sentimentale accanto a Giancarlo Sbragia lascia il teatro. A sedici anni aveva vinto un concorso per un racconto indetto da Annabella, settimanale Rizzoli diretto da Giorgio Scerbanenco[3]. Da allora ha sempre scritto per lo stesso giornale, Oggi, pur recitando; ma chiudendo la sua carriera teatrale decide di dedicarsi al giornalismo, come nuova carriera.

Scrive una trasmissione per la Rai “Di che segno sei?” durata un anno e collabora alla trasmissione di Maurizio Costanzo. Entra alla Rizzoli, al settimanale Oggi dove rimarrà per 25 anni come inviato speciale. Inizia occupandosi di cinema, frequentando i vari festival cinematografici. Poi si dedica alle inchieste. Inizia sperimentando il giornalismo cosiddetto “on the road” girando tutta l'Italia in auto-stop, scegliendo uomini soli a bordo di macchine, dalla Ferrari alla 500, e raccogliendo le loro confidenze con un registratore nella borsa. Per la prima volta riesce a intervistare circa 200 prostitute, da quelle dal costo di duemila lire, sotto i ponti di Tor di Quinto a quelle di lusso, a disposizione delle grandi aziende con regolare stipendio.

Risponde a 150 annunci matrimoniali dal Messaggero di Roma al Corriere della Sera, ogni volta presentandosi “perfetta” secondo le richieste degli uomini degli annunci. L'esperienza rivela situazioni molto divertenti e altre molto drammatiche. Riesce a ottenere il permesso di entrare nelle carceri femminili dove vivono le ergastolane, a Trani, a Perugia, a Venezia. Conquista le loro confidenze e le loro storie saranno pubblicate a puntate svelando storie incredibili. Visita i maggiori manicomi d'Italia, partendo da Trieste durante i mesi della loro chiusura e del lavoro di Franco Basaglia.

Nel 1979 sposa l'attore Luc Merenda.

Con Tina Lagostena Bassi scrive il libro “Una vita speciale” (Storia del famoso avvocato che ha dedicato il suo lavoro e la sua vita alla difesa delle donne). In pensione torna al suo primo amore, scrive per il teatro.

Prosa televisiva RAIModifica

PubblicazioniModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Le Teche RAI, la prosa televisiva dal 1954 al 2008

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN96735535