Giovanni di Sassonia

sovrano tedesco
(Reindirizzamento da Giovanni I di Sassonia)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'astronomo medievale, vedi Giovanni di Sassonia (astronomo).
Giovanni I di Sassonia
Louis Ferdinand von Rayski - König Johann von Sachsen, 1870.jpg
Giovanni I di Sassonia ritratto da Ferdinand von Rayski nel 1870
Re di Sassonia
Stemma
In carica 9 agosto 1854 –
29 ottobre 1873
Predecessore Federico Augusto II
Successore Alberto
Nome completo in tedesco: Johann Nepomuk Maria Joseph Aston Xaver Vincenz Aloys Franz de Paula Stanislaus Bernhard Paul Felix Damasus
Trattamento Sua Maestà
Nascita Dresda, 12 dicembre 1801
Morte Pillnitz, Dresda, 29 ottobre 1873
Luogo di sepoltura Cattedrale di Dresda
Casa reale Wettin
Padre Massimiliano di Sassonia
Madre Maria Carolina di Parma
Consorte Amalia Augusta di Baviera
Figli Maria Augusta
Alberto
Maria Elisabetta
Federico
Giorgio
Maria Sidonia
Anna Maria
Margherita
Maria Sofia
Religione cattolicesimo

Giovanni I di Sassonia (Dresda, 12 dicembre 1801Pillnitz, 29 ottobre 1873) fu re di Sassonia e membro della casata di Wettin.

BiografiaModifica

Giovanni era figlio del principe Massimiliano di Sassonia, figlio minore del principe elettore Federico Cristiano di Sassonia, e della sua prima moglie, Carolina di Borbone-Parma.

Inizialmente Giovanni aveva poche possibilità di ereditare la corona sassone. Nel 1822, però, quando suo fratello maggiore Clemente morì celibe in Italia, Giovanni era preceduto solo da un altro fratello maggiore Federico Augusto.

Nel 1827, quando suo zio Antonio divenne re. Giovanni divenne terzo in linea di successione al trono e, dopo che suo padre Massimiliano ebbe rinunciato ai propri diritti di successione nel 1830, divenne secondo in linea di successione. Nel 1836 suo fratello Federico Augusto divenne re e Giovanni divenne l'erede al trono.

MatrimonioModifica

Sposò, il 21 novembre 1822 a Dresda, la principessa Amalia Augusta di Baviera (1801-1877), figlia del re Massimiliano I di Baviera e della sua seconda moglie, Carolina di Baden. La sorella gemella di Amalia, Elisabetta, divenne regina consorte del re Federico Guglielmo IV di Prussia.

La coppia ebbe nove figli:

Re di SassoniaModifica

Giovanni divenne re di Sassonia alla morte del fratello Federico Augusto II, avvenuta nel 1854.

Durante il suo regno si giunse alla definizione di un trattato commerciale con la Francia (1862) e al riconoscimento del neonato Regno d'Italia. Dopo la sconfitta di Sadowa, la Sassonia si unì alla Confederazione della Germania del Nord. Venne concesso un finanziamento speciale per le scuole e l'istruzione superiore. L'Accademia delle Scienze sassone fu sponsorizzata da lui e fu fondata nel 1863 la rivista "Nuovo Archivio di Storia sassone".

TraduttoreModifica

Accanto alla politica Giovanni di Sassonia si occupò di letteratura. Sotto lo pseudonimo di Philalethes ("Amico della verità"), Giovanni tradusse in tedesco la Divina Commedia di Dante.

MorteModifica

Giovanni morì a Pillnitz e venne succeduto dal figlio Alberto.

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Augusto III di Polonia Augusto il Forte  
 
Cristiana Eberardina di Brandeburgo-Bayreuth  
Federico Cristiano, Elettore di Sassonia  
Arciduchessa Maria Giuseppa d'Austria Giuseppe I, Sacro Romano Imperatore  
 
Guglielmina Amalia di Brunswick-Lüneburg  
Massimiliano, Principe Ereditario di Sassonia  
Carlo VII, Sacro Romano Imperatore Massimiliano II Emanuele, Elettore di Baviera  
 
Teresa Cunegonda Sobieska di Polonia  
Duchessa Maria Antonia di Baviera  
Arciduchessa Maria Amalia d'Austria Giuseppe I, Sacro Romano Imperatore  
 
Guglielmina Amalia di Brunswick-Lüneburg  
Giovanni di Sassonia  
Filippo I, Duca di Parma Filippo V di Spagna  
 
Elisabetta Farnese  
Ferdinando I, Duca di Parma  
Luisa Elisabetta di Francia Luigi XV di Francia  
 
Maria Leszczyńska  
Principessa Carolina di Parma  
Francesco I, Sacro Romano Imperatore Leopoldo, Duca di Lorena  
 
Elisabetta Carlotta d'Orléans  
Arciduchessa Maria Amalia d'Austria  
Maria Teresa d'Austria Carlo VI, Sacro Romano Imperatore  
 
Elisabetta Cristina di Brunswick-Wolfenbüttel  
 

OnorificenzeModifica

Onorificenze sassoniModifica

  Gran Maestro dell'Ordine della Corona Fiorata
  Gran Maestro dell'Ordine Militare di Sant'Enrico
  Gran Maestro dell'Ordine Reale di Alberto di Sassonia
  Gran Maestro dell'Ordine Civile di Sassonia

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro
  Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata
— 1850
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 1850
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria
  Cavaliere dell'Ordine Pour le Mérite (classe di pace)
— 1868

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN264763675 · ISNI (EN0000 0001 0814 4883 · LCCN (ENnr00031973 · GND (DE118712322 · BAV (EN495/166215 · CERL cnp00398639 · WorldCat Identities (ENlccn-nr00031976