Girolamo Grimaldi (1674-1733)

cardinale e arcivescovo cattolico italiano
Girolamo Grimaldi
cardinale di Santa Romana Chiesa
Girolamo Grimaldi (1674-1733).jpg
Template-Cardinal.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato15 novembre 1674 a Genova
Ordinato diacono19 marzo 1709
Ordinato presbitero7 aprile 1709
Nominato arcivescovo5 ottobre 1712 da papa Clemente XI
Consacrato arcivescovo9 aprile 1713 dal vescovo Philips-Erard van der Noot
Creato cardinale2 ottobre 1730 da papa Clemente XII
Deceduto18 novembre 1733 (59 anni) ad Ischia
 

Girolamo Grimaldi (Genova, 15 novembre 1674Ischia, 18 novembre 1733) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Nato nel 1674, Girolamo era membro della nobile famiglia genovese dei Grimaldi (dai quali erano discesi anche i principi di Monaco), la quale ebbe tra le proprie schiere altri uomini di chiesa di grande importanza come Girolamo Grimaldi (1527), Girolamo Grimaldi-Cavalleroni (1643) e Nicola Grimaldi (1706).

Intrapresi gli studi all'Università di Avignone, ivi ottenne il dottorato in utroque iure il 26 giugno 1705. Ricevette gli ordini minori l'8 settembre 1708, il suddiaconato il 17 marzo 1709 ed il diaconato il 19 marzo dello stesso anno. Venne ordinato sacerdote il 7 aprile 1709, venendo subito nominato internunzio a Bruxelles.

Eletto arcivescovo titolare di Edessa di Osroene il 5 ottobre 1712, venendo quindi destinato alla carica di nunzio apostolico in Polonia (20 dicembre 1712). Venne consacrato arcivescovo il 9 aprile 1713. Nominato assistente al Trono Pontificio il 17 gennaio 1713, divenne visitatore apostolico alla Chiesa Armena nella città e diocesi di Lvov, in Polonia, a partire dal 21 giugno 1720. Visitatore Apostolico nella chiesa Ruteniana di Russia e Lituania dal 22 giugno di quello stesso anno, dal 15 novembre 1720 divenne Nunzio Apostolico in Austria.

Creato cardinale presbitero il 2 ottobre 1730, ricevette la porpora ed il titolo cardinalizio di Santa Balbina il 3 settembre 1731. Divenuto legato a Bologna per un triennio dall'11 dicembre 1730, divenne in seguito anche legato per i ducati di Parma e Piacenza (pur mantenendo i propri incarichi) dal 5 ottobre 1731.

Mentre viaggiava da Napoli verso la nativa Genova su un vascello inglese, cadde malato di una febbre molto virulenta che lo uccise ad Ischia il 18 novembre 1733. La sua salma, trasferita a Genova, venne sepolta nella chiesa di San Filippo.

Genealogia episcopale e successione apostolicaModifica

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN89071006 · ISNI (EN0000 0000 6193 7068 · GND (DE116836083 · BAV (EN495/223606 · CERL cnp02027583 · WorldCat Identities (ENviaf-89071006