Graham Potter

allenatore di calcio ed ex calciatore inglese
Graham Potter
Graham Potter at Östersunds FK in 2017. (cropped).jpg
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 185 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Brighton
Ritirato 2005 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1992-1993 Birmingham City 25 (2)
1993 Wycombe 3 (0)
1993-1996 Stoke City 45 (1)
1996 Southampton 8 (0)
1997 West Bromwich 6 (0)
1997 Northampton Town 3 (0)
1997 Northampton Town 1 (0)
1998-1999 West Bromwich 29 (0)
1999 Reading 4 (0)
2000 West Bromwich 8 (0)
2000-2003 York City 114 (5)
2003 Boston Utd 8 (0)
2003 Shrewsbury Town 5 (0)
2004 Boston Utd 4 (0)
2004-2005 Macclesfield Town 57 (8)
Nazionale
1996 Inghilterra Inghilterra U-21 1 (0)
Carriera da allenatore
2011-2018Östersund
2018-2019Swansea City
2019-Brighton
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 giugno 2018

Graham Stephen Potter (Solihull, 20 maggio 1975) è un allenatore di calcio ed ex calciatore inglese, di ruolo difensore, tecnico del Brighton.

CarrieraModifica

CalciatoreModifica

Come calciatore ha collezionato 8 presenze in Premier League, tutte con la maglia del Southampton tra l'agosto e il dicembre 1996. Ha all'attivo anche più di 100 apparizioni in First Division, frutto delle parentesi al Birmingham City, allo Stoke City e al West Bromwich Albion.

AllenatoreModifica

Abbandonata l'attività di giocatore, nel dicembre 2006 si è laureato in scienze sociali presso la Open University. Ha poi lavorato come responsabile sviluppo per la squadra calcistica dell'Università di Hull e come allenatore della Nazionale universitaria inglese.[1]

Dopo aver lasciato l'Università di Hull, nel luglio 2008 si è unito all'Università di Leeds per ricoprire l'incarico di manager, ruolo mantenuto fino al gennaio 2011 quando ha accettato l'offerta degli svedesi dell'Östersund. All'epoca il club militava nella quarta serie nazionale, ma grazie alle due promozioni consecutive ha raggiunto la Superettan nel giro di due anni. Al termine della stagione 2013 ha ufficializzato un rinnovo biennale con il club scandinavo.[2]

Il 27 ottobre 2015 ha conquistato una storica promozione che ha permesso all'Östersund di disputare il primo campionato di Allsvenskan della sua storia.[3] A fine stagione il suo nome è stato accostato alla panchina dello Swansea City in Premier League,[4] ma Potter è comunque rimasto alla guida dei rossoneri svedesi, condotti all'8º posto nell'Allsvenskan 2016.

Il 13 aprile 2017 ha portato la squadra a raggiungere un nuovo traguardo, vincendo la finale di Coppa di Svezia 2016-2017 per 4-1 sull'IFK Norrköping.[5]

La conquista della Coppa di Svezia ha permesso all'Östersund di partecipare per la prima volta alla Europa League: la formazione rossonera è riuscita a superare tutti i turni preliminari, eliminando rispettivamente i turchi del Galatasaray, i lussemburghesi del Fola Esch e i greci del PAOK Salonicco. Nell'arco di sei anni Potter è così riuscito a portare la sua squadra dalla quarta serie nazionale alla fase a gironi di Europa League, anch'essa superata nonostante la presenza di avversari più quotati come Athletic Bilbao, Hertha Berlino e Zorja. È stato anche l'unico manager britannico a partecipare alle fasi finali delle competizioni UEFA 2017-2018.[6] La corsa dell'Östersund in Europa League è terminata solo ai sedicesimi di finale contro l'Arsenal di Arsène Wenger, uscendo dalla competizione con una prestigiosa ma inutile vittoria all'Emirates Stadium nella sfida di ritorno.[7]

Nonostante il contratto fino al 2021 stipulato solo pochi mesi prima,[8] il 4 giugno 2018 Potter (insieme all'assistente Billy Reid) è diventato l'allenatore dello Swansea City in cambio di un indennizzo di circa 800.000 euro versati nelle casse dell'Östersund, stando alla stampa svedese.[9] Il suo arrivo ha portato la squadra bianconera, che era reduce dalla retrocessione dalla Premier League alla Championship, ad avere il quinto allenatore diverso nell'arco di 19 mesi.[10]

Dopo un solo anno lascia lo Swansea (con cui è arrivato 10º) per accasarsi in Premier League al Brighton.[11]

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Wycombe: 1992-1993

AllenatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Östersund: 2016-2017
  • Division 1 Norra: 1
Östersund: 2012

NoteModifica

  1. ^ (EN) Hull football star scores national coaching role, hull.ac.uk (via archive.org), 14 aprile 2008 (archiviato dall'url originale il 21 aprile 2008).
  2. ^ (SV) Graham Potter: "ÖFK var enda alternativet", sverigesradio.se, 7 novembre 2013.
  3. ^ (SV) Östersund klart för spel i allsvenskan, aftonbladet.se, 27 ottobre 2015.
  4. ^ (SV) Osannolika kandidaten till Premier League-jobb, aftonbladet.se, 11 dicembre 2015.
  5. ^ (SV) Östersund mot Europa!, svenskfotboll.se, 13 aprile 2017.
  6. ^ (SV) Ostersunds FK 2-0 PAOK Salonika - BBC Sport, bbc.co.uk, 24 agosto 2017.
  7. ^ (EN) Arsenal 1-2 Ostersunds FK (4-2 agg), bbc.com, 22 febbraio 2018.
  8. ^ (SV) OFFICIELLT: Graham Potter förlänger med Östersunds FK, fotbolltransfers.com, 20 marzo 2018.
  9. ^ (SV) Uppgifter: Så mycket får Östersund för Potter, fotbolltransfers.com, 5 giugno 2018.
  10. ^ (EN) Swansea to appoint Graham Potter as their new manager, theguardian.com, 4 giugno 2018.
  11. ^ (EN) Potter Appointed New Head Coach, su brightonandhovealbion.com. URL consultato il 25 gennaio 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica