Gran Premio motociclistico delle Nazioni 1971

Italia GP delle Nazioni 1971
217º GP della storia del Motomondiale
11ª prova su 12 del 1971
Monza 1957.jpg
Data 12 settembre 1971
Nome ufficiale 49° GP delle Nazioni
Luogo Autodromo Nazionale di Monza
Percorso 5,750 km
Circuito stradale
Risultati
Classe 500
192º GP nella storia della classe
Distanza 32 giri, totale 184,000 km
Pole position Giro veloce
Italia Giacomo Agostini
MV Agusta in 1' 41" 2 a 204,545 km/h
(nel giro 8 di 32)
Podio
1. Italia Alberto Pagani
MV Agusta
2. Italia Gianpiero Zubani
Kawasaki
3. Regno Unito Dave Simmonds
Kawasaki
Classe 350
171º GP nella storia della classe
Distanza 24 giri, totale 138,000 km
Pole position Giro veloce
Italia Giacomo Agostini
MV Agusta in 1' 46" 2 a 194,915 km/h
(nel giro 4 di 24)
Podio
1. Finlandia Jarno Saarinen
Yamaha
2. Italia Silvio Grassetti
MZ
3. Regno Unito Barry Randle
Yamaha
Classe 250
193º GP nella storia della classe
Distanza 20 giri, totale 115,000 km
Pole position Giro veloce
Australia John Dodds
Yamaha in 1' 49" 6 a 188,868 km/h
(nel giro 17[1] di 20)
Podio
1. Svizzera Gyula Marsovszky
Yamaha
2. Australia John Dodds
Yamaha
3. Italia Silvio Grassetti
MZ
Classe 125
185º GP nella storia della classe
Distanza 16 giri, totale 92,000 km
Pole position Giro veloce
Italia Gilberto Parlotti
Morbidelli in 1' 54" 6 a 180,628 km/h
(nel giro 16 di 16)
Podio
1. Italia Gilberto Parlotti
Morbidelli
2. Spagna Ángel Nieto
Derbi
3. Regno Unito Barry Sheene
Suzuki
Classe 50
81º GP nella storia della classe
Distanza 10 giri, totale 57,500 km
Pole position Giro veloce
Paesi Bassi Jan de Vries
Kreidler in 2' 10" a 159,230 km/h
(nel giro 10 di 10)
Podio
1. Paesi Bassi Jan de Vries
Kreidler
2. Spagna Ángel Nieto
Derbi
3. Italia Gilberto Parlotti
Derbi

Il Gran Premio motociclistico delle Nazioni fu il penultimo appuntamento del motomondiale 1971.

Si svolse il 12 settembre 1971 presso l'Autodromo di Monza alla presenza di 40.000 spettatori. Corsero tutte le classi tranne i sidecar.

Jarno Saarinen (48) tallonato da Theo Bult (11) in una fase della gara nella classe 250

Giacomo Agostini si ritirò clamorosamente in 350 e 500: a tradirlo problemi meccanici alla sua MV Agusta tre cilindri. Anche il suo compagno di squadra Alberto Pagani si dovette ritirare nella 350 (la nuova MV 350 quattro cilindri, che portava al debutto, si dimostrò molto fragile), mentre si rifece vincendo la mezzo litro. La vittoria in 350 andò a Jarno Saarinen.

In 250 lo svizzero Gyula Marsovszky ottenne la sua prima vittoria iridata; nella successiva gara della 500 cadde a Lesmo fratturandosi l'avanbraccio.

Vittoria per la Morbidelli di Gilberto Parlotti in 125 su Ángel Nieto. Lo spagnolo fu secondo anche nella gara della 50 (vinta da Jan de Vries).

In occasione del GP si svolse anche la prima finale del Campionato Italiano Juniores, vinta da Michele Ancona (MotoBi 175) e Mario Lega (Yamaha 250).

Classe 500Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Alberto Pagani MV Agusta 58' 08" 3 15
2   Gianpiero Zubani Kawasaki +1' 07" 7 12
3   Dave Simmonds Kawasaki +1' 08" 4 10
4   Phil Read Ducati +1' 42" 8 8
5   Jack Findlay Suzuki +1 giro 6
6   Keith Turner Suzuki +1 giro 5
7   Lothar John Yamaha +2 giri 4
8   Piet van der Wal Kawasaki +3 giri 3
9   Giordano Mongardi Ducati +4 giri 2
10   Bosse Granath Husqvarna +6 giri 1

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo ritiro
  Gyula Marsovszky LinTo caduta
  Kurt-Ivan Carlsson Yamaha
  Maurice Hawthorne Kawasaki
  Paolo Campanelli Kawasaki
  Frank Perris LinTo
  Roberto Gallina Paton
  Ron Chandler Kawasaki
  Paul Eickelberg Yamaha
  Giacomo Agostini MV Agusta rottura
  Karl Auer Matchless
  Jean Campiche Honda caduta
  Benedetto Zambotti Kawasaki
  John Dodds König
  Bruno Spaggiari Ducati
  Sergio Baroncini Ducati
  Silvano Bertarelli Kawasaki
  Vasco Loro Yamaha

Classe 350Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Jarno Saarinen Yamaha 44' 16" 7 15
2   Silvio Grassetti MZ +0" 5 12
3   Barry Randle Yamaha +2" 8 10
4   Walter Sommer Yamaha +13" 4 8
5   Kurt-Ivan Carlsson Yamaha +14" 6
6   Teuvo Länsivuori Yamaha +46" 5
7   Bosse Granath Yamaha 4
8   Keith Turner Yamaha 3
9   László Szabó Yamaha 2
10   Giuseppe Consalvi Yamaha 1
11   Enzo Simonetti Yamaha
12   Tommy Robb Yamaha
13   Billie Nelson Yamaha

Classe 250Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos Pilota Moto Tempo Punti
1   Gyula Marsovszky Yamaha 35' 12" 30 15
2   John Dodds Yamaha +2' 00" 35 12
3   Silvio Grassetti MZ +2' 00" 40 10
4   Rodney Gould Yamaha +2' 00" 41 8
5   Jarno Saarinen Yamaha +2' 14" 9 6
6   Phil Read Yamaha +2' 15" 4 5
7   Theo Bult Yamsel +2' 15" 7 4
8   Dieter Braun Yamaha +2' 20" 9 3
9   László Szabó Yamaha +2' 32" 6 2
10   Börje Jansson Yamasaki[2] +2' 33" 5 1
11   Renzo Pasolini Aermacchi
12   Kent Andersson Yamaha

Classe 125Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos Pilota Moto Tempo Punti
1   Gilberto Parlotti Morbidelli 31' 41" 3 15
2   Ángel Nieto Derbi +0" 7 12
3   Barry Sheene Suzuki +2" 1 10
4   Börje Jansson Maico +7" 2 8
5   Harald Bartol Suzuki +21" 3 6
6   Dave Simmonds Kawasaki +28" 5
7   Kent Andersson Yamaha +31" 8 4
8   Toni Gruber Maico +1' 29" 3
9   Thomas Heuschkel MZ +1 giro 2
10   Eugenio Lazzarini Maico 1

Classe 50Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos Pilota Moto Tempo Punti
1   Jan de Vries Kreidler 22' 25" 8 15
2   Ángel Nieto Derbi +0" 5 12
3   Gilberto Parlotti Derbi +54" 10
4   Jos Schurgers Kreidler +1' 08" 8 8
5   Rudolf Kunz Kreidler +1' 14" 6
6   Jarno Saarinen Kreidler +1' 31" 5 5
7   Herman Meijer Jamathi +1' 55" 2 4
8   Leo Commu Jamathi +2' 00" 5 3
9   Alberto Ieva Morbidelli +1 giro 2
10   Ryszard Mankiewicz Kreidler 1

NoteModifica

  1. ^ Il giro più veloce fu eguagliato da Marsovszky.
  2. ^ Trattasi di una special a telaio Kawasaki e motore Yamaha.

Fonti e bibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Motomondiale - Stagione 1971
                       
   

Edizione precedente:
1970
Gran Premio motociclistico d'Italia
Altre edizioni
Edizione successiva:
1972