I Was a Teenage Werewolf

film del 1957 diretto da Gene Fowler Jr.
I Was a Teenage Werewolf
I Was a Teenage Werewolf.png
Una scena del film
Titolo originaleI Was a Teenage Werewolf
Lingua originaleInglese
Paese di produzioneUSA
Anno1957
Durata76 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,85 : 1
Genereorrore
RegiaGene Fowler Jr.
SoggettoHerman Cohen e Aben Kandel dietro lo pseudonimo di Ralph Thornton
SceneggiaturaHerman Cohen e Aben Kandel dietro lo pseudonimo di Ralph Thornton
ProduttoreHerman Cohen
Casa di produzioneSunset Productions
FotografiaJoseph La Shelle
MusichePaul Dunlap
ScenografiaLeslie Thomas
TruccoPhilip Scheer e Fae Smith
Interpreti e personaggi

I Was a Teenage Werewolf è un film del 1957 diretto da Gene Fowler Jr. ed interpretato da Michael Landon, Yvonne Lime e Whit Bissell. È stato co-scritto e prodotto dal produttore di film cult Herman Cohen ed è stato uno dei film di maggior successo distribuiti dall'American International Pictures (AIP).[1]

È stato originariamente rilasciato come doppia programmazione con Invasori dall'altro mondo.[2] La versione includeva la tagline, "Ti sfidiamo a vedere i film più incredibili dei nostri tempi!"

TramaModifica

Tony Rivers, un adolescente problematico di Rockdale High, è noto per perdere facilmente la pazienza e reagire in modo eccessivo. Una lotta nel campus tra Tony e il compagno di classe Jimmy attira l'attenzione della polizia locale, in particolare del Detective Donovan. Donovan interrompe la lotta e consiglia a Tony di parlare con uno "psicologo" che lavora nello stabilimento aeronautico locale, il dottor Alfred Brandon, un praticante di ipnoterapia.

Tony si rifiuta, ma la sua ragazza Arlene, così come suo padre, mostrano preoccupazione per il suo comportamento violento. Più tardi, ad una festa di Halloween nella "casa stregata", una vecchia casa in cui si ritrovano molti adolescenti, Tony attacca il suo amico Vic dopo essere stato sorpreso da dietro. Dopo aver visto le espressioni scioccate sui volti dei suoi amici, si rende conto di aver bisogno di aiuto e si reca dal dottor Brandon.

Alla prima visita di Tony, tuttavia, Brandon chiarisce che il ragazzo sarà un argomento eccellente per i suoi esperimenti con un siero scopolamina che ha sviluppato che regredisce le personalità ai loro istinti primitivi. Brandon crede che l'unico futuro che l'umanità ha è quello di "riportarla al suo stato primitivo". Sebbene l'assistente di Brandon, il dott. Hugo Wagner, protesti che l'esperimento potrebbe uccidere Tony, Brandon continua a portarlo avanti ed in due sessioni suggerisce a Tony di essere un animale selvatico.

Quella notte, dopo una piccola festa nella casa stregata, Tony porta Arlene a casa; ed uno dei loro amici, Frank, viene attaccato ed ucciso mentre sta camminando verso casa attraverso i boschi. Mentre Donovan e il capo della polizia Baker esaminano le fotografie della vittima ed attendono un'autopsia, Pepi, bidello della stazione di polizia, convince l'ufficiale Chris Stanley a fargli vedere le foto. Pepi, originario dei Carpazi, dove i lupi mannari, "esseri umani posseduti dai lupi", sono comuni, riconosce immediatamente i segni sul corpo di Frank, con grande incredulità di Chris, che si oppone all'idea di un lupo mannaro.

Il giorno successivo, dopo un'altra sessione con Brandon, durante la quale Tony dice al dottore che sente che c'è qualcosa di molto sbagliato in lui, Tony parla con Miss Ferguson, la preside di Rockdale High. Miss Ferguson dice a Tony che è contenta di lui; Brandon gli ha dato un rapporto positivo sul suo comportamento; e che intende raccomandare Tony per farlo entrare nello State College. Mentre Tony lascia l'ufficio della preside soddisfatto della buona notizia, passa davanti alla palestra dove Theresa si esercita da sola. Una campanella suona all'improvviso dietro la sua testa, innescando la sua trasformazione in un lupo mannaro. Tony attacca ed uccide Theresa, poi fugge dalla scuola superiore. Nonostante i cambiamenti nel suo aspetto facciale, i testimoni lo identificano per i suoi vestiti e il capo della polizia Baker emette un mandato d'arresto.

Doyle, un giornalista locale, intervista il padre di Tony, così come Arlene ed i suoi genitori, nella speranza di localizzare Tony ed ottenere uno scoop. Nel frattempo Baker e Donovan tentano di intrappolare Tony nel bosco dove pensano che possa nascondersi. Sempre nella forma di un lupo mannaro, Tony watches as the dragnet looks for him, ma viene sorpreso da un cane e finisce per ucciderlo.

Al mattino Tony si sveglia e, visto che è tornato al suo aspetto normale, fa ritorno in città. Dopo aver telefonato ad Arlene (che risponde, ma non sente nessuno sulla linea), Tony si dirige verso l'ufficio di Brandon e chiede il suo aiuto. Brandon vuole assistere alla trasformazione di Tony e filmarla per convincere la comunità scientifica della validità dei suoi esperimenti. Brandon dice a Tony che lo aiuterà e dopo avergli detto di sdraiarsi sul divano, gli inietta di nuovo il siero. Immediatamente dopo la trasformazione, un telefono che squilla nelle vicinanze innesca l'istinto di Tony che, alzatosi dal divano, uccide Brandon e Wagner e distrugge anche la cinepresa. Avvisato che Tony è stato visto nelle vicinanze, Donovan e Chris irrompono e sono costretti a sparare più volte contro Tony mentre questi avanza verso di loro. Alla morte, Tony riprende le sue sembianze normali, lasciando Donovan a speculare sul coinvolgimento di Brandon - e sull'errore dell'uomo che interferisce nei regni di Dio.

Note di produzioneModifica

Samuel Z. Arkoff ha scritto nelle sue memorie che ha avuto molta resistenza per la produzione di un film che ritraeva un adolescente diventare un mostro, un'idea che non era mai stata sfruttata prima in un film.[1] Il film è diventato il primo ad avere la parola "teenage" nel titolo.[3]

Dawn Richard, che interpreta una ginnasta adolescente nel film, era in realtà una modella di 22 anni di Playboy, apparsa sul numero della rivista del maggio 1957, che arrivò in edicola un paio di mesi prima del film.

Pepe, il bidello romeno alla stazione di polizia, è stato interpretato dal russo Vladimir Sokoloff, un attore che ha recitato in oltre 100 produzioni; il suo ruolo più famoso è quello del vecchio messicano ne I magnifici sette

Tony Marshall è l'unico altro attore maschio a ricevere la fatturazione nel trailer di I Was a Teenage Werewolf, oltre a Landon e Bissell; tuttavia, ha realizzato solo un altro film, l'oscuro Rockabilly Baby, per la Twentieth Century-Fox, uscito nell'ottobre dello stesso anno.

Le riprese sono iniziate il 13 febbraio 1957.[4] l film è stato girato in sette giorni.[5]

Questo film è stato il primo di quattro film di "mostri adolescenti" prodotti dalla AIP durante il 1957 e il 1958. Tutti e quattro i film mettono in evidenza un tema di adolescenti innocenti che vengono predati, trasformati ed usati da adulti corrotti per interessi egoistici. La strage di Frankenstein e Blood of Dracula furono entrambi rilasciati nel novembre del 1957 e vedono rispettivamente un ragazzo trasformato in un mostro di Frankenstein ed una ragazza trasformata in un vampiro simile ad un lupo mannaro. How to Make a Monster, uscito nel 1958, mostra due giovani attori ipnotizzati per uccidere mentre si truccano mentre i personaggi mostruosi "Teenage Werewolf" e "Teenage Frankenstein" dei film del 1957.

Distribuzione e accoglienzaModifica

Il film venne distribuito nei cinema statunitensi il 19 giugno 1957.[6]

Variety ha riportato: "Un altro nel ciclo dei temi della regressione è un adolescente combinato e un filato di fantascienza che dovrebbe andare bene nel mercato dello sfruttamento [...] L'unica novità di questa produzione di Herman Cohen è l'uso da parte di uno psichiatra di un adolescente problematico [ [...] ma è gestito abbastanza bene da soddisfare i requisiti di questo tipo di film. [...] buone prestazioni aiutano a superare le carenze. I rulli finali, in cui il ragazzo si trasforma in un mostro peloso con zanne sbavanti, sono propensi ad essere giocato troppo pesantemente." Variety ha continuato affermando che Landon offre "una caratterizzazione di prima classe come il ragazzo delle superiori costantemente nei guai."[7] Harrison's Reports è stato abbastanza positivo, scrivendo: "Questo melodramma di tipo horror dovrebbe dare abbastanza soddisfazioni nei cinema in cui tali film sono accettabili. La storia è, ovviamente, fantastica, ma è stata gestita in modo così esperto che tiene lo spettatore in tensione."[8] The Monthly Film Bulletin nel Regno Unito è stato negativo, dichiarando: "Un pezzo di horror vecchio stile e di secondo livello, le trasformazioni sono fatte molto male, il background scientifico è tremolante all'estremo e il mostro sembra tutt'altro che la solita idea di un lupo mannaro. Tutto sembra piuttosto difficile per il povero Tony, che è un ragazzo piuttosto simpatico quando è lui stesso."[9]

Secondo Tim Dirks, il film è stato uno di un'ondata di "film per adolescenti a basso costo" usciti per il mercato drive-in. Consistevano "exploitative, cheap fare created especially for them [teens] in a newly-established teen/drive-in genre."[10]

BotteghinoModifica

Girato con budget di 82.000 dollari,[5][6] o 123.000 dollari (come riportano alcune fonti)[11], il film si rivelò molto redditizio incassando fino a 2.000.000 dollari.[5]

AIP's female "teenage vampire" companion pieceModifica

Meno di quattro mesi dopo l'uscita di I Was a Teenage Werewolf e in coincidenza con l'uscita di La strage di Frankenstein, la AIP ha distribuito Blood of Dracula, un film che ha più di una somiglianza con il loro successo al botteghino estivo.[1] Più o meno un remake, e con i ruoli dell'eroe e del cattivo ora entrambi interpretati da femmine, Blood of Dracula, con una storia e una sceneggiatura dello sceneggiatore di La strage di Frankenstein Ralph Thornton (uno pseudonimo dei produttori AIP Herman Cohen e Aben Kandel), presenta molte altre somiglianze con I Was a Teenage Werewolf:[12] per esempio, entrambi hanno (tra le altre cose) un adolescente con problemi di comportamento sociale, uno scienziato pazzo adulto che sta cercando la cavia perfetta sotto le spoglie di uno che vuole aiutare i giovani in difficoltà, un testimone che può dire che le uccisioni sono opera di un mostro, un capo della polizia incredulo che ha paura della stampa, una canzone scritta da Jerry Blaine e Paul Dunlap accompagnata da un numero coreografico di danza "ad-lib", ipnosi come trattamento medico scientifico, iniezioni di droghe, riferimenti specifici alla Carpathia, scene di trasformazione pelosa e persino alcuni degli stessi dialoghi. Inoltre, due importanti attori di I Was a Teenage Werewolf sono anche presenti in Blood of Dracula, Malcolm Atterbury e Louise Lewis, con il cattivo interpretato dalla Lewis, 'Miss Branding', una versione femminile praticamente perfetta del 'Dr. Brandon' interpretato da Whit Bissel. Tuttavia, pochi critici hanno tracciato una connessione tra i due film e mentre la maggior parte delle opere di riferimento considera La strage di Frankenstein e How to Make a Monster come follow-up diretti di I Was a Teenage Werewolf, nemmeno il guru del cinema Leonard Maltin parla di Blood of Dracula come se fosse collegato alla trilogia.[13]

LegacyModifica

I Was a Teenage Werewolf ha aiutato a lanciare la carriera di Michael Landon, diventato due anni dopo uno dei protagonisti di Bonanza. Un altro attore del film, Guy Williams, ha successivamente interpretato ruoli importanti per la TV negli anni '60: ha interpretato il ruolo del protagonista nella serie televisiva della Disney Zorro ed il ruolo del professor John Robinson nella serie televisiva Lost in Space. Durante gli anni di Bonanza, Williams e Landon recitarono insieme in alcune puntate. Ancora un'altra stella del film, Whit Bissell, si è appassionato alla fantascienza sia al cinema che in TV: ha interpretato numerosi medici (buoni e cattivi) e poi ha interpretato il generale Kirk nella serie televisiva The Time Tunnel.

Sebbene oggi il film sia in gran parte considerato una fonte di umorismo "camp", e mentre al momento dell'uscita l'idea di un essere umano adulto che si trasformava in una bestia non era una novità, l'idea che fosse un teenager a farlo in un film era considerata un'avanguardia — e persino scioccante — nel 1957.[1] I Was a Teenage Werewolf ha probabilmente aperto la strada a Walt Disney per realizzare la sua versione di The Hound of Florence, dal romanzo di Felix Salten. Con Tommy Kirk nel ruolo dell'adolescente sfortunato, e Fred MacMurray come risposta alla B-lister Whit Bissell, il film è stato rilasciato nel 1959 con il titolo Geremia, cane e spia. Il film tradisce il suo antenato di successo con i classici dialoghi di Murray: "Non essere ridicolo - mio figlio non è un lupo mannaro! È solo un cane grosso, largo, dall'aspetto stupido e irsuto!"[1]

Impatto sulla cultura popModifica

Il titolo in stile Police Gazette (che era già stato usato da Hollywood in precedenza con immagini come I Was a Male War Bride del 1949 e I Was a Communist for the FBI del 1951) con l'inclusione dell'aggettivo "teenage" è stato nuovamente utilizzato da AIP per il sequel I Was a Teenage Frankenstein, e l'originale titolo provvisorio per il loro film di fantascienza del 1958 Attack of the Puppet People era I Was a Teenage Doll. A causa del successo di I Was a Teenage Werewolf, questa convenzione fu costantemente derisa tra la fine degli anni '50 e l'inizio degli anni '60. Molte serie televisive sitcom in particolare avevano personaggi che andavano al cinema dove erano proiettati film intitolati I Was a Teenage Dinosaur, Monster, etc., e veniva spesso citato in monologhi da comici e pezzi da disc jockey. Esempi includono la serie radiofonica di Stan Freberg del 1957, che presentava una Madison-Avenue/horror-movie spoof intitolata "Gray Flannel Hat Full of Teenage Werewolves",[14] and the 1959 Dobie Gillis romanzo I Was a Teenage Dwarf di Max Shulman.[15]

FilmModifica

Nel corso degli anni, il titolo "I Was a Teenage..." è stato interpretato da diversi film non collegati, di solito commedie, che desideravano stabilire una connessione con il film di culto della AIP, incluso Adolescente delle caverne (Teenage Caveman) (1958), il cartone animato del 1963 della Warner Bros. I Was a Teenage Thumb, I ragazzi del cimitero (I Was a Teenage Zombie) (1987), I Was a Teenage Mummy (1992), I Was a Teenage Serial Killer (1993) eI Was a Teenage Intellectual (1999).

Il titolo della sceneggiatura di Un ragazzo come gli altri del 1985 era I Was a Teenage Boy, un titolo usato un anno dopo come an alternate di Il dubbio degli dei. Un titolo alternativo per il film di successo del 1995 Ragazze a Beverly Hills era I Was a Teenage Teenager.[14]

Scene da I Was a Teenage Werewolf sono state incluse nel film del 1973 Let the Good Times Roll, con esibizioni dal Madison Square Garden di Chuck Berry e Bill Haley and the Comets.

TelevisioneModifica

L'episodio 2x19 (1963) di The Dick Van Dyke Show era intitolato "I Was a Teenage Head Writer".[16]

L'episodio 1x18 (1967) di I Monkees era intitolato "I Was a Teenage Monster".[17]

L'episodio del 16 luglio 1982 di SCTV ("Battle of the PBS Stars") presentava una scenetta comica del film intitolata "I Was a Teenage Communist", che mescolava l'orrore con la politica di red-baiting durante gli anni '50.

Nel 1987, la serie Highway to Heaven presentava "I Was a Middle-Aged Werewolf" (episodio 4x5), scritto e diretto da Michael Landon. Landon, nei panni dell'angelo Jonathan Smith, si trasforma in un lupo mannaro, inizialmente per spaventare alcuni bulli adolescenti. Durante le scene precedenti, il compagno di Jonathan guarda il film originale, osservando: "Sai, il ragazzo in questo film mi ricorda molto di te", aggiungendo "quando è un ragazzo normale, non quando ha il pelo su tutto il viso."

Nell'aprile 1997, il film è stato deriso direttamente quando è stato presentato nell'episodio 809 di Mystery Science Theater 3000. The host segments, however, parody il film Alien.[18]

L'episodio del 28 ottobre 1999 di SpongeBob SquarePants era intitolato "I Was a Teenage Gary" e vedeva SpongeBob trasformarsi in una lumaca dopo un'iniezione ipodermica.

Un episodio di Phineas e Ferb nel 2010 è stato intitolato "I Was a Middle-Aged Robot". Coinvolge il padre di Phineas, il signor Fletcher, a cui viene sottratta la sua immaginazione e l'O.W.C.A. (Organization Without a Cool Acronym) che lo sostituisce con un robot controllato dall'ornitorinco da compagnia di Phineas & Ferb, Perry, noto anche come agente P.

MusicaModifica

The Cramps, le cui canzoni fanno abitualmente riferimento a film horror e di fantascienza, hanno una canzone intitolata "I Was a Teenage Werewolf" nel loro album del 1980 Songs the Lord Taught Us. La band punk vegana anarchica Propagandhi ha scritto una canzone intitolata "I Was a Pre-Teen McCarthyist" ed è inclusa nell'album del 1996 Less Talk, More Rock. La band rock Queens of the Stone Age ha una canzone nel suo album di debutto omonimo del 1998 con il titolo "I Was a Teenage Hand Model". La band rock australiana Faker ha pubblicato una canzone nel 2005 intitolata "Teenage Werewolf." La band punk Against Me! ha pubblicato una canzone nel 2010 intitolata "I Was a Teenage Anarchist". L'album di debutto dell'artista pop punk Lil Cam'Ron I Was a Teenage Cameron fa riferimento al film anche nel titolo. Il compositore americano Joe Iconis ha scritto una canzone intitolata   "I Was A Teenage Delinquent!", su YouTube.. La rock band brasiliana Legião Urbana ha una canzone intitolata "Eu Era Um Lobisomem Juvenil", titolo del film in portoghese. La canzone del 2000 della band australiana Magic Dirt "Teenage Vampire" è un riferimento al titolo del film.

EditoriaModifica

Nel romanzo di Stephen King del 1986 It e nel suo adattamento televisivo, molti dei personaggi guardano questo film. Successivamente, Pennywise (Tim Curry) assume la forma di un vero lupo mannaro adolescente per spaventarli, in particolare Richie (Seth Green). Quando il Club dei Perdenti attacca per la prima volta Pennywise, egli assume la forma di un lupo mannaro adolescente.

Nel 2002, Last Gasp ha pubblicato I Was a Teenage Dominatrix, un libro di memorie di Shawna Kenney.

Nel 2015, l'antologia Killer Bees from Outer Space (KnightWatch Press) ha presentato una storia, "I Was a Teenage Mummy Girl", di Amelia Mangan.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Arkoff, pp. 61–75
  2. ^ Heffernan, Kevin Ghouls, Gimmicks, and Gold: Horror Films and the American Movie Business, 1953-1968 Duke University Press 04/03/2004, p.94
  3. ^ Don and Susan Sanders, The American Drive-In Movie Theatre, Motorbooks International, 1997, p. 96, ISBN 0-7603-0425-4.
  4. ^ MOVIELAND EVENTS: "Edith Atwater Signs for Lancaster Film". Los Angeles Times (1923-current file) [Los Angeles, Calif] 01 Jan. 1957: B37.
  5. ^ a b c Mark McGee, Faster and Furiouser: The Revised and Fattened Fable of American International Pictures, McFarland, 1996 p89
  6. ^ a b I Was a Teenage Werewolf - Box Office, IMDbPro.
  7. ^ Variety, settimana del 25 giugno 1957. I Was a Teenage Werewolf Review
  8. ^ 'I Was a Teenage Werewolf' with Michael Landon and Yvonne Lime, in Harrison's Reports, 13 luglio 1957, p. 110.
  9. ^ I Was a Teenage Werewolf, in The Monthly Film Bulletin, vol. 24, nº 283, Agosto 1957, p. 103.
  10. ^ Dirks,Tim. "Citing Website" The History of Film - The 1950s: The Cold War and Post-Classical Era, The Era of Epic Films, and the Threat of Television, Part 1. Accessed 16 marzo 2015,http://www.filmsite.org/50sintro.html
  11. ^ "The dime-store way to make movies-and money" by Aljean Harmetz. New York Times (1923-current file) [New York, N.Y] 04 Aug. 1974: 202.
  12. ^ "AIP's Roster of Twisted Teen Creatures - B-Movie Starter Kit: Blood of Dracula", by Marty Bauman, The Astounding B-Monster [1]
  13. ^ Leonard Maltin's Movie & Video Guide, 2001 Edition, pg. 146. Signet, ISBN 0-451-20107-8
  14. ^ a b IMDb Search: "i was a teenage", in Internet Movie Database. URL consultato il 4 gennaio 2007.
  15. ^ Published 1959 by B. Geis Associates, distributed by Random House in New York. Library of Congress PZ3.S56264 Ib, PS3537.H9919 Ib
  16. ^ The Dick Van Dyke Show: episodio 2x19, I Was a Teenage Head Writer, CBS, 30 gennaio 1963.
  17. ^ The Monkees: episodio 1x18, I Was a Teenage Monster, NBC, 16 gennaio 1967.
  18. ^ Best Brains, Mystery Science Theater 3000: episodio 8x9, I Was a Teenage Werewolf, Sci Fi Channel, 19 aprile 1997.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema