Apri il menu principale

Il diritto di uccidere (film 2015)

film del 2015 diretto da Gavin Hood
Il diritto di uccidere
Titolo originaleEye in the Sky
Lingua originaleinglese, somalo
Paese di produzioneRegno Unito
Anno2015
Durata102 min
Rapporto2.35:1
Generedrammatico, guerra, thriller
RegiaGavin Hood
SceneggiaturaGuy Hibbert
ProduttoreGed Doherty, Colin Firth, David Lancaster
Produttore esecutivoBenedict Carver, Xavier Marchand, Anne Sheehan
Casa di produzioneeOne Films, Moonlighting Films, Entertainment One Features, Raindog Films
Distribuzione in italianoTeodora Film
FotografiaHaris Zambarloukos
MontaggioMegan Gill
MusichePaul Hepker, Mark Kilian
ScenografiaJohnny Breedt
CostumiRuy Filipe
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il diritto di uccidere (Eye in the Sky) è un film del 2015 diretto da Gavin Hood.

La pellicola narra l'uso dei droni in guerra.

TramaModifica

Nairobi, Kenya. Un gruppo di fondamentalisti islamici facenti parte di un gruppo terroristico, vengono individuati in un'abitazione mentre organizzano un nuovo attentato. Sulle loro tracce c'è il governo inglese, in stretta collaborazione con quello statunitense, al fine di catturare i sospetti. Il controllo operativo del Colonnello Powell riscontra l'impossibilità di procedere all'arresto dei ricercati e l'obiettivo della missione diventa la loro eliminazione. L'autorizzazione viene richiesta ai vertici di Stato inglesi e americani ed al Generale Benson. Gli stessi decidono di approvare il lancio di un missile da un drone che sorvola l'abitazione. Benché sia data l'autorizzazione a procedere, l'imprevista presenza di una bambina e la possibilità di un suo coinvolgimento nell'esplosione porterà a rivalutare l'impiego di un simile strumento.

ProduzioneModifica

RipreseModifica

Le riprese del film iniziano il 10 settembre 2014 in Sudafrica[1]. L'aviazione civile del Sudafrica nega il permesso alla troupe di far volare veri droni per le riprese, così vengono inseriti in post-produzione con l'uso di effetti visivi[2]. Altre riprese vengono effettuate tra la contea del Surrey (Regno Unito), a Las Vegas (Stati Uniti d'America), e Beaufort West (Sudafrica). Le riprese terminano nel novembre 2014[3].

Colonna sonoraModifica

I due compositori sudafricani Paul Hepker e Mark Kilian compongono la terza colonna sonora di un film di Gavin Hood, dopo Il suo nome è Tsotsi e Rendition - Detenzione illegale[4].

PromozioneModifica

Il primo trailer del film viene diffuso il 4 dicembre 2015[5].

DistribuzioneModifica

La pellicola è stata presentata al Toronto International Film Festival l'11 settembre 2015[6]. Successivamente il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi nella primavera 2016[5], mentre nelle sale italiane a partire dal 25 agosto 2016.

DivietiModifica

Negli Stati Uniti il film è stato vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da adulti, per la presenza di "immagini violente"[7].

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Pamela McClintock & Ariston Anderson, Toronto: First Controversial Drone Movie Strikes, Questions U.S. Policy, The Hollywood Reporter, 5 settembre 2014. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  2. ^ (EN) Nashira Davids, Drag on drone movie, The Times, 4 giugno 2014. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  3. ^ (EN) Jerome Cornelius, Gavin Hood ready to go to war, The Times, 5 novembre 2014. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  4. ^ (EN) Mark Kilian & Paul Hepker to Score Gavin Hood’s ‘Eye in the Sky’, filmmusicreporter.com, 29 gennaio 2015. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  5. ^ a b Marita Toniolo, Helen Mirren, Alan Rickman e Aaron Paul a caccia di terroristi nel trailer del war-movie Eye in the Sky, Best Movie, 4 dicembre 2015. URL consultato il 4 dicembre 2015.
  6. ^ (EN) Ramin Setoodeh, Toronto: Bleecker Street Acquires ‘Eye in the Sky’ Starring Helen Mirren, Variety, 14 settembre 2015. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  7. ^ (EN) Parents Guide for Eye in the Sky, Internet Movie Database. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  8. ^ (EN) NATIONAL BOARD OF REVIEW ANNOUNCES 2016 AWARD WINNERS, National Board of Review of Motion Pictures. URL consultato il 30 novembre 2016.
  9. ^ (EN) THE INTERNATIONAL PRESS ACADEMY ANNOUNCES NOMINATIONS FOR THE 21th ANNUAL SATELLITE™ AWARDS (PDF), pressacademy.com. URL consultato il 1º dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2016).
  10. ^ (EN) Abid Rahman, Denzel Washington's 'Fences' Leads Nominations for AARP's Movies for Grownups Awards, The Hollywood Reporter, 15 dicembre 2016. URL consultato l'11 gennaio 2017.
  11. ^ (EN) BEST-REVIEWED MOVIES 2016 > UNITED KINGDOM, Rotten Tomatoes, 12 gennaio 2017. URL consultato il 12 gennaio 2017.
  12. ^ (EN) BEST-REVIEWED THRILLERS 2016, Rotten Tomatoes, 12 gennaio 2017. URL consultato il 12 gennaio 2017.
  13. ^ (EN) Dave McNary, ‘Rogue One,’ ‘Walking Dead’ Lead Saturn Awards Nominations, Variety, 2 marzo 2017. URL consultato il 23 aprile 2017.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica