Apri il menu principale

Jack Gwillim

attore britannico

CarrieraModifica

Nato nel Kent inglese, servì per 20 anni nella Royal Navy fino ad ottenere il grado di comandante[2]. Durante gli anni passati in Marina fu giocatore di rugby e campione di boxe, inoltre all'epoca del congedo era stato uno dei più giovani ufficiali ad ottenere il grado di comandante della Marina. Iniziò la carriera nella recitazione negli anni '50, passando prima per il teatro e poi sul grande schermo. Per quanto riguarda il teatro, inizialmente si destreggiò in produzioni allo Shakespeare Memorial Theatre di Stratford e all'Old Vic, fino ad approdare in produzioni sia classiche che contemporanee al West End di Londra e a Broadway[3].

Alcuni dei suoi ruoli principali includono la produzione di Sir Ralph Richardson de Il mercante di Venezia, The Right Honourable Gentleman con l'amico di lunga data Anthony Quayle, un revival di My Fair Lady nel ruolo del Colonnello Pickering con Rex Harrison, The Constant Wife di John Gielgud con Ingrid Bergman e The Iceman Cometh con James Earl Jones.

A partire dagli anni '60, iniziò ad apparire anche in pellicole cinematografiche e produzioni televisive, per lo più ambientate durante il periodo della guerra o di genere epico-storico. Il suo background militare e il suo tono di voce profondo e tonante gli fecero ottenere spesso ruoli di soldati o figure autoritarie. Alcuni dei ruoli più memorabili furono quelli del Capitano della nave da guerra in Affondate la Bismarck! (1960), l'arcivescovo Hubert Walter in Gli arcieri di Sherwood (1960), l'irritante segretario del club in Lawrence d'Arabia (1962), Re Aeëtes in Gli Argonauti (1963), un ufficiale della Royal Air Force nel film di James Bond Agente 007 - Thunderball: Operazione tuono (1965), il Capo della Giustizia in Un uomo per tutte le stagioni (1966), il Generale Harold Alexander in Patton, generale d'acciaio (1970), Poseidone in Scontro di titani (1981) e Van Helsing in Scuola di mostri (1987). Oltre al cinema, ha avuto ruoli ricorrenti nelle serie televisive Gioco pericoloso, Il Santo e The Troubleshooters.

Prese parte, inoltre, in diverse registrazioni delle opere di Shakespeare per la serie Shakespeare Records dell'etichetta Caedmon.

Vita privataModifica

Gwillim è stato sposato due volte, fino al 1958 con Peggy Bollard e, dal 1969 fino alla sua morte, con Olivia Selby. Dal primo matrimonio ha avuto due figli, Sarah-Jane e David Gwillim, dal secondo uno solo, Jaxon Duff Gwillim. Tutti e tre i suoi figli hanno seguito la carriera nella recitazione, in particolare nel 1995 hanno recitato tutti insieme al padre in una produzione teatrale, On Borrowed Time, che è stata anche l'ultima apparizione sul palco di Jack Gwillim.

MorteModifica

Jack Gwilliam è morto il 2 luglio 2001 a Los Angeles, in California, all'età di 91 anni.

FilmografiaModifica

Doppiatori italianiModifica

NoteModifica

  1. ^ Necrologi su Farnhamians - Jack Gwillim, 29 agosto 2001
  2. ^ Eric Shorter, Necrologio di Jack Gwillim, The Guardian, 2 agosto 2001. URL consultato il 5 gennaio 2014.
  3. ^ Necrologio di Jack Gwillim, The Telegraph, 29 agosto 2001. URL consultato il 5 gennaio 2014.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN5142179 · ISNI (EN0000 0001 0865 3944 · LCCN (ENno95054281 · GND (DE140810064 · BNF (FRcb14184475h (data) · WorldCat Identities (ENno95-054281
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie