Lorenzo Giustino

tennista italiano

Lorenzo Giustino (Napoli, 10 settembre 1991) è un tennista italiano.

Lorenzo Giustino
Giustino nel 2022
NazionalitàBandiera dell'Italia Italia
Altezza183 cm
Peso80 kg
Tennis
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 1-7 (12.5%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 127º (12 agosto 2019)
Ranking attuale ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open 1T (2020)
Bandiera della Francia Roland Garros 2T (2020)
Bandiera del Regno Unito Wimbledon Q1 (2014, 2017, 2021)
Bandiera degli Stati Uniti US Open Q3 (2016, 2018)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 0-0
Titoli vinti 0
Miglior ranking 311º (15 aprile 2019)
Ranking attuale ranking
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 18 aprile 2023

Biografia

modifica

Inizia a giocare a tennis a sei anni e debutta nel circuito Futures nel 2006. Da allora ha conquistato in questa categoria sette titoli in singolare e uno in doppio.

Dal 2012 inizia a frequentare regolarmente anche i tornei del circuito Challenger, arrivando a conquistare la prima finale di categoria nel 2016 a Sibiu in Romania, perdendola contro Robin Haase.

Il debutto nel circuito maggiore risale al 2015 quando ha conquistato la qualificazione al main draw del 250 di Bucarest.

2016 - 2018

modifica

Ad aprile torna a giocare un torneo ATP a Marrakech dove supera nelle qualificazioni Coppejans e Rublëv ma viene battuto da Istomin in due set. In estate conquista due titoli ITF (Basilicanova, Bourg-en-Bresse), poi ha sfiorato la qualificazione agli US Open dove è giunto al terzo turno delle qualificazioni perdendo con Fucsovics. Dopo il terzo titolo ITF conquistato a Nis, raggiunge la prima finale Challenger a Sibiu ma viene sconfitto all'atto decisivo da Robin Haase. Nell'ottobre dello stesso anno è entrato per la prima volta tra i primi duecento del ranking ATP.

Nel 2017 raggiunge soltanto una finale ITF a Santa Margherita di Pula e per la terza volta supera le qualificazioni di un 250, stavolta a Gstaad: eliminati Yann Marti e João Sousa è di nuovo Istomin a negargli il primo successo a questo livello. Tuttavia, pur avendo raggiunto il best ranking a giugno (165º posto) a fine anno Giustino si trova di nuovo intorno alla duecentocinquantesima posizione.

Data la classifica inizia il 2018 giocando soprattutto Futures: in finale a Manacor in gennaio, conquista due titoli a Pula in aprile. A giugno conquista il primo titolo Challenger in doppio a Şımkent in coppia con il portoghese Oliveira. Per la seconda volta arriva al turno decisivo delle qualificazioni agli US Open, perdendo però dall'austriaco Novak.

2019 - 2020

modifica

Subito estromesso dalle qualificazioni degli Australian Open da Sugita, dopo due anni e mezzo torna a giocare una finale Challenger a Launcestone: viene però sconfitto dal sudafricano Lloyd Harris con un doppio 6-2. Raggiunge poi la seconda finale di stagione, sempre a livello Challenger, a Zhangjiagang dove viene superato al tie break del terzo set dall'australiano Polmans. A giugno, raggiunge la terza finale Challenger dell'anno ad Almaty, ottenendo questa volta una vittoria ed aggiudicandosi quindi il primo torneo Challenger della carriera[1]. Con questi risultati migliora il proprio best ranking in singolare, attestandosi al 127º posto della classifica ATP il 12 agosto.

All'inizio del 2020 ottiene la prima qualificazione al tabellone principale di uno Slam, entrando come lucky loser agli Australian Open, dove viene eliminato al primo turno da Milos Raonic. A settembre, dopo tre tentativi falliti, supera per la prima volta le qualificazioni del Roland Garros e al primo turno vince il suo primo incontro nel tabellone di un torneo del Grande Slam, battendo Corentin Moutet dopo sei ore e cinque minuti di gioco, nel secondo match più lungo nella storia degli Internazionali di Francia e il più lungo in assoluto mai disputato da un tennista italiano, con il punteggio di 0-6, 7-6, 7-6, 2-6, 18-16.[2]

2021-2022

modifica

Nella prima parte del 2021 non consegue risultati di rilievo, nel circuito maggiore supera le qualificazioni solo a Dubai ed esce al primo turno; con l'eliminazione nelle qualificazioni al Roland Garros esce dalla top 200. Il miglior risultato stagionale è la semifinale raggiunta in settembre al Bucarest Challenger. Anche all'inizio del 2022 i risultati sono negativi fino a maggio, quando torna a disputare una finale Challenger a Praga, viene sconfitto da Pedro Cachín ma rientra nella top 200.

Statistiche

modifica

Aggiornate al 9 maggio 2022.

Tornei minori

modifica

Singolare

modifica
Vittorie (10)
modifica
Legenda tornei minori
Challenger (1)
Futures (9)
N. Data Torneo Superficie Compagno Punteggio
1. 1 luglio 2012   Turkey F25, Smirne Terra rossa   Jason Kubler 6-4, 3-6, 7-5
2. 17 marzo 2013   Turkey F10, Adalia Terra rossa   Simone Vagnozzi 6-0, 6-3
3. 1 agosto 2015   Italy F26, Pontedera Terra rossa   Gianluca Mager 7–6(3), 6-3
4. 24 ottobre 2015   France F23, Rodez Cemento   Gregoire Barrere 6-3, 6(2)–7, 6-1
5. 25 giugno 2016   Italy F16, Basilicanova Terra rossa   Walter Trusendi 6-4, 6-4
6. 10 luglio 2016   France F13, Bourg-en-Bresse Terra rossa   Romain Jouan 6-4, 6-2
7. 18 settembre 2016   Serbia F7, Niš Terra rossa   Kristijan Mesaros 3-6, 6-2, 6-4
8. 1 aprile 2018   Italy F5, Santa Margherita di Pula Terra rossa   Martin Cuevas 6-4, 6-1
9. 15 aprile 2018   Italy F7, Santa Margherita di Pula Terra rossa   Gianluca Mager 7-5, 7-5
10. 9 giugno 2019   Almaty Challenger, Almaty Cemento   Federico Coria 6-4, 6-4
Sconfitte (11)
modifica
Legenda tornei minori
Challenger (4)
Futures (7)
N. Data Torneo Superficie Compagno Punteggio
1. 6 maggio 2012   Spain F10, Balaguer Terra rossa   David Souto 4-6, 4-6
2. 17 giugno 2012   Turkey F23, Tekirdağ Cemento   Brydan Klein 3-6, 1-6
3. 28 aprile 2013   Spain F10, Les Franqueses del Vallès Cemento   Ivan Arenas-Gualda ritiro
4. 5 maggio 2013   Italy F6, Pozzuoli Terra rossa   Matteo Trevisan 5-7, 2-6
5. 9 marzo 2014   Spain F5, Reus Terra rossa   Jordi Samper-Montana 3-6, 6-4, 5-7
6. 25 settembre 2016   Sibiu Open, Sibiu Terra rossa   Robin Haase 6(2)–7, 2-6
7. 1 aprile 2017   Italy F6, Santa Margherita di Pula Terra rossa   Václav Šafránek 6(2)–7, 7–6(7), 7-5
8. 28 gennaio 2018   Spain F2, Manacor Terra rossa   Daniel Muñoz de la Nava 4-6, 7-5, 3-6
9. 3 febbraio 2019   Launceston Tennis International, Launceston Cemento   Lloyd Harris 2-6, 2-6
10. 24 marzo 2019   International Challenger Zhangjiagang, Zhangjiagang Cemento   Marc Polmans 4-6, 6-4, 6(4)–7
11. 8 maggio 2022   I. ČLTK Prague Open, Praga Terra rossa   Pedro Cachín 3-6, 6(4)–7
Vittorie (3)
modifica
Legenda tornei minori
Challenger (1)
Futures (2)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 11 luglio 2009   Italy F18, Carpi Terra rossa   Paolo Beninca   Jacopo Marchegiani
  Alessandro Sarra
6-4, 6-4
2. 27 gennaio 2018   Spain F2, Manacor Terra rossa   David Vega Hernandez   Pietro Rondoni
  Jacopo Stefanini
7-5, 7-5
3. 8 giugno 2018   Shymkent Challenger, Şımkent Terra rossa   Gonçalo Oliveira   Lucas Miedler
  Sebastian Ofner
6-2, 7–6(4)
Finali perse (3)
modifica
Legenda tornei minori
Challenger (0)
Futures (3)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 16 dicembre 2012   Turkey F48, Adalia Cemento   Guillermo Olaso   Andrei Chumac
  Volodoymyr Uzhylovskyi
2-6, 6-4, [7-10]
2. 31 maggio 2013   Spain F15, Madrid Terra rossa   Richard Becker   Oliver Golding
  Alexander Ward
3-6, 6-2, [5-10]
3. 22 agosto 2014   Italy F28, Este Terra rossa   Frederico Gil   Francesco Picco
  Walter Trusendi
4-6, 6(8)–7
  1. ^ Redazione, Mondo Challenger: Giustino, la terza è quella buona. Trionfo ad Almaty e best ranking, su Ubitennis, 11 giugno 2019. URL consultato il 28 settembre 2020.
  2. ^ Luca Marianantoni, Epico Giustino: batte Moutet 18-16 al 5º set dopo 6 ore di gioco!, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 28 settembre 2020.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica