Denis Istomin

tennista uzbeko

Denis Istomin (Orenburg, 7 settembre 1986) è un tennista uzbeko di origini russe.

Denis Istomin
Denis Istomin Aegon Open Nottingham 2015.jpg
Denis Istomin durante la premiazione al torneo di Nottingham del 2015
Nazionalità Uzbekistan Uzbekistan
Altezza 188 cm
Peso 88 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 230-267 (46.28%)
Titoli vinti 2
Miglior ranking 33º (13 agosto 2012)
Ranking attuale 447º (31 ottobre 2022)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 4T (2017)
Francia Roland Garros 2T (2009, 2010, 2012, 2013, 2014, 2017)
Regno Unito Wimbledon 4T (2012)
Stati Uniti US Open 4T (2013)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 3T (2012)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 94-131 (41.26%)
Titoli vinti 3
Miglior ranking 59º (8 ottobre 2012)
Ranking attuale 364º (31 ottobre 2022)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2012, 2015)
Francia Roland Garros 3T (2011, 2012)
Regno Unito Wimbledon 3T (2012)
Stati Uniti US Open 2T (2011, 2015)
Palmarès
Asian Games logo.svg Giochi asiatici
Oro Giacarta 2018 Singolare
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 31 ottobre 2022

CarrieraModifica

2001-2005Modifica

Fa le sue prime due apparizioni tra i professionisti nel 2001 con due sconfitte al primo turno in un torneo Challenger e uno ITF in Uzbekistan. Torna a giocare nel 2004 quando diventa professionista e a novembre vince il primo titolo al torneo di doppio ITF Futures China F2. Nel 2005 si aggiudica i primi titoli ITF in singolare e arrivano anche i primi titoli Challenger, a maggio vince il torneo di doppio al Fergana Challenger e ad agosto vince il singolare al Bukhara Challenger, risultato con cui entra per la prima volta nella top-200 del ranking ATP, alla 196ª posizione mondiale. A marzo aveva inoltre esordito nella squadra uzbeka di Coppa Davis nella sfida vinta 3-2 contro l'Indonesia, con due successi in singolare e una sconfitta in doppio.

2006Modifica

All'inizio del 2006 riceve una wild card per gli Australian Open, e al suo esordio nel circuito maggiore perde contro il numero 1 del mondo Roger Federer con il risultato di 2-6, 3-6, 2-6. Quell'anno si distingue soprattutto in doppio con 2 titoli Challenger e 3 ITF e a novembre sale alla 169ª posizione mondiale nel ranking. In singolare vince solo un torneo ITF senza fare sostanziali progressi in classifica, a maggio raggiunge la 186ª posizione e chiude l'anno al 200º posto.

2007Modifica

Nella prima parte del 2007, una serie di risultati negativi lo fa uscire dalla top 300 di singolare ad agosto. Vi fa rientra vincendo il Bukhara Challenger e chiude la stagione alla 230ª posizione dopo il successo al Karshi Challenger. Nonostante che in doppio non vinca alcun titolo, ad agosto porta il best ranking al 157º posto, ma chiude l'anno fuori dalla top 300.

2008Modifica

Torna a giocare all'Open d'Australia con una nuova wild card e vince il suo primo incontro nel circuito maggiore battendo in 4 set Lukas Lacko, prima di cedere al secondo turno a Lleyton Hewitt in quattro set. A fine torneo rientra nella top 200. Continua l'ascesa in classifica con discreti risultati nei Challenger, in estate disputa 4 finali Challenger e vince le due di Bukhara e Karshi, tornei dove era campione uscente. Perde la finale al Challenger di Čerkasy dopo aver superato in semifinale il nº 91 del ranking Sergiy Stakhovsky, primo top 100 sconfitto in carriera. In questo periodo torna a mettersi luce in doppio vincendo due tornei Challenger, fa rientro nella top 300 e a novembre risale alla 209ª posizione. A ottobre prende parte al torneo ATP di Mosca e viene eliminato al secondo turno da Fabrice Santoro dopo il successo sul nº 36 ATP Michael Llodra. Chiude l'anno con il nuovo best ranking alla 105ª posizione mondiale.

2009Modifica

Nel 2009 alterna gli impegni nel circuito ATP a quelli nei Challenger. A inizio stagione raggiunge il secondo turno agli Australian Open, dove viene eliminato da Gasquet, e all'ATP di Johannesburg; con questi risultati entra per la prima volta nella top 100, in 98ª posizione. A maggio fa il suo esordio al Roland Garros con una vittoria e viene eliminato al secondo turno dal futuro finalista Robin Söderling. Esce al secondo turno anche sull'erba del Queen's di Londra e raggiunge il sua primo quarto di finale ATP al successivo torneo di Eastbourne con i successi su Kevin Kim e Sam Querrey, e viene sconfitto da Dmitry Tursunov che vincerà il titolo. Costretto al ritiro durante il match di primo turno contro Fognini al suo esordio a Wimbledon, a fine luglio porta il best ranking alla 57ª posizione. Sempre in luglio disputa la sua prima semifinale ATP nel torneo di doppio di Los Angeles. In singolare esce dalla top 100 quando vanno in scadenza i punti guadagnati nei Challenger l'estate precedente, ma fornisce buone prestazioni agli US Open, dove raggiunge il terzo turno, e a San Pietroburgo, dove perde nei quarti di finale contro Marat Safin. A ottobre vince i tornei di doppio nei Challenger di Mons e Tashkent e sale alla 114ª posizione mondiale.

 
Denis Istomin nel 2016 a Wimbledon

2012Modifica

Nel 2012 fa il suo esordio olimpico ai Giochi di Londra, dove viene eliminato al terzo turno.

2015Modifica

Nel 2015 Istomin ha vinto il suo primo torneo in singolare, a Nottingham.

2017Modifica

Il 19 gennaio 2017 ottiene la sua vittoria più prestigiosa al secondo turno dell'Australian Open sconfiggendo il campione uscente Novak Đoković in 5 set dopo 4 ore e 48 minuti di gioco.[1] Elimina anche Pablo Carreno Busta e perde al quarto turno contro Grigor Dimitrov in 4 set. Nel mese di ottobre conquista il suo secondo titolo ATP in singolare a Chengdu, approfittando del ritiro al primo set in finale di Marcos Baghdatis.

StatisticheModifica

SingolareModifica

Vittorie (2)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP World Tour 500 (0)
ATP World Tour 250 (2)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 28 giugno 2015   Nottingham Open, Nottingham Erba   Sam Querrey 7-6(1), 7-6(6)
2. 1 ottobre 2017   Chengdu Open, Chengdu Cemento   Marcos Baghdatis 3-2 rit.

Finali perse (3)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP World Tour 500 (0)
ATP World Tour 250 (3)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 28 agosto 2010   ATP New Haven, New Haven Cemento   Serhij Stachovs'kyj 6-3, 3-6, 4-6
2. 19 febbraio 2012   Pacific Coast Championships, San Jose Cemento (i)   Milos Raonic 6(3)-7, 2-6
3. 4 agosto 2018   Austrian Open Kitzbühel, Kitzbühel Terra battuta   Martin Kližan 2-6, 2-6

DoppioModifica

Vittorie (3)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP World Tour 500 (0)
ATP World Tour 250 (3)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 20 ottobre 2013   Kremlin Cup, Mosca Cemento   Michail Elgin   Ken Skupski
  Neal Skupski
6-2, 1-6, [14-12]
2. 9 febbraio 2014   Open Sud de France, Parigi Cemento (i)   Nikolaj Davydenko   Marc Gicquel
  Nicolas Mahut
6-4, 1-6, [10-7]
3. 2 agosto 2015   Swiss Open Gstaad, Gstaad Terra rossa   Aljaksandr Bury   Oliver Marach
  Aisam-ul-Haq Qureshi
3–6, 6–2, [10–5]

Finali perse (2)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP World Tour 500 (1)
ATP World Tour 250 (1)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 7 ottobre 2012   China Open, Pechino Cemento   Carlos Berlocq   Bob Bryan
  Mike Bryan
3–6, 2–6
2. 22 settembre 2013   St. Petersburg Open, San Pietroburgo Cemento (i)   Dominic Inglot   David Marrero
  Fernando Verdasco
6(6)–7, 3–6

NoteModifica

  1. ^ (EN) Denis Istomin - Player bio, su atptour.com.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica