Apri il menu principale

Luigi Rodolfo di Brunswick-Lüneburg

Duca di Brunswick-Lüneburg dal 1731 al 1735
Luigi Rodolfo
Louis Rudolph duke of Brunswick-Wolfenbüttel.jpg
Luigi Rodolfo, duca di Brunswick-Lüneburg
Duca di Brunswick-Lüneburg
Stemma
Nascita Wolfenbüttel, 22 luglio 1671
Morte Brunswick, 1º marzo 1735
Casa reale Welfen
Padre Antonio Ulrico di Brunswick-Wolfenbüttel
Madre Principessa Elisabetta Giuliana di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Norburg
Consorte Principessa Cristina Luisa di Oettingen-Oettingen

Luigi Rodolfo, duca di Brunswick-Lüneburg (22 luglio 16711º marzo 1735), fu duca di Brunswick-Lüneburg dal 1731 alla propria morte.

Governò anche sui principati di Wolfenbüttel e di Blankenburg, suddivisioni del ducato.

Indice

BiografiaModifica

InfanziaModifica

 
Luigi Rodolfo in giovane età

Luigi Rodolfo era il figlio minore di Antonio Ulrico di Brunswick-Wolfenbüttel e di sua moglie, Elisabetta Giuliana di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Norburg. Divenne maggiore generale al servizio di Leopoldo I d'Asburgo nel 1690 e venne catturato durante una battaglia dai francesi. Dopo essere stato rilasciato lo stesso anno, suo padre gli concesse la contea di Blankenburg come dono, violando il diritto di primogenitura, secondo il quale la contea spettava al primogenito.

MatrimonioModifica

Luigi Rodolfo aveva sposato la principessa Cristina Luisa, figlia di Alberto Ernesto I, principe di Oettingen-Oettingen, ad Aurich, nel 1690. Dal matrimonio di Cristina Luisa e di Luigi Rodolfo nacquero quattro figlie femmine, delle quali solo tre raggiunsero l'età adulta. Luigi Rodolfo seppe ben maritare le figlie con degli ottimi partiti e lui e sua moglie divennero nonni di importantissimi sovrani come Maria Teresa d'Austria, Pietro II di Russia e Giuliana, regina di Danimarca.

Principe di Brunswick-LüneburgModifica

 
Luigi Rodolfo, principe di Brunswick-Lüneburg

Nel 1707, Blankenburg venne elevata a principato del Sacro Romano Impero; in questo modo, Luigi Rodolfo divenne principe reggente prima del fratello maggiore Augusto Guglielmo.

Alla morte di Augusto Guglielmo nel 1731, Luigi Rodolfo ereditò anche Wolfenbüttel. Dal momento che il fratello aveva mostrato poco interesse negli affari di stato, il ducato era andato lentamente in rovina ed a Luigi Rodolfo spettò il compito di riportare in auge le finanze.

MorteModifica

 
La tomba di Luigi Rodolfo nella Cattedrale di Brunswick

Luigi Rodolfo morì senza eredi maschi nel 1735. Gli succedette il proprio cugino, Ferdinando Alberto, che aveva sposato la figlia minore di Luigi Rodolfo, Antonietta Amalia.

DiscendenzaModifica

Dal matrimonio di Cristina Luisa e di Luigi Rodolfo nacquero quattro figlie femmine, delle quali solo tre raggiunsero la maggiore età:

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN10786342 · ISNI (EN0000 0000 2812 724X · LCCN (ENn85128869 · GND (DE124700470 · CERL cnp00582260