Massimo Ficcadenti

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Massimo Ficcadenti
Massimo Ficcadenti.JPG
Ficcadenti nel 2010
Nazionalità Italia Italia
Altezza 181 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Nagoya Grampus
Termine carriera 2001 - giocatore
Carriera
Giovanili
1984-1985Sangiorgese
Squadre di club1
1985-1989Sambenedettese68 (2)
1989-1992Messina90 (5)[1]
1992-1997Verona132 (9)
1997-2000Torino48 (2)
2001Ravenna2 (0)
Carriera da allenatore
2002Fiorenzuola
2002Avellino
2003-2004Pistoiese
2004-2006Verona
2007Reggina
2009-2010Piacenza
2010-2011Cesena
2011Cagliari
2012Cagliari
2014-2015FC Tokyo
2016-2018Sagan Tosu
2019-Nagoya Grampus
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 settembre 2019

Massimo Ficcadenti (Fermo, 6 novembre 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, tecnico dei Nagoya Grampus.

Caratteristiche tecnicheModifica

GiocatoreModifica

Centrocampista centrale, veniva impiegato prevalentemente in fase di copertura, come mediano di interdizione davanti alla difesa[2].

AllenatoreModifica

Privilegia il 4-3-3[2], con una punta centrale forte fisicamente affiancata da due attaccanti di movimento[3].

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Dopo gli esordi nella Sangiorgese[4], nel 1985 passa alla Sambenedettese, con cui debutta in Serie B conquistando il posto da titolare nel centrocampo marchigiano nella stagione 1988-1989, conclusa con la retrocessione in Serie C1.

Acquistato dal Messina, vi rimane per tre stagioni da titolare, sempre nella serie cadetta, ottenendo due salvezze (la prima dopo uno spareggio con il Monza[4]) e retrocedendo al termine del campionato 1991-1992. Nel 1992 si trasferisce al Verona, appena retrocesso nella serie cadetta[2]: rimane in gialloblu per cinque stagioni consecutive, quattro di Serie B e l'ultima di Serie A. Debutta nella massima serie il 29 settembre 1996 contro il Cagliari, disputando 19 partite nel campionato di Serie A 1996-1997 concluso al penultimo posto in classifica, con la retrocessione degli scaligeri.

 
Ficcadenti in azione alla Sambenedettese nel campionato di Serie B 1988-1989

Nel 1997 si trasferisce al Torino, in Serie B. Vi rimane per tre stagioni come rincalzo a centrocampo, conquistando una nuova promozione nella massima serie nel 1999 e collezionando 12 presenze nel campionato di Serie A 1999-2000, anch'esso terminato con la retrocessione della sua squadra. Chiude la carriera al Ravenna, che lo ingaggia nel marzo del 2001, disputando 2 partite in Serie B.

In carriera ha disputato 31 partite in Serie A, e 309 partite con 18 reti in Serie B.

AllenatoreModifica

Nel gennaio del 2002 esordisce come allenatore, subentrando a Fabio Querin sulla panchina del Fiorenzuola in Serie C2[5]; sprovvisto di patentino, viene affiancato da Marco Bozzi[2]. La stagione si conclude al penultimo posto in classifica con retrocessione in Serie D del club emiliano, afflitto da problemi societari[2], e Ficcadenti viene chiamato alla guida dell'Avellino, in Serie C1, dove viene esonerato dopo le prime partite di Coppa Italia, senza nemmeno iniziare il campionato[2].

Nel campionato di Serie C1 2003-2004 viene chiamato ad allenare la Pistoiese, dove ottiene, con una rosa giovane e qualche problema societario, un piazzamento di centroclassifica dopo una partenza negativa in campionato[2].

Dal 2004 ha iniziato ad allenare il Verona, in Serie B. Dopo due stagioni in cui ottiene il 7º ed il 15º posto, mostrando un buon gioco[2], nel campionato 2006-2007 non ottiene i risultati sperati, e il 23 dicembre 2006, dopo Verona-Mantova 0-3, viene esonerato dopo una serie negativa di 7 sconfitte e un pari nelle ultime 8 gare[6], con il Verona in zona retrocessione[7]. Per la stagione 2007-2008 viene ingaggiato come allenatore della Reggina in Serie A[8], voluto dal presidente Pasquale Foti e dopo una lunga trattativa per svincolarsi dal Verona[3]. L'esperienza a Reggio dura 10 giornate, dopo le quali viene esonerato a causa dei risultati negativi ottenuti con soli 5 punti e una sola vittoria[3].

Dalla fine di gennaio 2009 è di nuovo a Verona in veste di consulente di mercato del nuovo presidente Martinelli, ruolo che abbandona nel giugno dello stesso anno[9]. L'11 novembre 2009 diventa l'allenatore del Piacenza Calcio in Serie B, sostituendo l'esonerato Fabrizio Castori[9]. Con Ficcadenti il Piacenza ritrova gioco e risultati, conquistando la salvezza alla penultima giornata[10].

Il 12 giugno 2010 viene ingaggiato come allenatore del Cesena, neopromosso in Serie A[11]. L'avvio di campionato è positivo: dopo tre giornate i romagnoli sono in testa alla classifica insieme all'Inter[12]. La squadra termina il campionato al 15º posto con 43 punti, ottenendo la salvezza in anticipo; il 20 maggio 2011 Ficcadenti decide di comune accordo con la società di non rinnovare il contratto[13].

Il 16 agosto dello stesso anno, viene annunciato ufficialmente il suo ingaggio come nuovo allenatore del Cagliari[14]. L'8 novembre 2011 viene esonerato dopo cinque partite senza vittorie, l'ultima delle quali persa contro l'Atalanta[15]; gli subentra Davide Ballardini[16]. L'11 marzo viene richiamato dal presidente Massimo Cellino dopo la sconfitta per 6-3 rimediata a Napoli[17], e viene riconfermato anche per l'inizio della stagione 2012-2013. Nelle prime 6 partite ottiene 2 pari e 4 sconfitte che portano la squadra all'ultimo posto in classifica e gli costano la panchina: il 2 ottobre successivo viene nuovamente esonerato[18].

Il 29 dicembre 2013 viene scelto come nuovo allenatore dell'FC Tokyo, squadra militante nella massima serie del campionato di calcio giapponese[19]. Dopo due stagioni alla guida della squadra della capitale, dove raggiunge un quinto ed un terzo posto, nel gennaio 2016 firma per il Sagan Tosu, sempre nella J. League Division 1[20]. Riesce ad ottenere un undicesimo e un ottavo posto, venendo poi esonerato alla sua terza stagione, con la squadra al penultimo posto in classifica a 6 giornate dal termine[21].

Il 25 settembre 2019 subentra sulla panchina dei Nagoya Grampus al posto di Yahiro Kazama con il team all'undicesimo posto.[22]

StatisticheModifica

Statistiche da allenatoreModifica

Statistiche aggiornate al 7 dicembre 2019. In grassetto le competizioni vinte.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
ago. 2002   Avellino C1 0 0 0 0 CI-C 3 1 0 2 - - - - - - - - - - 3 1 0 2 33,33 Eson.
2003-2004   Pistoiese C1 34 11 11 12 CI-C 4 2 0 2 - - - - - - - - - - 38 13 11 14 34,21 10º
2004-2005   Verona B 42 15 16 11 CI 3 1 0 2 - - - - - - - - - - 45 16 16 13 35,56
2005-2006 B 42 10 19 13 CI 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 44 11 19 14 25,00 15º
ago.-dic. 2006 B 18 2 5 11 CI 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 20 3 5 12 15,00 Eson.
Totale Hellas Verona 102 27 40 35 7 3 0 4 - - - - - - - - 109 30 40 39 27,52
ago.-nov. 2007   Reggina A 10 0 5 5 CI 1 1 0 0 - - - - - - - - - - 11 1 5 5 &&9,09 Eson.
nov. 2009-2010   Piacenza B 29 11 11 7 CI - - - - - - - - - - - - - - 29 11 11 7 37,93 Sub. 15º
2010-2011   Cesena A 38 11 10 17 CI 1 0 0 1 - - - - - - - - - - 39 11 10 18 28,21 15º
2011-2012   Cagliari A 21 6 7 8 CI - - - - - - - - - - - - - - 21 6 7 8 28,57 Sub., Eson., Sub. 15º
ago.-set. 2012 A 6 0 2 4 CI 1 1 0 0 - - - - - - - - - - 7 1 2 4 14,29 Eson.
Totale Cagliari 27 6 9 12 1 1 0 0 - - - - - - - - 28 7 9 12 25,00
2014   FC Tokyo J1 34 12 12 10 CdI+JLC 2+6 1+2 0+1 1+3 - - - - - - - - - - 42 15 13 14 35,71
2015 J1 34 19 6 9 CdI+JLC 2+8 1+3 0+4 1+1 - - - - - - - - - - 44 23 10 11 52,27
Totale Tokyo FC 68 31 18 19 18 7 5 6 - - - - - - - - 86 38 23 25 44,19
2016   Sagan Tosu J1 34 12 10 12 CdI+JLC 3+6 2+0 0+4 1+2 - - - - - - - - - - 43 14 14 15 32,56 11º
2017 J1 34 13 8 13 CdI+JLC 2+6 1+1 0+2 1+3 - - - - - - - - - - 42 15 10 17 35,71
2018 J1 28 7 8 13 CdI+JLC 0+5 0+1 0+1 0+3 - - - - - - - - - - 19 4 4 11 21,05 Eson.
Totale Sagan Tosu 82 28 21 33 22 5 7 10 - - - - - - - - 101 31 28 42 30,69
2019   Nagoya Grampus J1 8 1 4 3 CdI+JLC 0 0 00 0 - - - - - - - - - - 8 1 4 3 12,50 13º
Totale carriera 396 123 129 142 56 19 12 25 - - - - - - - - 451 143 141 166 31,71

NoteModifica

  1. ^ 91 (5) se si comprende lo spareggio-salvezza contro il Monza
  2. ^ a b c d e f g h Profilo e statistiche su Hellasstory.it
  3. ^ a b c L'ex di turno: Massimo Ficcadenti tuttoreggina.com
  4. ^ a b Statistiche su web.tiscali.it
  5. ^ Ficcadenti e Longhi a Fiorenzuola gubbiofans.it
  6. ^ Verona, Ficcadenti a rischio tuttomercatoweb.com
  7. ^ UFFICIALE: Verona: esonerato Ficcadenti, Ventura nuovo allenatore tuttomercatoweb.com
  8. ^ UFFICIALE: Ficcadenti nuovo tecnico della Reggina tuttomercatoweb.com
  9. ^ a b Ficcadenti riparte da Piacenza tggialloblu.it
  10. ^ Stagione 2009-2010 storiapiacenza1919.it
  11. ^ Massimo Ficcadenti nuovo allenatore del Cesena Archiviato il 15 giugno 2010 in Internet Archive. Cesenacalcio.it
  12. ^ Ficcadenti esulta: "Guardo i punti, non la classifica" Ilrestodelcarlino.it
  13. ^ UFFICIALE: Cesena, Ficcadenti dice addio Tuttomercatoeb.com
  14. ^ Massimo Ficcadenti è da oggi il nuovo allenatore del Cagliari, in Cagliari Calcio.it, 16 agosto 2011. URL consultato il 16 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2015).
  15. ^ Massimo Ficcadenti non è più l'allenatore del Cagliari Archiviato l'11 gennaio 2015 in Internet Archive. Cagliaricalcio.net
  16. ^ Davide Ballardini è il nuovo allenatore del Cagliari Archiviato il 25 dicembre 2014 in Internet Archive. Cagliaricalcio.net, 9 novembre 2011
  17. ^ Esonerato Ballardini. Torna Ficcadenti Repubblica.it
  18. ^ Nuovo corso Archiviato il 17 ottobre 2013 in Internet Archive. Cagliaricalcio.net
  19. ^ Massimo Ficcadenti in Giappone è il nuovo allenatore del Tokyo Fc, in unionesarda.it, 30 dicembre 2013. URL consultato il 30 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 30 dicembre 2013).
  20. ^ Sagan Tosu, c'è la firma di Ficcadenti: nuova avventura per l'allenatore Tuttomercatoweb.com
  21. ^ Sagan Tosu, esonerato Ficcadenti - ITA Sport Press, in ITA Sport Press, 11 ottobre 2018. URL consultato il 12 ottobre 2018.
  22. ^ (JA) マッシモ フィッカデンティ氏 監督就任のお知らせ|ニュース|名古屋グランパス公式サイト, su 名古屋グランパス公式サイト. URL consultato il 16 febbraio 2020.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica