Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la città dell'oblast' di Leopoli, vedi Mykolaïv (oblast' di Leopoli).
Mykolaïv
comune
(UK) Миколаїв
Mykolaïv – Stemma Mykolaïv – Bandiera
Mykolaïv – Veduta
Localizzazione
StatoUcraina Ucraina
Oblast'Flag of Mykolaiv Oblast.svg Mykolaïv
DistrettoNon presente
Amministrazione
SindacoVolodymyr Dmytrovyč Čajka
Territorio
Coordinate46°58′N 32°00′E / 46.966667°N 32°E46.966667; 32 (Mykolaïv)Coordinate: 46°58′N 32°00′E / 46.966667°N 32°E46.966667; 32 (Mykolaïv)
Altitudine53 m s.l.m.
Superficie259,83 km²
Abitanti498 748 (2011)
Densità1 919,52 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale54000
Prefisso+(380) 512
Fuso orarioUTC+2
Codice KOATUU4810100000
TargaBE
Nome abitantimykolaïvs'kyj
Cartografia
Mappa di localizzazione: Ucraina
Mykolaïv
Mykolaïv
Sito istituzionale

Mykolaïv (in ucraino: Миколаїв?; in russo: Николаев?, traslitterato: Nikolaev) è una città dell'Ucraina di 498.748 abitanti. È il capoluogo e centro maggiore dell'Oblast' di Mykolaïv oltre che la nona città ucraina per numero di abitanti.[1]

Indice

Geografia fisicaModifica

Mykolaïv sorge su una penisola a 65 km dal Mar Nero lungo l'estuario del fiume Bug Meridionale (che qui riceve il suo tributario Inhul). al Situata centro-sud della propria oblast' nell'Ucraina meridionale, dista 480 km dalla capitale Kiev e circa 130 km da Odessa.

Sia il fiume Inhul che il fiume Bug meridionale seguono corsi molto tortuosi poco prima di unirsi a nord-est del centro di Mykolaïv. Questo ha fatto si che la sezione settentrionale dell'abitato di Mykolaïv sia caratterizzata dalla presenza di diverse penisole lunghe e strette.

StoriaModifica

La città fu fondata dal governatore generale della Nuova Russia principe Grigorij Aleksandrovič Potëmkin il 27 agosto 1789 come Cantiere navale sul fiume Inhul. Il nuovo impianto cantieristico si rivelerà di fondamentale importanza per la Marina imperiale russa nel corso della guerra contro i turchi del 1787-92. Successivamente Potëmkin fece chiamare la nuova città Nikolaev poiché il 6 dicembre 1788, il giorno di San Nicola, le truppe al suo comando avevano conquistato la piazzaforte ottomana di Očakiv.

Nikolaev divenne poi sede della Flotta del Mar Nero della Marina imperiale e nel corso della guerra di Crimea divenne una delle principali basi logistiche russe. Sul finire del XIX° secolo divenne il principale porto d'esportazione del grano ucraino e parallelamente iniziò a svilupparsi anche come centro industriale.

Nel corso della guerra civile russa fu brevemente occupata da un corpo di spedizione francese in appoggio all'Armata Bianca. Occupata dalle truppe naziste il 16 agosto 1941, a Nikolaev ed in il suo territorio furono uccisi oltre 35.00 civili, in particolare ebrei e comunisti. Per tutta la durata dell'occupazione tedesca fu attivo in città un gruppo di partigiani dedito alla guerriglia. Fu liberata dall'Armata Rossa il 28 marzo 1944.

Nel secondo dopoguerra furono espansi e costruiti nuovi cantieri navali facendo diventare Nikolaev uno dei principali centri cantieristici dell'Unione Sovietica. Proprio per questa sua peculiarità fu dichiarata città chiusa.

A seguito dell'indipendenza dell'Ucraina nel 1991, ha assunto il nome attuale, in sostituzione di quello in lingua russa.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Anno Abitanti
1790 70.000
1911 105.000
Anno Abitanti
1926 104.909
1989 524.000
Anno Abitanti
2001 514.000
2011 498.748

PopolazioneModifica

Secondo il censimento del 2001, il 72,7% dei residenti nel comune sono di etnia ucraina ed il 23,1% di etnia russa. Mykolaïv, già Nikolaiev fino al 1991, è infatti una delle parti dell'Ucraina, in cui domina la lingua russa. Dai dati statistici demografici risulta infatti che, come lingua materna, il 56,81% dei nativi della città usa correntemente, abitualmente se non esclusivamente, il russo ed il 42,17% l'ucraino.[2][3] Alcune statistiche indipendenti menzionano invece un più alto numero di abitanti di madrelingua russa. Così è risultato infatti da uno studio demografico condotto a partire dal 2004, che il numero della popolazione locale che parla di preferenza la lingua russa, a prescindere dall'etnia d'origine o d'appartenenza, ammonta in tutta l'Oblast di Mykolaïv a ben il 66%.[4] Dal 2012 il russo, ch'era stato abolito, è di nuovo lingua ufficiale regionale, accanto all'ucraino, nell'intera provincia di Mykolaïv.[4]

EtnieModifica

Etnicità 1897 1926 1939 1959 1989 2001 2017[5]
Ucraini 8,5% 29,9% 49,7% 59,7% 63,2% 72,6% 84%
Russi 66,3% 44,6% 31,0% 30,3% 31,2% 22,6% 12%
Ebrei 19,5% 20,8% 15,2% 6,8% 2,1% 0,5%
Bielorussi 0,2% 0,3% 0,7% 1,0% 1,1% 0,8%
Bulgari 0,1% 0,2% 0,6% 0,6%
Polacchi 2,8% 1,7%
Tedeschi 0,9% 1,1% 0,9% 0,1%

Nel 2017 il 63% della popolazione cittadina parlava la lingua russa a casa, il 7% l'ucraino e il 28% entrambi gli idiomi.[5]

EconomiaModifica

Conosciuta come la "città dei costruttori di navi", Mykolaïv vanta tre grandi cantieri navali lungo il suo porto fluviale.

La storia della città è fortemente legata a quest'attività e numerose classi di navi della marina militare sovietica sono state costruite nei locali cantieri.

Altri settori economici attivi sono l'ingegneria elettrica, quella meccanica, la metallurgia e la cosmetica.

IstruzioneModifica

La città ospita l'Università nazionale navale ammiraglio Makarov, specializzata nell'ingegneria navale.

Infrastrutture e trasportiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Rete tranviaria di Mykolaïv.

La città, oltre ad un porto fluviale, conta un aeroporto internazionale (IATA:NLV - ICAO:UKON).

A livello ferroviario, dalla stazione centrale si diramano diverse linee in direzione Cherson, Dnipro, Kiev e Odessa.

SportModifica

La principale squadra calcistica è il Municypal'nyj Futbol'nyj Klub Mykolaïv, fondato nel 1920 come squadra degli operai dei cantieri navali, è uno dei sodalizi sportivi ucraini più antichi.

AmministrazioneModifica

La municipalità dipende direttamente dalla propria oblast', non è presente il livello amministrativo intermedio del rajon.

GemellaggiModifica

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ (ENUK) Censimento 2001 dell'Ucraina Archiviato il 30 gennaio 2008 in Internet Archive.
  2. ^ http://database.ukrcensus.gov.ua/MULT/Dialog/varval.asp?ma=19A050501_02_048&ti=19A050501_02_048.%20%D0%EE%E7%EF%EE%E4%B3%EB%20%ED%E0%F1%E5%EB%E5%ED%ED%FF%20%E7%E0%20%F0%B3%E4%ED%EE%FE%20%EC%EE%E2%EE%FE,%20%CC%E8%EA%EE%EB%E0%BF%E2%F1%FC%EA%E0%20%EE%E1%EB%E0%F1%F2%FC%20%281,2,3,4%29&path=../Database/Census/05/01/&lang=1&multilang=uk
  3. ^ Copia archiviata (PDF), su linc.com.ua. URL consultato il 7 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  4. ^ a b Copia archiviata, su analitik.org.ua. URL consultato il 9 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2015).
  5. ^ a b Public Opinion Survey of Residents of Ukraine June 9 – July 7, 2017 (PDF), iri.org, August 2017, p. 89 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2017).
  6. ^ Città gemellate con Galaţi, su primaria.galati.ro. URL consultato il 23 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2012).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ucraina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ucraina