Apri il menu principale

Stazione di Reggio di Calabria Centrale

Reggio Calabria Centrale
stazione ferroviaria
Reggio calabria piazza garibaldi.jpg
Prospetto principale su piazza Garibaldi
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàReggio Calabria
Coordinate38°06′13.34″N 15°38′09.72″E / 38.103706°N 15.636033°E38.103706; 15.636033Coordinate: 38°06′13.34″N 15°38′09.72″E / 38.103706°N 15.636033°E38.103706; 15.636033
LineeTirrenica Meridionale
Jonica
Caratteristiche
Tipostazione in superficie, passante
Stato attualein uso
Attivazione1866
Binari10
InterscambiAutolinee urbane e traghetti
 
Mappa di localizzazione: Reggio Calabria
Reggio Calabria Centrale
Reggio Calabria Centrale

La stazione di Reggio di Calabria Centrale è la principale stazione ferroviaria della città di Reggio e maggiore stazione della Calabria per numero di passeggeri; situata fra l'estremità meridionale del lungomare Falcomatà e la riva destra della fiumara Calopinace, apre il suo prospetto principale su piazza Giuseppe Garibaldi.

È uno dei nodi importanti del sistema ferroviario nazionale, fa parte del programma Centostazioni delle Ferrovie dello Stato, ed è punto di partenza delle linee Reggio Calabria-Salerno "Tirrenica Meridionale", che è l'asse fondamentale nord-sud della rete italiana e Reggio Calabria-Taranto "Jonica", verso le direttrici adriatiche.

Indice

StoriaModifica

Con l'Unità d'Italia venne iniziato il programma di costruzioni ferroviarie in Calabria affidandone l'esecuzione alla Società Vittorio Emanuele.

Il 3 giugno 1866 venne inaugurato il primo tratto della ferrovia Jonica di 16,464 km tra la Stazione centrale di Reggio e Lazzaro e il 1º ottobre 1868 quello fino a Bianconovo (Bianco). Terminati i lavori per la costruzione della ferrovia Jonica il 15 novembre 1875 venne stabilito dunque il collegamento ferroviario fino a Taranto.

Il collegamento con il porto venne attivato il 15 marzo 1881 dall'allora stazione di Reggio di Calabria Succursale a quella di Reggio di Calabria Marittima con un raccordo della lunghezza di circa 3 km.

Solo il 19 maggio 1884 Reggio di Calabria Succursale venne collegata alla stazione di Villa San Giovanni con la tratta ferroviaria di 12 km costruita dalla Società per le Strade Ferrate del Mediterraneo.

Gli impianti ferroviari reggini vennero duramente coinvolti nelle distruzioni del terremoto del 1908 ed in seguito ricostruiti. Così la nuova stazione ferroviaria di Reggio Calabria Centrale venne costruita negli anni trenta, al posto di quella precedente, su progetto dell'architetto Mazzoni, nello stile caratteristico delle costruzioni pubbliche dell'epoca fascista, con grandi ambienti ed un'architettura lineare.

Sul lato nord del marciapiede del terzo binario, vi è una colonna romana (proveniente dagli scavi effettuati sul posto), eretta a ricordo dell'elettrificazione della tratta Napoli-Reggio avvenuta nel 1937.

Nel 1939, a poco meno di un anno dalla costruzione, accolse la carrozza di Benito Mussolini, giunto a Reggio per l'ultima tappa del suo viaggio in Calabria.

Il 15 luglio 1970 un nutrito gruppo di giovani reggini occupò la stazione bloccando i binari in segno di protesta contro la decisione di nominare Catanzaro capoluogo di regione al posto di Reggio; la dura repressione della manifestazione che all'inizio era pacifica, messa in atto dalla polizia, degenerò in seguito nella cosiddetta Rivolta di Reggio.

ArchitetturaModifica

Progettata con criteri razionalistici dall'architetto futurista Angiolo Mazzoni, la nuova stazione fu inaugurata il 18 aprile 1938.

Il fabbricato della stazione centrale di Reggio è probabilmente quello che presenta il maggiore sviluppo lineare tra le stazioni della regione. Si mostra evidente la progettazione tipica dello stile imponente, non privo di ampollosità, del ventennio fascista. Fu concepito dall'architetto Mazzoni, nello stile divenuto tipico delle costruzioni pubbliche dell'epoca, con grandi ambienti a struttura semplice, lineare ed imponente. La struttura fa largo uso di rivestimenti in pietra lavica scura.

Il salone, dal quale è possibile vedere l'antistante piazza con monumento a Giuseppe Garibaldi opera di Alessandro Monteleone, presenta un bassorilievo in ceramica dello scultore Michele di Raco che raffigura il miraggio della Fata Morgana, elemento fortemente caratterizzante della tradizione iconografica reggina.

CaratteristicheModifica

La stazione ferroviaria di Reggio di Calabria Centrale, i cui servizi commerciali sono gestiti da Centostazioni, si affaccia sulla grande piazza Garibaldi costituendone il confine ovest, dal lato del mare, per tutta la sua lunghezza. Sul lato sud dell'edificio principale è presente il terminale di smistamento delle Poste e vari uffici e servizi.

Ancora più a sud, nei pressi dello Stadio Oreste Granillo, e ad essa collegato è il deposito locomotive e le relative officine di manutenzione dei rotabili. Il lato nord volge sul termine del Lungomare Falcomatà nei pressi della Villa Comunale Umberto I.

Il fascio binari per servizio viaggiatori consta di 9 binari più uno tronco per sosta locomotori.

MovimentoModifica

ServiziModifica

La stazione è fornita di:

  •   Sala di attesa
  •   Bar

InterscambiModifica

  •   Fermata autobus
  •   Taxi

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Questa voce fa parte della serie Lungomare Falcomatà
Monumenti e luoghi d'interesse: Arena dello Stretto | Museo dello strumento musicale | Monumento ai caduti di tutte le guerre | Monumento a Corrado Alvaro | Mura greche | Terme romane | Pineta Zerbi

Palazzi: Barbera | Albergo Belfanti Centralino | De Blasio | Del Bufalo | Fiaccadori | Palazzo Giuffrè | Palazzo Guarna | Miramare | Nervi | Pellicano | Poste | Prefettura | Romeo Retez | Spanò Bolani | Spinelli | Zani | Villa Genoese Zerbi


Nelle immediate vicinanze:
Museo nazionale della Magna Grecia | Bronzi di Riace | Lido comunale Zerbi


Stazioni ferroviarie: Centrale | Lido