Vinicio Marchioni

attore italiano (1975-)

Vinicio Marchioni (Roma, 10 agosto 1975) è un attore italiano.

Vinicio Marchioni nel 2020

Biografia modifica

Romano di origini calabresi (la madre è originaria di Torre Melissa, in provincia di Crotone). Si è diplomato come attore nel 2000 presso la Libera Accademia dello Spettacolo di Roma, e ha debuttato nel 1995 in teatro, con associazione culturale LUDOM (Luci dall'ombra), dove vanta un ricco curriculum. Nel 2005 ha studiato con Luca Ronconi presso il Centro Santa Cristina. In precedenza, dopo aver conseguito la maturità, si era iscritto alla facoltà di Lettere indirizzo Spettacolo dell'Università La Sapienza seguendo la sua passione per la scrittura. Per dedicarsi completamente al teatro non ha conseguito la laurea. Vinicio Marchioni, lievemente balbuziente, ha dichiarato di lavorare molto per limitare gli effetti della disfluenza sul proprio eloquio.[1] Nel mese di ottobre 2018, Marchioni si iscrive al corso di laurea in Beni culturali presso l'Università di Roma "Tor Vergata".[2]

Carriera modifica

Dopo aver preso parte a un episodio di R.I.S. 2 - Delitti imperfetti nel 2006, Vinicio Marchioni è diventato famoso per la sua partecipazione, nel ruolo de il Freddo, nella serie televisiva Romanzo criminale (2008-2010), diretta da Stefano Sollima, ispirata alla vera storia della cosiddetta Banda della Magliana. Sempre nel 2008 ha avuto anche una piccola esperienza come conduttore televisivo: su LA7 ha infatti presentato Città criminali, una serie di docu-fiction riguardanti i più famosi fatti di cronaca nera italiani dagli anni sessanta ai giorni nostri.

Nel 2009 debutta sul grande schermo con Feisbum - Il film, pellicola in otto episodi ispirata al servizio di rete sociale Facebook. Nello stesso anno recita da protagonista nel film 20 sigarette, tratto dal libro Venti sigarette a Nassiriya, scritto da Aureliano Amadei, uno dei superstiti della strage di Nassiriya del 2003[3] e regista del film. A settembre il film viene presentato alla 67ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia nella sezione Controcampo Italiano, di cui vince il premio e una menzione speciale è dedicata a Marchioni per la prova d'attore.

Nel 2010 ha partecipato ai videoclip Gli spietati dei Baustelle e Casting dei Mambassa. Nel 2011, per la sua interpretazione in 20 sigarette, ottiene una candidatura come miglior attore protagonista ai David di Donatello 2011. Da allora più di 40 film, tra cui le opere prime più interessanti degli ultimi anni (come Sulla strada di casa, del 2012, diretto da Emiliano Corapi e Amiche da morire, del 2013, diretto da Giorgia Farina), alternando ruoli sempre diversi sotto la guida dei maggiori registi italiani, tra cui Paolo Genovese, Paolo Virzì e Riccardo Milani.

Nel 2018 fonda assieme a Milena Mancini la Anton Art House, società con cui ha prodotto, scritto e diretto il Docufilm Il terremoto di Vanja e vari spettacoli teatrali. Nel 2021 partecipa alla miniserie televisiva Alfredino - Una storia italiana.

Vita privata modifica

Il 6 agosto 2011 è diventato padre di un bambino, avuto dalla compagna Milena Mancini. Due settimane prima della nascita del loro figlio, hanno esordito alla regia di un videoclip, con il nuovo singolo della cantautrice romana Pilar, Cherchez la femme.

Il 24 settembre 2011 i due si sono sposati nella chiesa di Santa Rita da Cascia a Roma[4] e il 17 ottobre 2012 nasce il loro secondogenito.

Filmografia modifica

Attore modifica

Cinema modifica

Televisione modifica

Videoclip modifica

Regista modifica

Sceneggiatore modifica

  • La ri-partenza (2015) – cortometraggio
  • Il terremoto di Vanja - Looking for Cechov (2019) – documentario

Produttore modifica

  • Il terremoto di Vanja - Looking for Cechov (2019) – documentario

Teatro modifica

Audiolibri modifica

Riconoscimenti modifica

Note modifica

  1. ^ La rivincita dei balbuzienti Ecco quelli che ce l'hanno fatta, Il Giornale, 11 ottobre 2010. URL consultato il 3 gennaio 2011 (archiviato il 12 novembre 2018).
  2. ^ Vinicio Marchioni torna all'università: "L'unica guerra che riconosco è quella contro l'ignoranza di questo paese", La Repubblica, 11 ottobre 2018. URL consultato l'11 ottobre 2018.
  3. ^ Il regista di "Venti sigarette" - Unico superstite della strage di Nassiriya. URL consultato il 27 maggio 2010.
  4. ^ Vinicio Marchioni, Nozze Top-Secret -Foto, su Leggo.it, 12 ottobre 2011. URL consultato il 10 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2014).
  5. ^ Un tram che si chiama desiderio, Teatro Argentina di Roma, 2012

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN107075181 · ISNI (EN0000 0001 1887 0416 · SBN MODV640922 · LCCN (ENno2014016633 · GND (DE144050560 · BNE (ESXX5000665 (data) · BNF (FRcb161833560 (data) · J9U (ENHE987007401950005171