Apri il menu principale

Ana Carrasco

pilota motociclistica spagnola
Ana Carrasco
Ana Carrasco 2013.jpg
Carrasco durante le prove del GP di Gran Bretagna 2013
Nazionalità Spagna Spagna
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2013 in Moto3
Miglior risultato finale 21ª
Gare disputate 46
Punti ottenuti 9
Carriera in Supersport 300
Esordio 2017
Mondiali vinti 1
GP disputati 26
GP vinti 5
Podi 8
Punti ottenuti 261
Pole position 3
Giri veloci 6
Statistiche aggiornate al 2019

Ana Carrasco Gabarrón (Murcia, 10 marzo 1997) è una pilota motociclistica spagnola.

Vincitrice del Campionato mondiale Supersport 300 nel 2018.

CarrieraModifica

Ha incominciato ad andare in moto all'età di tre anni, nel 2001 incomincia a gareggiare con le minimoto passando per le varie categorie 70, 80 e 125 cm³.

Debutta nel campionato velocità spagnolo nel 2011 all'età di 14 anni, quell'anno stesso diventò la prima pilota donna a conquistare dei punti nel CEV 125cc.

Il 7 aprile 2013 debutta nel motomondiale in Qatar, è la seconda spagnola dopo Elena Rosell che debuttò nel 2011, nell'ottobre dello stesso anno si classifica 15ª nel gran premio della Malesia, diventando così la prima pilota spagnola a conquistare punti nel motomondiale. Era da 12 anni che una donna non faceva segnare punti nel motomondiale, da quando la tedesca Katja Poensgen concluse 14ª il GP d'Italia del 2001.[1]

Nell'anno 2014 corre in sella alla Kalex KTM del team RW Racing GP, anche se non prende parte alle ultime quattro gare in calendario a causa di problemi derivanti dalla mancata copertura economica di alcune sponsorizzazioni.[2] Dalla stagione 2015 corre per il team RBA Racing. In questa stagione è costretta a saltare il Gran Premio del Qatar a causa della frattura della clavicola destra rimediata in un test pre-campionato sul circuito di Jerez de la Frontera e i Gran Premi di Indianapolis e Repubblica Ceca a causa della frattura dell'omero sinistro rimediata nel precedente GP di Germania. Chiude la stagione senza ottenere punti validi per la classifica mondiale.

Nel 2017 prende parte al campionato mondiale Supersport 300, correndo con una Kawasaki Ninja 300 del team ETG Racing. In occasione della prova portoghese corsa sul circuito di Portimão, Carrasco ottiene la sua prima vittoria in una gara iridata, diviene inoltre la seconda donna nella storia dei campionati mondiali di velocità su circuito a vincere una gara (la prima è stata nel 2016 la finlandese Kirsi Kainulainen).[3][4][5] Continua nel mondiale Supersport 300 anche nella stagione 2018, dove ottiene due vittorie, ad Imola ed a Donigton Park,[6] laureandosi campionessa del mondo all'ultima gara in calendario.[7]

Per la stagione 2019 è passata al team Kawasaki Provec WorldSSP300, struttura spagnola che gestisce le kawasaki ufficiali del campionato mondiale superbike dal 2013.

Risultati nel motomondialeModifica

2013 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 KTM 20 20 Rit 19 26 22 29 24 NE 17 23 22 19 20 15 19 18 8 9 21º
2014 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 Kalex KTM 24 21 23 23 23 20 30 24 20 26 Rit 29 24 22 0
2015 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 KTM Inf 22 26 27 18 25 23 23 Rit Inf Inf Rit 25 27 29 18 23 24 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

NoteModifica

  1. ^ Redazione MotoGP, Carrasco a punti e nella storia, su motogp.com, Dorna Sports S.L., 14 ottobre 2013.
  2. ^ Alessio Brunori, Moto3: Ana Carrasco non terminerà la stagione con il Team RW Racing GP, su motograndprix.motorionline.com, Motorionline S.r.l., 30 settembre 2014.
  3. ^ Paolo Gozzi, Ana Carrasco non è stata la prima, ma brava lo stesso!, su corsedimoto.com, Editoriale L'Incontro, 17 settembre 2017.
  4. ^ Redazione Corsedimoto, Sidecar: Kirsi Kainulainen prima donna campione del Mondo, su corsedimoto.com, Editoriale L'Incontro, 20 settembre 2016.
  5. ^ Alessandro Palma, Ecco chi è Ana Carrasco, la prima ragazza a vincere nel Mondiale Supersport 300, su corsedimoto.com, Editoriale L'Incontro, 18 settembre 2017.
  6. ^ Redazione Insella, Ana Carrasco vince anche a Donington Park, su insella.it, Unibet S.r.l., 28 maggio 2018.
  7. ^ (ES) Redacción Todocircuito, Histórico: Ana Carrasco Campeona del Mundo de Supersport 300, su todocircuito.com, 30 settembre 2018.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica