Anna Goel

attrice italiana

Anna Goel (Milano, 14 gennaio 1935) è un'attrice italiana.[1]

Biografia modifica

Formatasi all'Accademia dei filodrammatici di Milano, vince il Premio Fenarete nel 1955 per l'interpretazione della madre ne Il malinteso di Albert Camus al saggio di diploma di Esperia Sperani. Ha interpretato opere teatrali classiche e contemporanee, dai tragici greci a Luigi Pirandello, Friedrich Schiller, Bertolt Brecht, Gabriele D'Annunzio, Ugo Betti, Eduardo De Filippo, Stanisław Ignacy Witkiewicz, Carlo Goldoni, August Strindberg, Anton Pavlovič Čechov, Jean Anouilh, García Lorca, Albert Camus, Jean-Paul Sartre, Pier Paolo Pasolini, Tennessee Williams. Ha lavorato sotto la direzione di Giancarlo Menotti, di Orazio Costa Giovangigli, Michael Meschke, Peppino De Filippo, Lamberto Puggelli, Giuseppe Patroni Griffi, Bragaglia, Nanni Garella, Massimo Castri, Franco Parenti, Cherif, Piccardi, Guido De Monticelli. Interprete di trasmissioni radiofoniche e televisive di genere sia drammatico sia leggero, ma anche attrice cinematografica, diretta da Eriprando Visconti, Enrico Maria Salerno, Gianfranco Albano, Maurizio Ponzi, Piernico Salinas e Maurizio Zaccaro.

Teatro modifica

Cinema modifica

Televisione modifica

Radio modifica

Note modifica

  1. ^ Anna Goel, su archiviostorico.unita.it, IMDb. URL consultato il 22 giugno 2013 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  2. ^ Arturo Lazzari, Ulisse capo proletario?, su archiviostorico.unita.it, l'Unità, 30 luglio 1972. URL consultato il 22 giugno 2013 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).

Collegamenti esterni modifica