Apri il menu principale
Arcidiocesi di Lubiana
Archidioecesis Labacensis
Chiesa latina
StNicholas-Ljubljana.JPG
Stemma della diocesi
Diocesi suffraganee
Capodistria, Novo mesto
Arcivescovo metropolita Stanislav Zore, O.F.M.
Ausiliari Anton Jamnik,
Franc Šuštar
Arcivescovi emeriti cardinale Franc Rodé, C.M.,
Alojzij Uran,
Anton Stres, C.M.
Sacerdoti 418 di cui 280 secolari e 138 regolari
1.324 battezzati per sacerdote
Religiosi 176 uomini, 315 donne
Diaconi 20 permanenti
Abitanti 791.351
Battezzati 553.661 (70,0% del totale)
Superficie 5.608 km² in Slovenia
Parrocchie 234
Erezione 6 dicembre 1461
Rito romano
Indirizzo Ciril-Metodov trg 4, p.p. 1990, 1001 Ljubljana, Slovenija
Sito web nadskofija-ljubljana.si
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc?)
Chiesa cattolica in Slovenia
Il palazzo episcopale di Lubiana

L'arcidiocesi di Lubiana (in latino: Archidioecesis Labacensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Slovenia. Nel 2016 contava 553.661 battezzati su 791.351 abitanti. È retta dall'arcivescovo Stanislav Zore, O.F.M.

Indice

TerritorioModifica

L'arcidiocesi è situata nella parte centrale della Slovenia.

Sede arcivescovile è la città di Lubiana, dove si trova la cattedrale di San Nicola (Stolna cerkev sv. Nikolaja).

Il territorio si estende su 5.608 km² ed è suddiviso in 234 parrocchie.

Provincia ecclesiasticaModifica

La provincia ecclesiastica di Lubiana, istituita nel 1968, comprende le seguenti suffraganee:

StoriaModifica

La diocesi di Lubiana fu eretta il 6 dicembre 1461. Era originariamente suffraganea del patriarcato di Aquileia, ma la subordinazione del vescovo di Lubiana al metropolita aquileiese, prevista dalla bolla di fondazione dell'imperatore Federico III, non fu rispettata. I vescovi di Lubiana non furono mai confermati dal patriarca di Aquileia, ma sempre dal papa. Papa Pio II confermò l'erezione della diocesi il 9 settembre 1462.

L'8 marzo 1788 fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla In universa gregis di papa Pio VI, ma il 19 agosto 1807 fu declassata a diocesi immediatamente soggetta alla Santa Sede con la bolla Quaedam tenebrosa di papa Pio VII.

Il 27 luglio 1830 per effetto della bolla Insuper eminenti di papa Pio VIII divenne suffraganea dell'arcidiocesi di Gorizia.

Il 20 febbraio 1932 in seguito alla bolla Quo Christi fideles di papa Pio XI cedette la parrocchia di Fusine in Valromana all'arcidiocesi di Udine, i decanati di Idria e Vipacco all'arcidiocesi di Gorizia e il decanato di Postumia alla diocesi di Trieste.

Il 13 dicembre 1961, con la lettera apostolica Clarissimae tamquam, papa Giovanni XXIII ha proclamato i Santi Cirillo e Metodio patroni principali della diocesi, e i Santi Ermagora e Fortunato patroni secondari.[1]

Il 22 dicembre 1961 è stata elevata nuovamente al rango di arcidiocesi con la bolla Quandoquidem di papa Giovanni XXIII.

Il 22 novembre 1968 l'arcidiocesi è tornata ad essere sede metropolitana per effetto della bolla Quisquis cum animo di papa Paolo VI.

Il 7 aprile 2006 ha ceduto una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Novo mesto.

Nella stessa data la diocesi di Maribor, che era suffraganea di Lubiana, è stata elevata ad arcidiocesi metropolitana.

Cronotassi dei vescoviModifica

StatisticheModifica

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2016 su una popolazione di 791.351 persone contava 553.661 battezzati, corrispondenti al 70,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 520.000 521.571 99,7 790 614 176 658 326 1.310 285
1970 650.584 697.000 93,3 450 315 135 1.445 1 293 723 290
1980 700.000 808.000 86,6 522 363 159 1.340 271 720 288
1990 718.966 884.172 81,3 528 359 169 1.361 6 266 610 300
1999 703.450 883.175 79,7 541 365 176 1.300 5 251 553 305
2000 707.417 885.628 79,9 559 384 175 1.265 5 248 557 306
2001 710.877 892.686 79,6 551 378 173 1.290 6 232 566 306
2002 733.394 905.829 81,0 562 388 174 1.304 5 231 582 306
2003 715.084 906.430 78,9 563 388 175 1.270 4 231 540 306
2004 715.000 914.684 78,2 576 398 178 1.241 4 234 525 306
2012 561.600 772.106 72,7 431 288 143 1.303 21 179 380 234
2013 554.417 776.336 71,4 428 288 140 1.295 21 189 357 234
2016 553.661 791.351 70,0 418 280 138 1.324 20 176 315 234

NoteModifica

  1. ^ (LA) Lettera apostolica Clarissimae tamquam, AAS 54 (1962), pp. 157-158.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN156102200 · ISNI (EN0000 0004 0505 3582 · LCCN (ENn96005461
  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi