Apri il menu principale

Atletica leggera ai Giochi della XXVIII Olimpiade - 400 metri ostacoli femminili

Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
400 metri ostacoli femminili
Atene 2004
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Atene
Periodo 21 agosto 2004-25 agosto 2004
Partecipanti 34
Podio
Medaglia d'oro Fanī Chalkia Grecia Grecia
Medaglia d'argento Ionela Târlea Romania Romania
Medaglia di bronzo Tetjana Tereščuk Ucraina Ucraina
Edizione precedente e successiva
Sydney 2000 Pechino 2008
Atletica leggera ai
Giochi olimpici di
Atene 2004
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 m piani   uomini   donne
200 m piani uomini donne
400 m piani uomini donne
800 m piani uomini donne
1500 m piani uomini donne
5000 m piani uomini donne
10000 m piani uomini donne
Corse ad ostacoli
110 / 100 m hs uomini donne
400 m hs uomini donne
3000 m siepi uomini
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Salti
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Lanci
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Lancio del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne

I 400 metri ostacoli hanno fatto parte del programma di atletica leggera femminile ai Giochi della XXVIII Olimpiade. La competizione si è svolta dal 21 al 25 agosto 2004 allo Stadio Olimpico di Atene.

L'eccellenza mondialeModifica

Camp.ssa olimpica 2000 53"02   Irina Privalova Rit. 2001
Camp.ssa europea 2002 54"96   Ionela Târlea Presente
Primatista mondiale 52"34[E 1]   Julija Pečënkina Presente
Camp.ssa mondiale 2003 53"22   Jana Pittman Presente
  1. ^ Record stabilito nel 2003.

La garaModifica

Si vedono scintille già al primo turno. Julija Pečënkina fa un sensazionale 53"57 in prima serie. Poco dopo Fanī Chalkia stabilisce con 53"85 il nuovo record di Grecia.
La Pečënkina si migliora nella prima semifinale: 53"31, con 7 decimi di vantaggio su Jana Pittman. Nella seconda semifinale arriva la risposta di Faní Halkiá: 52"77, record olimpico distrutto. La quarta corsia della finale è la sua. Dietro di lei, Ionela Târlea va vicina al suo personale con 53"32 e Tetjana Tereščuk stabilisce il nuovo record di Ucraina: 53"37.

La netta favorita per l'oro è Faní Halkiá. La greca conduce la finale fin dallo sparo, andando a vincere con un lusinghiero 52"82 (nonostante un'incertezza sul nono ostacolo), pari al vecchio record olimpico (Deon Hemmings, 1996).
Ionela Târlea vince finalmente una medaglia alla sua sesta finale, tra Olimpiadi e Mondiali.
Julija Pechonkina non ha creduto in sé stessa ed è stata superata da tutte le avversarie, giungendo ultima.

RisultatiModifica

Turni eliminatoriModifica

5 Batterie 21 agosto 34 partenti Si qualificano le prime 2
più i 6 migliori tempi.
2 Semifinali 22 agosto 8 + 8 Si qualificano le prime 4.
Finale 25 agosto 8 concorrenti

FinaleModifica

Stadio olimpico, mercoledì 25 agosto, ore 21:55.

Pos Paese Atleta Tempo
    Grecia Fanī Chalkia 52"82
    Romania Ionela Târlea 53"38
    Ucraina Tetjana Tereščuk 53"44
4   Stati Uniti Sheena Johnson 53"83
5   Australia Jana Pittman 53"92
6   Russia Ekaterina Bikkert 54"18
7   Stati Uniti Brenda Taylor 54"97
8   Russia Julija Pečënkina 55"79