Apri il menu principale

Carlo Macchitella

produttore cinematografico e saggista italiano

BiografiaModifica

Nato nel 1952 a Firenze da padre pugliese e madre fiorentina, si laurea in Giurisprudenza nel 1975 con Paolo Barile all'Università di Firenze con una tesi su Costituzione e libertà di informazione.

Fino al 1980 svolge attività di insegnamento e ricerca presso l'Istituto di Diritto Pubblico di Firenze prima come borsista CNR poi come assistente incaricato. Pubblica numerosi saggi e articoli in tema di libertà di stampa, emittenza TV, Assemblea Costituente su importanti riviste e volumi collettanei di settore. Entra in Rai per concorso nel 1980 e dopo aver lavorato presso la Direzione del Personale, alla Pianificazione Aziendale e nella Segreteria del Consiglio di Amministrazione cura la programmazione cinema di Rai 2 prima diretta da Giampaolo Sodano e poi da Carlo Freccero.

Successivamente è il responsabile degli acquisti cinema nella direzione centrale Acquisti, Produzione e Vendite cinema e fiction della Rai diretta da Sergio Silva prima e Andrea Melodia dopo.

Dal 1986 al 1994 è stato Consigliere di Amministrazione di Cinecittà prima e dell'Istituto Luce poi. Nel 1999 viene nominato Direttore Generale di Rai Cinema e presidente di 01 Distribution alla cui ideazione, progettazione ed organizzazione partecipa attivamente in prima persona.

Nel febbraio 2007 si dimette dalla carica di direttore generale di Rai Cinema[1] e dalla Rai a fronte delle polemiche suscitate da alcuni articoli apparsi sulla stampa che legavano il suo nome alla cosiddetta "Inchiesta sui fondi neri Mediaset". Legame risultato privo di rilievo giuridico e giudiziario dal momento che "il manager non fu mai indagato"[2].

Dal 2007 all'ottobre 2014 ha curato la rubrica "Il Bello, il Brutto, il Cattivo" per il mensile di cinema "Bestmovie".

Nel 2011 è stato responsabile dei Roma Tv Screenings al Roma Fiction Fest. Ha svolto attività di saggista e ha collaborato a riviste come Mondooperaio, Problemi dell'Informazione, Prima Comunicazione e Comunicazioni di Massa. Dal 2008 svolge attività di produttore cinematografico e televisivo indipendente.

FilmografiaModifica

Opere LetterarieModifica

  • Gli apparati informativi del Parlamento inglese, Fondazione Giovanni Agnelli, Torino 1978
  • (con Paolo Barile) I nodi della Costituzione, Einaudi, Torino 1979
  • La Grande Riforma: 4 anni di dibattito sulla riforma istituzionale, La Nuova Italia Editrice, 1982;
  • Il gigante nano: il sistema radiotelevisivo in Italia: dal monopolio al satellite, ERI edizioni Rai, Torino 1985
  • (con Raffaele Barberio) L'Europa delle televisioni, Il Mulino, Bologna, 1989
  • Grazie, Derrick, Bompiani, Milano 1998
  • Nuovo cinema Italia: autori, industria, mercato, Marsilio, Venezia 2003
  • (con Alberto Abruzzese) Cinemitalia 2005: sogni industria tecnologie mercato, Marsilio, Venezia 2005
  • I mille volti del Sogno, Marsilio, Venezia 2012

Opere EditorialiModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN2577669 · ISNI (EN0000 0000 2012 2030 · SBN IT\ICCU\CFIV\109056 · LCCN (ENn80041943 · BNF (FRcb12504038z (data) · WorldCat Identities (ENn80-041943