Apri il menu principale

D-Tox

film del 2002, diretto da Jim Gillespie
D-Tox
D-Tox.png
Sylvester Stallone in una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Germania
Anno2002
Durata92 min
Rapporto2.35:1
Generethriller, noir, giallo, poliziesco, orrore
RegiaJim Gillespie
Soggettobasato sul romanzo di Howard Swindle
SceneggiaturaRon L. Brinkerhoff
ProduttoreKevin King
Casa di produzioneUnited International Pictures
FotografiaDean Semler
MontaggioTim Alverson, Steve Mirkovich
MusicheJohn Powell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

D-Tox è un film del 2002, diretto da Jim Gillespie, con protagonista l'attore Sylvester Stallone.

Il film è tratto dal libro di Howard Swindle Jitter Joint.

TramaModifica

L'agente dell'FBI Jake Malloy è vittima designata di un serial killer psicopatico. Dopo aver visto brutalmente uccisi da quest'ultimo la fidanzata ed un suo amico e collega, Malloy cade in una profonda depressione e viene convinto da un altro collega a ricoverarsi in un centro di riabilitazione (D-Tox), che si trova in una zona isolata nel Wyoming, finalizzato alla cura di agenti con vari problemi di nevrosi o di alcolismo, derivanti da traumi generati dall'aver assistito ad eventi drammatici che il mestiere comporta. Il killer, però, riesce a seguirlo e ad infiltrarsi nel centro, sostituendosi ad un poliziotto che vi doveva essere ricoverato e che viene ucciso prima dell'arrivo. Camuffato fino all'ultimo tra i ricoverati, comincia ad eliminare ad uno ad uno i componenti dello staff del centro e gli altri agenti, con l'ossessivo scopo finale di arrivare a Malloy.

ProduzioneModifica

Il budget del film è stato di circa 55 milioni di dollari.[1]

NoteModifica

  1. ^ (EN) D-Tox, su Box Office Mojo. URL consultato il 6 ottobre 2019.  

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema