Francesca Guadagno

attrice, doppiatrice e direttrice del doppiaggio italiana

Francesca Guadagno (Roma, 22 gennaio 1967) è un'attrice, doppiatrice e direttrice del doppiaggio italiana, attiva fin da bambina. Ha prestato la voce ad Heidi.

BiografiaModifica

È nota soprattutto per aver cantato nel 1975, ancora bambina, la canzone Piange... il telefono con Domenico Modugno (col quale ha interpretato l'omonimo film diretto da Lucio De Caro)[1] e prestato voce al personaggio di Heidi nell'omonimo anime. Ha doppiato anche il personaggio di Mariangela Fantozzi nei film Fantozzi e Il secondo tragico Fantozzi. Tra gli altri personaggi degli anime doppiati vi sono Kasumi Tendo nei primi 50 episodi di Ranma ½ e Kikyo dalla seconda alla sesta serie di Inuyasha.

Ha prestato inoltre la voce alle attrici Cameron Diaz in Tutti pazzi per Mary e Jennifer Garner nel ruolo di Elektra nei film Daredevil ed Elektra. Inoltre ha doppiato Wanda in Due fantagenitori e Cleo Carter in Tutenstein. Tra le attrici doppiate Gabrielle Carteris in Beverly Hills 90210, Melissa McCarthy, Rene Russo, Bridget Fonda, Rosanna Arquette, Marisa Tomei, Liv Tyler e Toni Collette; ha inoltre doppiato Bobbie Eakes nella soap opera Beautiful nel ruolo di Macy Alexander.

Vita privataModifica

È sorella del doppiatore Marco Guadagno[1].

FilmografiaModifica

AttriceModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

DoppiaggioModifica

FilmModifica

Serie televisiveModifica

AnimazioneModifica

VideogiochiModifica

RadioModifica

  • Domino, testo e regia di Diego Cugia (Radio2 Rai, 1998)

DiscografiaModifica

SingoliModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Antonio Genna, Intervista a Francesca Guadagno, su Il mondo dei doppiatori, febbraio 2006. URL consultato il 4 ottobre 2021.
  2. ^ AntonioGenna.net presenta: IL MONDO DEI DOPPIATORI - ZONA ANIMAZIONE: "Disincanto", su antoniogenna.net. URL consultato il 19 febbraio 2022.
  3. ^ Forbidden Siren, su Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 7 febbraio 2022.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN147004716 · ISNI (EN0000 0000 9910 5435 · LCCN (ENno2010155021 · WorldCat Identities (ENlccn-no2010155021