Stefano De Sando

attore e doppiatore italiano

Stefano De Sando, pseudonimo di Giuseppe De Sando (Pizzo, 31 luglio 1954), è un attore, doppiatore e cantante italiano.

Stefano De Sando nel 1981

BiografiaModifica

È noto soprattutto per aver prestato voce a Robert De Niro (subentrando al suo doppiatore storico Ferruccio Amendola), Bryan Cranston nel ruolo di Walter White in Breaking Bad, Tom Selleck in Blue Bloods, James Gandolfini nel ruolo di Tony Soprano nella serie televisiva I Soprano, Ed O'Neill nella sit-com statunitense Modern Family, Bernard Hill nel ruolo di re Théoden nella trilogia de Il Signore degli Anelli di Peter Jackson (nel secondo e terzo film), Mark Addy nel ruolo di re Robert Baratheon nella serie televisiva Il Trono di Spade, Larry Hagman nel ruolo di J.R. Ewing nella soap opera Dallas (in sostituzione di Antonio Colonnello), Ciarán Hinds in Roma, Paul Sorvino nella seconda e terza stagione della serie Law & Order - I due volti della giustizia e agli attori John Goodman, Ben Kingsley, Sam Shepard, Richard Jenkins, Nick Nolte, Tom Wilkinson e Peter Weller in diverse significative interpretazioni.

Ha doppiato inoltre Martin Sheen in Wall Street di Oliver Stone e The Departed - Il bene e il male di Martin Scorsese, Chazz Palminteri ne I soliti sospetti, Tim Robbins in Mystic River, Sam Neill in Jurassic Park di Steven Spielberg, Robert Duvall in Apocalypse Now Redux e Marlon Brando nel ruolo di don Vito Corleone ne Il padrino nella riedizione su DVD.

Nei film d'animazione ha doppiato i personaggi de il Generale Li in Mulan, Clayton in Tarzan, Don Lino (doppiato nella versione originale da Robert De Niro) in Shark Tale, Aronne ne Il principe d'Egitto e ai personaggi delle serie animate Gomez Addams (in La famiglia Addams) e Buck Strickland (in King of the Hill).

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

TeatroModifica

Per molti anni presente nella compagnia di Vittorio Gassman.

DoppiaggioModifica

FilmModifica

Film d'animazioneModifica

Serie televisiveModifica

Cartoni animati e animeModifica

MusicaModifica

NoteModifica

  1. ^ I Simpson, su Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica