Apri il menu principale

Dante (metropolitana di Napoli)

stazione della metropolitana di Napoli
Logo Metropolitane Italia.svg Dante
Stazione di Dante - Metropolitana linea 1 (Naples).jpg
Stazione della metropolitana di Napoli
Gestore ANM
Inaugurazione 2002
Stato In uso
Linea linea 1
Localizzazione Piazza Dante, Napoli
Tipologia Stazione sotterranea
Interscambio Autobus urbani ed extraurbani
Filobus
Dintorni - Teatro Bellini
- Via Toledo
- Centro Storico
Mappa di localizzazione: Napoli
Dante
Dante
Metropolitane del mondo

Coordinate: 40°50′56.04″N 14°15′01.44″E / 40.8489°N 14.2504°E40.8489; 14.2504

Metropolitana di Napoli
Linea 1 
White dot.svg  Capodichino Aeroporto In costruzione
White dot.svg  Poggioreale In costruzione
White dot.svg  Tribunale In costruzione
White dot.svg  Centro Direzionale In costruzione
Napoli Centrale 
Linea 2  Logo linea 2 Napoli.svg  Circumvesuviana 
White dot.svg  Garibaldi
White dot.svg  Duomo In costruzione
White dot.svg  Università
White dot.svg  Municipio
White dot.svg  Toledo
White dot.svg  Dante
Linea 2  Logo linea 2 Napoli.svg  White dot.svg  Museo
White dot.svg  Materdei
White dot.svg  Salvator Rosa
White dot.svg  Quattro Giornate
Funicolari Montesanto 
Chiaia 
Centrale
 
White dot.svg  Vanvitelli
White dot.svg  Medaglie d'Oro
White dot.svg  Montedonzelli
White dot.svg  Rione Alto
White dot.svg  Policlinico
White dot.svg  Colli Aminei
White dot.svg  Frullone
White dot.svg  Chiaiano
Linea Arcobaleno  White dot.svg  Piscinola

Dante è una stazione della linea 1 della metropolitana di Napoli ed è ubicata sotto l'omonima piazza del centro antico.

DescrizioneModifica

Disegnata dall'architetto Gae Aulenti nel 1999, è stata inaugurata il 27 marzo 2002[1] dall'allora Presidente della repubblica Carlo Azeglio Ciampi e fa parte del circuito delle stazioni dell'arte.

La struttura esterna si presenta con due padiglioni realizzati in vetro e acciaio che incorniciano la statua di Dante.

Al suo interno sono esposte le opere di importanti artisti napoletani, italiani e stranieri, tra questi artisti spicca il nome Jannis Kounellis, autore di un'installazione Senza Titolo, con putrelle (che rappresentano dei binari), scarpe, un cappotto, un cappello e trenini giocattolo, un altro artista è Joseph Kosuth che ha installato Queste cose visibili, un lungo neon un brano del Convivio scritto da Dante.

Nicola De Maria ha realizzato un mosaico intitolato Universo senza bombe, regno dei fiori. 7 angeli rossi. Michelangelo Pistoletto ha installato Intermediterraneo, un'opera specchiante in cui è tracciato il profilo del bacino mediterraneo, mentre Carlo Alfano ha realizzato due dipinti montati su un telaio di alluminio dal titolo Luce-Grigio, del 1982 e Frammenti di un autoritratto anonimo del 1985.

Gae Aulenti ha inoltre risistemato l'emiciclo della piazza eliminando del tutto la carreggiata stradale ed il preesistente attestamento delle linee bus, destinandola esclusivamente ad uso pedonale e pavimentandola con lastre di pietra lavica e marmo.

I binari sono serviti da due marciapiedi e la stazione è dotata di asta di manovra per l'inversione di marcia dei treni, anche considerando il fatto che è stata per un certo lasso di tempo capolinea provvisorio. Sia la salita che la discesa avviene mediante tre rampe di scale fisse o mobili oppure tramite ascensori. Nonostante vi siano diverse uscite, queste sono tutte ubicate in Piazza Dante. Da segnalare che il progetto originario dell'intera linea metropolitana prevedeva, inizialmente, anche la realizzazione di un lungo corridoio mobile sotterraneo che avrebbe collegato la stazione a quella di Montesanto della Linea 2, creando altresì un interscambio, oltre che fra le due linee, anche con le vicine Ferrovie Cumana e Circumflegrea nonché l'attigua Funicolare di Montesanto, ma questa soluzione fu poi accantonata a causa della complessità e degli alti costi dell'opera anche considerando la notevole distanza, quantificabile in linea retta in circa 500 metri.

ServiziModifica

La stazione dispone di:

  •   Biglietteria automatica

InterscambiModifica

  •   Fermata filobus
  •   Fermata autobus

NoteModifica

  1. ^ Metropolitana di Napoli, in I Treni (Salò, Editrice Trasporti su Rotaie), nº 237, maggio 2002, p. 6, ISSN 0392-4602 (WC · ACNP).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica