Apri il menu principale

Dino Falconi

scrittore e regista italiano

BiografiaModifica

 
Da sinistra Dino Falconi con Frattini, Rovi e Spiller nel 1950

Figlio di Armando Falconi e Tina Di Lorenzo, una coppia di grandi attori dell'epoca, iniziò negli anni venti la sua attività di giornalista, occupandosi soprattutto di cronache dello spettacolo su Il Popolo d'Italia. In quel periodo intraprese l'attività di sceneggiatore spesso insieme a Oreste Biancoli con il quale, per diversi anni, scrisse una grande quantità di testi, non solo per il teatro ma anche per il cinema e la radio.

I suoi soggetti e sceneggiature erano legati soprattutto al teatro leggero e al varietà. I copioni scritti da lui furono interpretati da Anna Magnani, Totò, Vittorio De Sica e Macario. Scrisse anche i testi per alcuni spettacoli radiofonici dell'EIAR e successivamente della RAI.

Nel 1931 scrisse il primo soggetto per il film Rubacuori, per passare alla regia con la pellicola Vento di milioni del 1941. Dalla fine degli anni '40 è stato autore di vari programmi di varietà radiofonici e televisivi Rai, spesso in collaborazione con Angelo Frattini, Vincenzo Rovi e Attilio Spiller.

FilmografiaModifica

Il teatroModifica

  • Triangoli di Dino Falconi e Oreste Biancoli, regia di Dario Niccodemi, prima al Teatro Manzoni di Milano il 18 gennaio 1930.
  • Facciamo due chiacchiere di Dino Falconi e Oreste Biancoli, regia di Gero Zambuto, prima al Teatro Arcimboldi di Milano, il 6 febbraio 1931.
  • La città delle lucciole di Falconi e Biancoli, 1941.
  • Ah...ci risiamo! di Falconi e Biancoli, 1945.
  • Viva Fra Diavolo di Dino Falconi, 1945.
  • Quo Vadis? di Falconi, Biancoli e Orio Vergani, 1950.
  • Votate per Venere di Falconi e Vergani, 1951.
  • Black and White di Falconi, Biancoli e Vergani, 1951.
  • Cocoricò, varietà di Falconi, Frattini e Spiller, 1952.

Il varietà radiofonico EIARModifica

  • Terziglio di Falconi, Gerardo Jovinelli e Ramo, regia di Claudio Fino, trasmessa il 13 marzo 1943.

Il varietà televisivo RaiModifica

BibliografiaModifica

  • Almanacco Bompiani 1975, Il teatro di rivista italiano.
  • Catalogo Bolaffi del cinema 1945/1955.
  • Dizionario dei registi, di Pino Farinotti, Milano, SugarCo, 1993.
  • Anna Magnani, di Matilde Hochkofler, Gremese editore, Roma, 1984.
  • Il Radiocorriere

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN65951655 · LCCN (ENn2008080567 · GND (DE1061992357 · WorldCat Identities (ENn2008-080567