Elezioni regionali in Veneto del 2020

11ª elezione del Consiglio e del Presidente della Regione Veneto
Elezioni regionali in Veneto del 2020
Stato Italia Italia
Regione Veneto Veneto
Data 20-21 settembre 2020
Affluenza 61,14 % (Aumento 3,98 %)
Luca Zaia in 2019.jpg No immagine disponibile.svg
Candidati
Arturo Lorenzoni
Partito
Coalizione
Voti
1.883.959
76,79 %
385.768
15,72 %
Seggi
41 / 51
9 / 51
Differenza %
Aumento 26,71 %
Diminuzione 7,02 %
Differenza seggi
Aumento 12
Diminuzione 3
Veneto-2020-partiti.svg
Presidente uscente
Luca Zaia (LSP)
Left arrow.svg 2015

Le elezioni regionali italiane del 2020 in Veneto si sono tenute il 20 e 21 settembre, contestualmente alle altre 6 regioni chiamate al voto: Liguria, Toscana, Valle d'Aosta, Marche, Campania e Puglia. La consultazione elettorale era inizialmente prevista per il 31 maggio ma è stata rinviata a causa della pandemia di COVID-19 del 2019-2020 in base al decreto legge 20 aprile 2020, n. 26; lo stesso decreto ha disposto una proroga di tre mesi per il Presidente della Giunta e il Consiglio regionale.

Le consultazioni elettorali si sono svolte contemporaneamente al referendum costituzionale sul taglio del numero dei parlamentari, alle elezioni parlamentari suppletive nel collegio uninominale Veneto - 09 (Villafranca di Verona) e alle elezioni amministrative in 40 comuni veneti (tra cui Venezia).

Il presidente uscente Luca Zaia è stato rieletto per il terzo mandato consecutivo con il 76,79% delle preferenze, ottenendo il primato del presidente di regione eletto direttamente con la più alta percentuale di voti.[1]

Legge elettoraleModifica

 
Seggio elettorale

Per le elezioni regionali in Veneto si vota con una legge elettorale del 2012 che è stata in parte modificata nel maggio 2018. Non essendo previsto un ballottaggio, verrà eletto governatore il candidato capace di ottenere anche un solo voto in più rispetto agli altri sfidanti.

Lo Zaiatellum – come è stato rinominato – è un sistema di voto proporzionale che prevede l’assegnazione di un premio di maggioranza: nel caso di un candidato che ottiene più del 40% dei voti, a questi verrà attribuito il 60% dei 50 seggi in totale.

Per accedere alla ripartizione dei seggi, una coalizione deve superare la soglia di sbarramento del 5% dei voti mentre per le liste singole l’asticella è fissata al 3%. Per quanto riguarda i consiglieri è stato eliminato il vincolo dei due mandati.

Sarà possibile infine per un elettore fare un voto disgiunto (per un candidato alla carica di Presidente della Giunta regionale e per una delle altre liste a esso non collegate) ed esprimere una doppia preferenza per i candidati consiglieri, che però devono riguardare candidati di genere diverso della stessa lista (un uomo e una donna o viceversa), pena l’annullamento della seconda preferenza.

Candidati alla presidenzaModifica

 
Scheda elettorale delle elezioni regionali del Veneto del 2020

I candidati alla presidenza, con le rispettive liste a sostegno - così come depositate in Corte d'Appello alla scadenza di legge delle ore 12 del 22 agosto sono:

Gli aspiranti candidati Ivano Spano (Movimento Indipendenza Noi Veneto) e Loris Palmerini (Venetie per l'Autogoverno) non hanno presentato le firme necessarie, restando pertanto esclusi dalla contesa elettorale.[2]

SondaggiModifica

Candidati presidentiModifica

I sondaggi vengono pubblicati su un'apposita sezione del sito internet del Governo italiano.

Data Fonte Luca Zaia (CDX) Arturo Lorenzoni (CSX) Enrico Cappelletti (M5S) Daniela Sbrollini (Centro IV-PSI-PR-CV) altri Distacco
1-3 settembre 2020 Pagnoncelli 74% 16,3% 4,9% 1,0% 3,7% 57,2%
29 agosto- 2 settembre 2020 SWG[senza fonte] 69% - 73% 17% - 21% 2% - 4% 1% - 3% 1% - 3% ~52%
27 agosto - 1 settembre Il Gazzettino TP 76% 14% 10% 62%
24 agosto - 2 settembre 2020 Noto 71% - 75% 18% - 22% 2% - 6% 1% - 5% ~52%
28 - 31 agosto 2020 Il Mattino di Padova[senza fonte] 68,4% 19,6% 6,3% 2,4% 2,4% 48,8%
24 agosto 2020 Tecnè 70% - 74% 16% - 20% 3% - 7% 2% - 4% 2% - 4% ~54%
3-5 agosto 2020 Trevisotoday TP 80,7% 12,7% 1,9% 0,5% 4,2% 68%
30-31 luglio 2020 Tecnè 68% - 72% 16% - 20% 4% - 8% 2% - 6% 1% - 3% ~52%
19 -22 luglio 2020 Winpoll 76,8% 15,5% 3,8% 1,1% 2,8% 61,3%
24-25 giugno 2020 Noto 70% 18% 7% 2% 3% 52%
31 gennaio 2020 Affariitaliani 61% - 65% 33% - 37% 1% - 3% ~28

Liste elettoraliModifica

Data Fonte Centro-sinistra Centro-destra M5S Daniela Sbrollini Altri Distacco partiti Indecisi
PD +E Lor. Pres. Altri Totale Zaia Pres. Lega FI FdI Altri Totale IV Altri
1-3 settembre 2020 Pagnoncelli 15,1% 1,4% 1,9% 18,4% 34,5% 23,5% 3,5% 8,8% 1,2% 71,5% 5,2% 1,3% 3,6% 11 12,7%
28 agosto-2 settembre SWG 13%-15% 0,5-1,5% 3,5%-6,5% 18%-22% 30%-32% 28%-30% 2%-4% 5,5%-7,5% 1%-2% 69%-73% 3%-5% 1%-2% 2,5%-4,5% 2 22%
27 agosto-1 settembre Il Gazzettino TP 13% 4% 17% 44% 14% 4% 9% 4% 73% 8% 30 35%
28 -31 agosto 2020 Il Mattino di Padova 15% 0,5% 0% 3,1% 18,6% 33,6% 24% 2,1% 6% 0,8% 66,5 7,2% 2% 4,9% 9,6 33%
3-5 agosto 2020 Trevisotoday 9,2% 1,4% 1,2% 0,9% 12,7% 36,8% 31,4% 2,8% 9,7% 80,7% 1,9% 0,5% 4,2% 5,4 22%
19-22 luglio 2020 Winpoll 10,7% 0.9% 2,0% 3,0% 16,6% 33,6% 26,8% 3,3% 10,3% 74% 4,7 1,7% 0,1% 2,9 6,8

AffluenzaModifica

AffluenzaModifica

Affluenza
Domenica ore 12 Domenica ore 19 Domenica ore 23 Lunedì ore 15
Veneto 14,7% 35,5% 46,13% 61,14%
Belluno 11,4% 26,9% 34,91,% 47,84%
Padova 15,7% 38,3% 49,5% 65,43%
Rovigo 14,7% 34,7% 44,66% 59,87%
Treviso 14,0% 33,6% 44,15% 58,27%
Venezia 15,2% 36,4% 46,73% 65,52%
Verona 14,5% 35,6% 46,91% 61,95%
Vicenza 14,9% 36,3% 46,98% 61,8%

Affluenza regionali Veneto 2020 [1]

Risultati elettoraliModifica

Risultati per coalizioni

  Centro-sinistra 9
  Movimento 5 Stelle 1
  Centro-destra 41

Risultati per partiti

  Europa Verde 1
  Il Veneto che Vogliamo 1
  Partito Democratico 7
  Movimento 5 Stelle 1
  Forza Italia 2
  Zaia Presidente 24
  Lista Veneta Autonomia 1
  Liga Veneta 9
  Fratelli d'Italia 5

[3]

Candidati Voti %[3] Liste Voti %[3] Seggi[3]
Luca Zaia
Eletto Presidente
1.883.959 76,79 Zaia Presidente 916.087 44,57 23
Lega Salvini-Liga Veneta 347.832 16,92 9
Fratelli d'Italia 196.310 9,55 5
Forza Italia - Autonomia per il Veneto 73.244 3,56 2
Lista Veneta Autonomia 48.392 2,38 1
Totale coalizione 1.581.865 76,97 41
Arturo Lorenzoni
Eletto consigliere
385.768 15,72 Partito Democratico 244.881 11,92 6
Il Veneto che Vogliamo[4] 41.275 2,01 1
Europa Verde 34.647 1,69 1
+Veneto in Europa - Volt 14.246 0,69 0
Sanca Autonomia 2.405 0,12 0
Totale coalizione 337.454 16,42 9
Enrico Cappelletti 79.662 3,25 Movimento 5 Stelle 55.281 2,69 1
Paolo Girotto 21.679 0,88 Movimento 3V - Libertà di Scelta 14.916 0,73 0
Antonio Guadagnini 20.502 0,84 Partito dei Veneti 14.916 0,73 0
Paolo Benvegnù 18.529 0,76 Solidarietà Ambiente Lavoro[5] 11.846 0,58 0
Daniela Sbrollini 15.198 0,62 Daniela Sbrollini Presidente[6] 12.426 0,60 0
Patrizia Bartelle 14.518 0,59 Territori in Comune - Veneto Ecologia Solidarietà 9.061 0,44 0
Simonetta Rubinato 13.703 0,56 Veneto - Simonetta Rubinato per le Autonomie 12.082 0,59 0
Totale voti validi 2.453.518[3] 2.055.173[3] 49
Schede bianche 35.455
Schede nulle 33.634
Votanti 2.522.920 61,15
Elettori 4.126.114 100

Consiglieri elettiModifica

Il 7 ottobre 2020 la Corte d'appello di Venezia ha dichiarato eletta la consigliera uscente Erika Baldin (M5S), anziché Roberta Vianello (Lista Zaia Presidente): secondo i giudici, la soglia di sbarramento (3%) deve essere considerata per le preferenze ottenute dal candidato presidente (Enrico Cappelletti ottenne il 3,25%) e non all'unica lista che lo sosteneva (il M5S ottenne il 2,69%).[7][8]

Collegio Lista Eletto[3] Preferenze[3]
Circoscrizione di Belluno Zaia Presidente Gianpaolo Enrico Bottacin 9.078
Silvia Cestaro 1.490
Circoscrizione di Padova Zaia Presidente Fabrizio Boron 6.574
Luciano Sandonà 6.009
Elisa Cavinato 4.361
Giulio Centenaro 4.141
Lega Salvini-Liga Veneta Roberto Marcato 11.660
Fratelli d'Italia Enoch Soranzo 5.858
Forza Italia - Autonomia per il Veneto Elisa Venturini 6.559
Partito Democratico Vanessa Camani 6.187
Il Veneto che Vogliamo Elena Ostanel 4.488
Circoscrizione di Rovigo Zaia Presidente Simona Bisaglia 890
Lega Salvini-Liga Veneta Cristiano Corazzari 5.560
Circoscrizione di Treviso Zaia Presidente Sonia Brescacin 8.863
Roberto Bet 8.596
Alberto Villanova 8.406
Silvia Rizzotto 7.309
Stefano Busolin 4.908
Lega Salvini-Liga Veneta Federico Caner 5.178
Marzio Favero 3.315
Fratelli d'Italia Tommaso Razzolini 4.083
Partito Democratico Andrea Zanoni 6.428
Circoscrizione di Venezia Zaia Presidente Francesco Calzavara 4.595
Fabiano Barbisan 3.683
Gabriele Michieletto 3.247
Francesca Scatto 2.071
Movimento 5 Stelle Erika Baldin 1.943
Lega Salvini-Liga Veneta Marco Dolfin 3.114
Fratelli d'Italia Raffaele Speranzon 4.296
Partito Democratico Francesca Zottis 3.778
Jonatan Montanariello 1.889
Circoscrizione di Verona Zaia Presidente Stefano Valdegamberi 11.422
Filippo Rigo 4.521
Alessandra Sponda 2.842
Lega Salvini-Liga Veneta Elisa De Berti 4.941
Enrico Corsi 3.790
Fratelli d'Italia Daniele Polato 10.807
Forza Italia - Autonomia per il Veneto Alberto Bozza 3.602
Lista Veneta Autonomia Tomas Piccinini 3.409
Partito Democratico Anna Maria Bigon 7.521
Circoscrizione di Vicenza Zaia Presidente Roberto Ciambetti 9.951
Marco Zecchinato 4.326
Stefano Giacomin 2.876
Silvia Maino 2.774
Lega Salvini-Liga Veneta Manuela Lanzarin 10.370
Nicola Ignazio Finco 8.939
Fratelli d'Italia Elena Donazzan 10.743
Partito Democratico Giacomo Possamai 11.515
Europa Verde Cristina Guarda 2.536

NoteModifica

  1. ^ In precedenza, Vito De Filippo era stato eletto con il 67% nelle Elezioni regionali in Basilicata del 2005.
  2. ^ Mancano le firme bocciati due “venetisti”
  3. ^ a b c d e f g h Eligendo: Regionali [Scrutini] Regione VENETO (Italia) - Ministero dell'Interno DAIT, su Eligendo. URL consultato il 22 settembre 2020.
  4. ^ Lista che include Articolo Uno, Sinistra Italiana e Possibile
  5. ^ Lista che include PRC e PCI
  6. ^ Lista che include IV, PSI, Civica per il Veneto e PRI
  7. ^ Angela Pederiva, Il tribunale dà un seggio ai 5 stelle (PDF), in Il Gazzettino, 8 ottobre 2020.
  8. ^ Veneto, il M5s entra in consiglio regionale: la Corte d’appello ripesca Erika Baldin, in Il Fatto Quotifiano, 7 ottobre 2020.

Collegamenti esterniModifica