L'emirato (in lingua araba إمارة imàra) è il dominio di un emiro (in lingua araba amìr, comandante).

Erroneamente tradotto, spesso e volentieri, come "principato", l'emirato non si riallaccia in realtà ad alcun primato morale, spirituale o economico, ma al puro e semplice diritto di impartire ordini (in lingua araba amr).

Indice

StoriaModifica

L'emiro è, infatti, storicamente un comandante di eserciti, e anche in questo senso si usa nell'espressione amìr al-mu'minìn (comandante dei credenti) per significare "califfo", perché per i musulmani il califfo non è mai stato (salvo forse nel periodo "ortodosso" a dire dei musulmani stessi) il migliore, il primo (il princeps latino), con l'eccezione degli scismatici Kharigiti, che questa primazia, per l'appunto, prescrivono per il loro Imàm. Il Bahrein fu un emirato dal 1971 al 2002.[paragrafo farraginoso poco comprensibile]

Emirati attualiModifica

Emirati del passatoModifica

EuropaModifica

Penisola ibericaModifica

Regione mediterraneaModifica

CaucasoModifica

AsiaModifica

Vicino OrienteModifica

ArabiaModifica

Asia centrale e subcontinente indianoModifica

AfricaModifica

Nord AfricaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autorità GND: (DE4206980-4
  Portale Islam: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di islam