Fabio Leimer

pilota automobilistico svizzero
Fabio Leimer
GP2-Belgium-2013-Feature Race-Fabio Leimer.jpg
Fabio Leimer sulla Racing Engineering in gara 1 di GP2 del Belgio 2013
Nazionalità Svizzera Svizzera
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria GP2
Squadra Racing Engineering
 

Fabio Leimer (Rothrist, 17 aprile 1989) è un pilota automobilistico svizzero.

CarrieraModifica

KartingModifica

Come molti piloti automobilistici, Leimer iniziò la sua carriera nel karting nel 2003, anno in cui vinse il Campionato Svizzero categoria Junior. Finì secondo nella stessa categoria l'anno successivo per poi finire secondo anche nel Campionato Svizzero Intercontinentale A (ICA) nel 2006.

Formula BMWModifica

Nel 2006 Leimer passò alle monoposto, correndo nella Formula BMW ADAC in Germania. Iniziò l'anno nel Team Rosberg, ma finì la stagione con la Matson Motorsport. Durante l'anno accumulò quattro punti e fu classificato 18º. Prese inoltre parte alle Finali Mondiali di Formula BMW tenutesi a Valencia, dove arrivò 19º.

Formula RenaultModifica

L'anno seguente, Leimer passò alla Formula Renault, correndo sia nell'Eurocup Formula Renault 2.0 che nel campionato italiano per la Jenzer Motorsport. Nella serie dell'Eurocup arrivò a punti in tre gare ed ottenne un giro veloce a Donington, concludendo la stagione al 17º posto.[1] In quella italiana Leimer segnò punti in undici gare su quattordici, arrivando due volte sul podio (a Spa-Francorchamps e a Valencia) classificandosi 11º in campionato.[2]

International Formula MasterModifica

Leimer partecipò al campionato 2008 di Formula Masters, di nuovo con Jenzer Motorsport. Dopo un convincente inizio di stagione, si classificò 2º alle spalle del vincitore Chris van der Drift, vincendo tre gare ad Estoril, ad Imola e a Monza oltre ad ottenere cinque altri piazzamenti sul podio. Aiutò così la Jenzer Motorsport ad arrivare terza nella classifica a squadre.[3] Nella categoria di contorno, la Formula Master Italia, Leimer finì al 4º posto con una vittoria al Mugello con solo due gare disputate.

Nell'ottobre 2008 Leimer ottenne un test premio di tre giorni in Indy Lights con la Sam Schmidt Motorsports. Il test premio era originariamente destinato al pilota tedesco Michael Ammermüller, ma declinò l'offerta per ragioni personali.[4]

Leimer proseguì in questa serie per il 2009, compagno di Pål Varhaug, il campione in carica del Campionato Italiano di Formula Renault 2.0.[5] Tra le prime sei gare della stagione, vinse a Pau, Valencia, Brno, Brands Hatch e Spa-Francorchamps, giorno in cui la Formula Masters fu categoria di contorno per il Gran Premio del Belgio di Formula 1.[6] Leimer poi vinse il titolo al settimo evento tenutosi a Oschersleben.[7]

GP2 SeriesModifica

Come risultato del suo 2º posto nella Formula Masters 2008, nel novembre dello stesso anno Leimer prese parte a un test premio in GP2 con la squadra italiana Trident Racing al Paul Ricard, in Francia,[8] ed un anno più tardi provò per la DAMS sulla stessa pista come premio per aver vinto il titolo di Formula Masters International.[9]

Nell'ottobre 2009, Leimer testò per la squadra Ocean Racing Technology di Tiago Monteiro al Jerez e nello stesso mese fu confermato come pilota del team per la GP2 Asia Series 2009-2010, correndo anche contro colleghi provenienti dalla Formula Masters come Alexander Rossi[10] e l'ex pilota di Formula 3 inglese Max Chilton. Leimer con il team anche nella stagione successiva, la 2010, e il suo compagno fu proprio Chilton.[11] Alla prima gara dell'anno a Barcellona, Leimer finisce 8º nella gara lunga, per il risultato della quale parte poi in pole position per la gara sprint (a causa della regola della griglia invertita per i primi otto di gara-1) che va poi a vincere davanti al pilota della Rapax Luiz Razia.[12] Successivamente, però, non riuscì a segnare nessun altro punto, limitandosi così ad ottenere il 19º posto nel campionato piloti.

Per il 2011, Leimer passò alla Rapax insieme a Julián Leal. Finì 5º nella GP2 Asia e ottenne la sua seconda vittoria in GP2. Come accadde l'anno precedente, la vittoria arrivò nella gara sprint di Barcellona, segnando nuovamente il giro più veloce della gara, anche se in quest'occasione ottenne la sua pole position dovuta ancora al ribaltamento della griglia grazie alla squalifica in gara-1 di Romain Grosjean. Un'altra manciata di punti sul tracciato brianzolo di Monza lo fecero salire sino al 14º posto in classifica. Vinse anche la gara lunga delle Finali GP2, gare non valide per il campionato tenutesi a Yas Marina.

Leimer passò alla Racing Engineering per il campionato 2012, dove venne affiancato dal francese Nathanaël Berthon. Nonostante non sia riuscito a vincere neanche una gara durante la stagione, migliorò la sua costanza, arrivando sei volte sul podio e finendo così 7º nel campionato piloti.

Anche nel campionato 2013 corse per la squadra spagnola, ma il suo compagno fu Julián Leal, con cui già aveva condiviso il box due anni prima. A Sepang vinse la gara lunga e finì sul podio la gara sprint, dimostrando di essere tra i favoriti per il titolo finale, e a Sakhir, nel Bahrein, ottenne un'altra vittoria nella gara lunga. Dopo alcune gare terminate fuori dalla zona punti, ritornò sul podio più di due mesi dopo, al Nürburgring (Germania) e all'Hungaroring (Ungheria), in entrambi i casi nella gara sprint, mentre tornò alla vittoria il 7 settembre a Monza nella gara lunga. Con il 4º posto ottenuto nella gara lunga sul circuito di Yas Marina ad Abu Dhabi, il 2 novembre conquistò il titolo GP2 2013.

Formula 1Modifica

Il 3 giugno 2015 la Manor lo nomina terzo pilota e collaudatore.[13] Leimer riesce a partecipare alle prime prove libere del Gran Premio d'Ungheria 2015, scegliendo come numero il 42.

RisultatiModifica

SommarioModifica

Anno Serie Team Gare Vittorie Pole Gpv Podi Punti Pos.
2006 Formula BMW ADAC Team Rosberg 18 0 0 0 0 4 18º
Matson Motorsport
2007 Eurocup Formula Renault 2.0 Jenzer Motorsport 14 0 0 1 0 17 17º
Italian Formula Renault 2.0 14 0 0 0 2 161 11º
2008 Formula Masters International Jenzer Motorsport 16 3 1 3 8 79
Formula Masters Italia 2 1 1 2 1 48
2009 Formula Masters International Jenzer Motorsport 16 7 6 12 9 106
2009–10 GP2 Asia Series Ocean Racing Technology 7 0 0 0 0 0 31º
2010 GP2 Series Ocean Racing Technology 20 1 0 1 1 8 19º
2011 GP2 Series Rapax 18 1 0 1 2 15 14º
GP2 Asia Series 4 0 0 0 1 9
Finali GP2 Racing Engineering 2 1 1 1 1 13
2012 GP2 Series Racing Engineering 24 0 1 2 6 152
2013 GP2 Series Racing Engineering 22 3 1 1 7 201

Risultati in GP2 SeriesModifica

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Gare in corsivo indicano il giro più veloce)

Anno Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 Punti Pos.
2010 Ocean Racing Technology ESP
FEA

8
ESP
SPR

1
MON
FEA

Rit
MON
SPR

17
TUR
FEA

13
TUR
SPR

15
VAL
FEA

Rit
VAL
SPR

Rit
GBR
FEA

17
GBR
SPR

13
GER
FEA

21
GER
SPR

Rit
HUN
FEA

Rit
HUN
SPR

11
BEL
FEA

12
BEL
SPR

Rit
ITA
FEA

Rit
ITA
SPR

NP
ABU
FEA

Rit
ABU
SPR

15
8 19º
2011 Rapax TUR
FEA

Rit
TUR
SPR

20
ESP
FEA

8
ESP
SPR

1
MON
FEA

9
MON
SPR

7
VAL
FEA

Rit
VAL
SPR

14
GBR
FEA

15
GBR
SPR

11
GER
FEA

SQ
GER
SPR

8
HUN
FEA

11
HUN
SPR

11
BEL
FEA

Rit
BEL
SPR

Rit
ITA
FEA

7
ITA
SPR

2
15 14º
2012 Racing Engineering MYS
FEA

4
MYS
SPR

6
BHR1
FEA

7
BHR1
SPR

12
BHR2
FEA

2
BHR2
SPR

8
ESP
FEA

12
ESP
SPR

11
MON
FEA

18
MON
SPR

Rit
VAL
FEA

4
VAL
SPR

3
GBR
FEA

14
GBR
SPR

9
GER
FEA

2
GER
SPR

4
HUN
FEA

9
HUN
SPR

14
BEL
FEA

Rit
BEL
SPR

5
ITA
FEA

5
ITA
SPR

2
SGP
FEA

3
SGP
SPR

3
152
2013 Racing Engineering MYS
FEA

1
MYS
SPR

12
BHR
FEA

1
BHR
SPR

9
ESP
FEA

18
ESP
SPR

9
MON
FEA

Rit
MON
SPR

13
GBR
FEA

4
GBR
SPR

15
GER
FEA

4
GER
SPR

3
HUN
FEA

4
HUN
SPR

3
BEL
FEA

4
BEL
SPR

5
ITA
FEA

1
ITA
SPR

6
SGP
FEA

5
SGP
SPR

3
ABU
FEA

4
ABU
SPR

3
201

Risultati in GP2 Asia SeriesModifica

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Gare in corsivo indicano Gpv)

Anno Team 1 2 3 4 5 6 7 8 Punti Pos.
2009–10 Ocean Racing Technology ABU1
FEA

17
ABU1
SPR

Rit
ABU2
FEA

Rit
ABU2
SPR

Rit
BHR1
FEA

20
BHR1
SPR

15
BHR2
FEA

Rit
BHR2
SPR

NP
0 31º
2011 Rapax ABU
FEA

10
ABU
SPR

6
ITA
FEA

6
ITA
SPR

2
9

Formula EModifica

Anno Team Vettura 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Punti Posizione
2014-15 Virgin Racing Spark-Renault SRT 01E PEC
PUT
PDE
BNA
MIA
LBH
MON
BER
MOS
LON
14
LON
Rit
0 23°

Risultati in Formula 1Modifica

2015 Scuderia Vettura                                       Punti Pos.
Marussia MR03B SP
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

NoteModifica

  1. ^ (EN) Formula Renault 2.0 Eurocup 2007, in driverdb.com. URL consultato il 30/06/2009.
  2. ^ (EN) Formula Renault 2.0 Italy 2007, in driverdb.com. URL consultato il 30/06/2009.
  3. ^ (EN) Formula Masters International 2008, in Speedsport Magazine. URL consultato il 29/06/2009.
  4. ^ (EN) Leimer negli Stati Uniti per il premio dedicato ai rookie di Formula Master, in formulamaster.net, 25/10/2008. URL consultato il 30/06/2009. [collegamento interrotto]
  5. ^ (EN) Il ritorno del vice-campione 2008 della Formula Master, in formulamaster.net, 04/02/2009. URL consultato il 29/06/2009. [collegamento interrotto]
  6. ^ (EN) Edd Straw, Rossi vince la sua seconda gara in stagione in Formula Masters Internacional, in autosport.com, 30/08/2009. URL consultato il 01/09/2009.
  7. ^ (EN) Steven English, Leimer vince il titolo di Formula Masters International, in autosport.com, 05/09/2009. URL consultato il 05/09/2009.
  8. ^ (EN) Leimer si diverte nei test GP2, in crash.net, 13/11/2008. URL consultato il 30/06/2009.
  9. ^ (EN) Il campione di Formula Masters International ottiene il premio della GP2 Series, in formulamaster.net, 11/11/2009. URL consultato l'11/05/2010 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2010).
  10. ^ (EN) La Ocean Racing Technology si prepara per le prime gare della GP2 Asia Series, in oceanracingtech.com, 18/10/2009. URL consultato il 20/10/2009.
  11. ^ (EN) La Ocean rivela la sua formazione 2010, in crash.net, 15/12/2009. URL consultato l'11/05/2010.
  12. ^ (EN) Leimer domina la gara sprint di Barcellona, in crash.net, 09/05/2010. URL consultato l'11/05/2010.
  13. ^ Leimer, riserva della Marussia, gpupdate.net, 3 giugno 2015. URL consultato il 5 giugno 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica