Apri il menu principale

1leftarrow blue.svgVoce principale: Coppa UEFA 1993-1994.

Finale della Coppa UEFA 1993-1994
Inter, Coppa UEFA 1994, Bergkamp e Jonk.jpg
Da sinistra: Dennis Bergkamp, capocannoniere dell'edizione con 8 gol, solleva il trofeo vinto dall'Inter insieme a Wim Jonk, match winner nella finale di ritorno.
Dettagli evento
Competizione Coppa UEFA
Risultato
Austria Salisburgo
0
Inter
2
Andata
Salisburgo
0
Inter
1
Data 26 aprile 1994
Città Vienna
Impianto di gioco Ernst Happel Stadion
Spettatori 47 800[1]
Arbitro Danimarca Kim Milton Nielsen
Ritorno
Inter
1
Salisburgo
0
Data 11 maggio 1994
Città Milano
Impianto di gioco Stadio Giuseppe Meazza
Spettatori 80 326
Arbitro Scozia Jim McCluskey
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 23ª edizione della Coppa UEFA fu disputata in gara d'andata e ritorno tra Inter e Salisburgo. Il 26 aprile 1994 allo stadio Ernst Happel di Vienna la partita, arbitrata dal danese Kim Milton Nielsen, finì 0-1.

La gara di ritorno si disputò dopo due settimane allo stadio Giuseppe Meazza di Milano e fu arbitrata dallo scozzese Jim McCluskey. Il match terminò 1-0 e ad aggiudicarsi il trofeo fu la squadra italiana.

Indice

Il cammino verso la finaleModifica

L'Inter di Gianpiero Marini (subentrato in febbraio a Osvaldo Bagnoli) esordì contro i rumeni del Rapid Bucarest superandoli con un risultato complessivo di 5-1. Nel secondo turno gli italiani affrontarono i ciprioti del Apollōn Limassol, sconfitti col risultato aggregato di 4-3. Agli ottavi di finale gli inglesi del Norwich City furono battuti sia all'andata che al ritorno col risultato di 1-0. Ai quarti i Nerazzurri affrontarono i temibili tedeschi del Borussia Dortmund e, dopo la sorprendente vittoria per 3-1 in Germania rischiarono di essere eliminati perdendo 1-2 a Milano. In semifinale il sorteggio propose un derby tutto italiano col Cagliari. In Sardegna furono i Rossoblù ad avere la meglio per 3-2, ma la gara di ritorno vide la vittoria netta con un secco 3-0 da parte dell'Inter.

Il Salisburgo di Otto Barić iniziò il cammino europeo contro gli slovacchi del DAC Dunajská Streda sconfiggendoli 2-0 sia all'andata che al ritorno. Nel secondo turno gli austriaci affrontarono i belgi dell'Anversa, battendoli col risultato di 1-0 in entrambe le uscite. Agli ottavi i portoghesi dello Sporting Lisbona furono sconfitti in casa 3-0 ai tempi supplementari, dopo che l'andata si concluse sul 2-0 per i lusitani. Ai quarti di finale i Violett-Weiss affrontarono i tedeschi dell'Eintracht Francoforte superando il turno solo ai tiri di rigore dopo la vittoria casalinga per 1-0 e la sconfitta esterna col medesimo risultato. In semifinale fu il turno di un'altra compagine teutonica, il Karlsruhe, che fu eliminata grazie alla regola dei gol fuori casa (0-0 e 1-1 i risultati).[2]

Le partiteModifica

A Vienna, per l'inadeguatezza dell'impianto di Salisburgo, va in scena la finale d'andata tra l'Austria Salisburgo, che in quegli anni era denominata Casino Salzburg per motivi di sponsor, e l'Inter, che in campionato stava navigando in zona retrocessione. Nonostante l'annata negativa dei Nerazzurri, il tasso tecnico è comunque superiore e alla mezz'ora gli ospiti vanno in vantaggio con un gran gol in diagonale di destro da fuori area di Nicola Berti. Neanche l'espulsione di Alessandro Bianchi a inizio ripresa dà la possibilità di riprendere gli avversari.

Due settimane più tardi a Milano, gli austriaci sono chiamati a una vera e propria impresa che, come da pronostico, non si realizza. Gli ospiti tentano pure qualche sortita offensiva, sventata da Walter Zenga, e trovano addirittura un doppio palo con Marquinho. Dopo un'ora di gioco, però, Wim Jonk è lanciato da Rubén Sosa sulla sinistra e si presenta davanti al portiere austriaco battendolo con un sontuoso sinistro che vale la UEFA.[3]

TabelliniModifica

AndataModifica

Vienna
26 aprile 1994, ore 20:30
Austria Salisburgo0 – 1
referto
InterErnst Happel Stadion (47 800 spett.)
Arbitro:   Kim Milton Nielsen

Salisburgo
Inter
Salisburgo
POR 1   Otto Konrad
DIF 2   Leopold Lainer
DIF 3   Heribert Weber  
DIF 4   Thomas Winklhofer   61’
DIF 5   Christian Fürstaller
CEN 6   Franz Aigner
CEN 7   Martin Amerhauser   46’
CEN 8   Peter Artner
CEN 9   Marquinho
ATT 10   Heimo Pfeifenberger    5’
CEN 11   Stadler   86’
Sostituzioni:
CEN 15   Michael Steiner   61’
CEN 7   Damir Mužek   46’
Allenatore:
  Otto Barić
 
Inter
POR 1   Walter Zenga
DIF 2   Antonio Paganin
DIF 5   Giuseppe Bergomi  
LIB 6   Sergio Battistini
TS 3   Angelo Orlando
CEN 4   Wim Jonk   65’
TD 7   Alessandro Bianchi     11’, 48’
CEN 9   Nicola Berti
CEN 8   Antonio Manicone
ATT 10   Dennis Bergkamp   89’
ATT 11   Rubén Sosa   75’
Sostituzioni:
CEN 15   Francesco Dell'Anno   89’
DIF 13   Riccardo Ferri   75’
Allenatore:
  Gianpiero Marini

RitornoModifica

Milano
11 maggio 1994, ore 20:30
Inter1 – 0
referto
Austria SalisburgoStadio Giuseppe Meazza (80 326 spett.)
Arbitro:   Jim McCluskey

Inter
Salisburgo
Inter
POR 1   Walter Zenga
DIF 2   Antonio Paganin
LIB 6   Sergio Battistini
DIF 5   Giuseppe Bergomi  
TD 7   Angelo Orlando   38’
TS 3   Davide Fontolan   44’   70’
CEN 4   Wim Jonk
CEN 9   Nicola Berti
CEN 8   Antonio Manicone
ATT 10   Dennis Bergkamp   88’
ATT 11   Rubén Sosa
Sostituzioni:
DIF 14   Massimo Paganin   88’
DIF 13   Riccardo Ferri   67’
Allenatore:
  Gianpiero Marini
 
Salisburgo
POR 1   Otto Konrad
DIF 2   Leopold Lainer
DIF 3   Heribert Weber  
DIF 4   Thomas Winklhofer   70’
DIF 5   Christian Fürstaller
CEN 6   Franz Aigner
ATT 7   Nikola Jurčević
CEN 8   Peter Artner   75’
CEN 9   Marquinho
CEN 10   Wolfgang Feiersinger    44’
CEN 11   Adolf Hütter
Sostituzioni:
CEN 13   Martin Amerhauser   70’
DIF 15   Michael Steiner   80’   75’
Allenatore:
  Otto Barić

NoteModifica

  1. ^ (EN) UEFA Cup Finals 1972-2009 (PDF), uefa.com. URL consultato il 26 marzo 2017.
  2. ^ Per l'Inter decide Jonk, uefa.com, 1º giugno 1994. URL consultato il 22 febbraio 2017.
  3. ^ L’acuto europeo nella stagione più brutta, su storiedicalcio.altervista.org. URL consultato il 22 febbraio 2017.

Voci correlateModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio