Apri il menu principale

Fudbalski Klub Radnički Jugopetrol

squadra di calcio serba
Fudbalski klub Radnički Beograd
Calcio Football pictogram.svg
Majstori sa Dunava (maestri del Danubio)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Giallo, rosso
Dati societari
Città Novi Beograd
Nazione Serbia Serbia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Serbia.svg FSS
Fondazione 1920
Stadio Sports complex Radnički
(5 000 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il FK Radnički (in serbo: ФК Раднички) è una società calcistica della Serbia con sede a Novi Beograd, fondata il 20 aprile 1920. La squadra era conosciuta recentemente col nome dello sponsor come FK Radnički Jugopetrol (ФК Раднички Југопетрол), sebbene il nome ufficiale sia FK Radnički Beograd dato che la società era nata nella capitale e solo successivamente si è trasferita nel sobborgo.

Attualmente milita nella Srpska Liga, terzo livello del calcio serbo.

Indice

StoriaModifica

Primi anniModifica

Ispirati dalle partite disputate fra gli altri club esistenti nel Regno di Jugoslavia, gli studenti della scuola di costruzione di imbarcazioni tennero un'assemblea nella loro scuola il 20 aprile 1920 e fondarono una squadra e la chiamarono BSK Radnički (БСК Раднички). Tra i 29 membri fondatori, Ilija Krstić è stato eletto come primo presidente del club. Dopo aver raccolto abbastanza denaro per comprare un pallone, una cosa non da poco per i tempi, il problema successivo era trovare un terreno dove giocare: alcuni membri premevano per condividere il campo di un'altra squadra belgradese, il Srpski Mač, mentre altri volevano giocare nell'area chiamata Bara Venecija sul terreno che il Železničar usa ancora oggi. Vinsero i secondi, così i primi calci della squadra furono a Bara Venecija, un quartiere urbano di Belgrado situato sulla riva destra del fiume Sava[1].

Sfortunatamente non ci sono testimonianze delle prime partite giocate nel 1920; la prima partita riportata sui giornali fu contro il Brđanin di Senjak nell'autunno 1921, una sconfitta per 0-4. Il 22 marzo 1921 il Radnički entrò nella Associazione Calcistica di Belgrado e fu inserito nel gruppo B della Seconda Divisione, finendo 5º su sei squadre. Nalla stagione successiva, 1922-23, unito al FK Grafičar, finì 6º su otto. Il primo successo fu la vittoria del girone nel 1924-25, finì la stagione con 9 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte, ed i giocatori in quella stagione furono Milan Ristić, Milojević, Sveta Pačić, Janaković, Petrović, Zistahis, Bora Kostić, Slobodan Paunović, Radivoje Srećković, Obojević e Dušan Milosavljević[2].

L'epoca d'oroModifica

I momenti più importanti della storia del club arrivarono subito dopo la seconda guerra mondiale. Nel 1950 il club vinse il campionato di terza divisione, e nel 1953, dopo aver vinto vari spareggi, ottenne la promozione in prima divisione. Nella prima stagione ottenne un 12º posto su 14 ed evitò la retrocessione, nella stagione successiva fece meglio, 10º posto. Nel 1955-56 ottenne il miglior successo: 3º posto, dietro alle sole grandi di Belgrado, Stella Rossa e Partizan. La squadra in quella stagione era allenata dall'ex-mister del Partizan Illés Spitz e fra i calciatori protagonisti vi erano Zlatan Ljujić, Blagoje Vidinić, M. Petrović, Radmilo Ristić, Đura Čokić, B. Pavlović, M. Ljubenović, Milorad Diskić, Pflander, Pašković, Zoran Prljinčević, Aleksandar Petaković, Ljuba Ognjanović, Josipović, Jovan Jezerkić, Tihomir Marković, Marcel Žigante e Božidar Mladenović[2].

Nella stagione successiva, con la squadra invariata, finì 8º, ma raggiunse la finale della coppa jugoslava allo Stadio JNA contro i padroni di casa. Nell'intervallo il Radnički era in vantaggio per 3-0, ma nella ripresa i bianconeri rimontarono con 5 reti. Nonostante la sconfitta, il Radnički ha avuto un grande impatto nel calcio jugoslavo del tempo; dato che giocavano sul campo di Viline Vode si guadagnarono il soprannome "Majstori sa Dunava" ("Мајстори са Дунава"), ovvero i "Maestri del Danubio"[2].

Nel 1957-58 il Radnički finì nuovamente terzo dietro Dinamo Zagabria e Partizan, a pari punti ma con miglior quoziente reti della Stella Rossa. Nel 1958-59 terminò al 4º posto dietro Stella Rossa, Partizan e Vojvodina. Tuttavia queste furono le ultime stagioni dell'epoca d'oro dei maestri del Danubio, nel 1959-60 finirono noni e nel 1960-61 dodicesimi e retrocedettero.[2]

Tornarono nella massima divisione nel 1965 ma finirono penultimi e retrocedettero di nuovo.[2]

CadutaModifica

Dopo la retrocessione del 1966, la squadra ha subì un ulteriore declassamento nella Lega Repubblicana serba (terza divisione). Per 20 anni non riuscì più a tornare nei quartieri alti, anzi, subendo un altro declassamento nel 1975 nella Lega di Zona di Belgrado (quarta divisione). È durante questo periodo che il club si trasferisce a Novi Beograd, una nuova area in via di sviluppo, sulla riva sinistra del fiume Sava.[1]

Storia recenteModifica

Nel ventennio trascorso nei campionati minori, principalmente nella Lega di Zona di Belgrado e nella lega serba di nuova costituzione (ancora nel sistema calcistico jugoslavo), il club ha sviluppato un programma per la crescita di giovani calciatori, molti dei quali sono diventati professionisti. La risalita comincia nel 1986 con la conquista della coppa regionale di Belgrado, e nel 1992 con il ritorno nella massima divisione grazie alle reti di Dejan Gluščević.

Seguono quattro stagioni consecutive in prima divisione fino alla retrocessione nel 1996. Per il ritorno nella massima divisione bisogna aspettare il 2004, finendo 12º su 16, ovvero conquistando la salvezza, ma la direzione del club per motivi di problemi finanziari decide di lasciare la massima competizione.[1]

CronistoriaModifica

Competizioni nazionaliModifica

Stagione Liv. Campionato
sqr
Pos. Note Coppa nazionale
R.S.F. JUGOSLAVIA Kup Maršala Tita
1946-47 II Druga Liga - II Zona Serbia 8 non qualificato
1947-48
1948-49
1949-50 eliminato 32esimi
1950 III Treća Liga 12 Promosso in Druga Liga eliminato quarti
1951 II Druga Liga 16 eliminato 32esimi
1952 II Druga Liga - Gir. Belgrado 8 Eliminato negli spareggi-promozione non qualificato
1952-53 II Druga Liga - Gir. Belgrado 10 Vince gli spareggi-promozione. Promosso in Prva Liga
1953-54 I Prva Liga 14 12º
1954-55 I Prva Liga 14 10º eliminato ottavi
1955-56 I Prva Liga 14 eliminato quarti
1956-57 I Prva Liga 14 finalista
1957-58 I Prva Liga 14 eliminato ottavi
1958-59 I Prva Liga 12 eliminato ottavi
1959-60 I Prva Liga 12 eliminato 16esimi
1960-61 I Prva Liga 12 12º Retrocede in Druga Liga eliminato quarti
1961-62 II Druga Liga - Gir. Est 12 eliminato 16esimi
1962-63 II Druga Liga - Gir. Est 16 eliminato 16esimi
1963-64 II Druga Liga - Gir. Est 16 non qualificato
1964-65 II Druga Liga - Gir. Est 16 Promosso in Prva Liga eliminato ottavi
1965-66 I Prva Liga 16 16º Retrocede in Druga Liga non qualificato
1966-67 II Druga Liga - Gir. Est 18 18º Retrocede nella Srpska Liga eliminato ottavi
1967-68 III Srpska Liga - Gir. Nord 16 Promosso in Druga Liga dopo spareggi non qualificato
1968-69 II Druga Liga - Gir. Nord 16
1969-70 II Druga Liga - Gir. Nord 16 16º Retrocede nella Srpska Liga
1970-1989 nei campionati minori
1989-90 III Treća Liga - Gir. Nord 18 Promosso in Druga Liga
1990-91 II Druga Liga 19
1991-92 II Druga Liga 20 Promosso in Prva Liga
R.F. JUGOSLAVIA Kup Jugoslavije
1992-93 I Prva Liga 19 15º eliminato ottavi
1993 aut. I Prva Liga - 1B 10 Promossa in 1A eliminato ottavi
1994 prim. I Prva Liga - 1A 10 Retrocede in 1B
1994 aut. I Prva Liga - 1B 10 Promossa in 1A eliminato 16esimi
1995 prim. I Prva Liga - 1A 10 10º Retrocede in 1B
1995 aut. I Prva Liga - 1B 10 eliminato ottavi
1996 prim. I Prva Liga - 1A 10 10º Retrocede in Druga Liga
1996-97 II Druga Liga - Gir. Est 18 non qualificato
1997-98 II Druga Liga - Gir. Est 18 12º
1998-99 II Druga Liga - Gir. Est 18 11º eliminato 16esimi
1999-00 II Druga Liga - Gir. Nord 18 eliminato 16esimi
2000-01 II Druga Liga - Gir. Nord 18 eliminato 16esimi
2001-02 II Druga Liga - Gir. Nord 18 eliminato 16esimi
SERBIA E MONTENEGRO Kup Srbije i Crne Gore
2002-03 II Druga Liga - Gir. Nord 12 eliminato ottavi
2003-04 II Druga Liga - Gir. Nord 10 Promosso in Prva Liga eliminato ottavi
2004-05 II Prva Liga 16 12º Rinuncia per problemi finanziari eliminato 16esimi
SERBIA
2005-oggi nei campionati minori

In EuropaModifica

Stagione Competizione Turno Naz. Avversario Risultati
1958 Coppa Mitropa Ottavi   Ferencváros 3-3, 2-1
Quarti   Ştiinţa Timişoara 4-2, 3-1
Semifinali   Stella Rossa 0-0, 1-2

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1964-1965 (girone est)
1950
2003-2004 (girone nord)

Competizioni giovaniliModifica

1947-1948

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 1962-1963 (girone est)
Terzo posto: 1961-1962 (girone est), 1963-1964 (girone est), 1991-1992
Terzo posto: 1999-2000 (girone nord), 2000-2001 (girone nord), 2002-2003 (girone nord)

Giocatori famosiModifica

Da calciatore del Radnički, Zoran Prljinčević è diventato capocannoniere della Prva Liga 1960-1961, in coabitazione con Todor Veselinović (Vojvodina), con 16 reti.

StadioModifica

Lo stadio è lo Sports complex Radnički Belgrado ed è composto da un campo principale, da 5 campi di allenamento ed uno in sintetico[3]. Ci sono progetti una espansione.

GiovaniliModifica

Ci sono squadre giovanili in tutte le categorie, partendo dagli under-11 fino agli under-17. Il club ha una lunga tradizione nel lavoro con i giovani.[4]

NoteModifica

  1. ^ a b c fkradnicki.rs[collegamento interrotto]
  2. ^ a b c d e fcradnicki.com Archiviato il 30 settembre 2011 in Internet Archive.
  3. ^ fcradnicki.com/sports-center Archiviato il 30 settembre 2011 in Internet Archive.
  4. ^ fcradnicki.com/football-academy Archiviato il 30 settembre 2011 in Internet Archive.
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio