Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando le altre società della Polisportiva Partizan Belgrado, vedi Partizan Belgrado.
FK Partizan
Calcio Football pictogram.svg
Crno-beli (Nero-bianchi), Parni valjak (Rullo compressore)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 900px Black HEX-333333 vertical stripes HEX-B1000B star in Black circle.svg Nero, bianco
Dati societari
Città Small Coat of Arms Belgrade.svg Belgrado
Nazione Serbia Serbia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Serbia.svg FSS
Campionato SuperLiga
Fondazione 1945
Presidente Serbia Milorad Vučelić
Allenatore Serbia Savo Milošević
Stadio Stadio Partizan
(32.887 posti)
Sito web www.partizan.rs
Palmarès
Titoli nazionali Campionati Nazionali : 27 Star*.svgStar*.svg
11 Campionati della RSF di Jugoslavia
6 Campionati della RF di Jugoslavia
2 Campionati di Serbia e Montenegro
8 Campionati di Serbia
Trofei nazionali Coppe Nazionali : 16
5 Coppe di RSF Jugoslavia
4 Coppe di RF Jugoslavia
7 Coppe di Serbia

Supercoppe nazionali : 1
1 Supercoppe di RSF Jugoslavia

Trofei internazionali 1 Mitropa Cup
1 Uhrencup
Si invita a seguire il modello di voce

Il Fudbalski klub Partizan (in serbo: Фудбалски клуб Партизан?; letteralmente Associazione calcistica Partigiano), meglio noto come FK Partizan o Partizan Belgrade e in Italia come Partizan Belgrado, è una società calcistica serba con sede nella città di Belgrado. Fondata il 4 ottobre del 1945 da una società polisportiva prese parte all'Associazione Sportiva Jugoslava (oggi Associazione Sportiva Serba). Oltre alla sezione calcistica, la società polisportiva includeva altre 25 discipline, tra le quali il KK Partizan Belgrado, squadra di pallacanestro, e il VK Partizan Belgrado, squadra di pallanuoto.

Indice

StoriaModifica

 
L'undici del Partizan finalista nella Coppa dei Campioni 1965-1966

Il club fu fondato da partigiani jugoslavi (da qui l'origine del nome). Nei suoi 72 anni di attività la squadra ha disputato 72 campionati nella SuperLiga (prima chiamata Prva Liga di Jugoslavia), conquistando 27 campionati nazionali, 16 coppe nazionali, una supercoppa nazionali, una Mitropa Cup, una Uhrencup e un Torneo di Viareggio. Grandi sono state le vittorie e ugualmente importanti le occasioni mancate per un soffio: una finale di Coppa dei Campioni nel 1966 persa con il Real Madrid per 2-1, sette volte finalista nelle coppe nazionali (1948, 1959, 1960, 1979, 1993, 1996, 1999) e undici volte è riuscito ad andare oltre la fase a gironi (sedicesimi, ottavi, quarti) nelle coppe europee (UEFA Champions League e Coppa UEFA). Il Partizan partecipò alla primissima edizione della Coppa Campioni nel 1955 giocando la prima partita del torneo contro lo Sporting Lisbona finita per 3-3. Divenne anche il primo club dell'est europeo ad avere giocato una finale di Coppa dei Campioni, dopo avere eliminato il Manchester United nelle semifinali del torneo. Negli ultimi anni la squadra ha partecipato alla Champions League dell'anno 2003-2004 inserita nel girone con Real Madrid, Porto e Olympique Marsiglia dopo avere eliminato nell'ultimo turno di qualificazione il Newcastle United. Il Partizan partecipò anche all'edizione 2004-2005 della Coppa UEFA raggiungendo gli ottavi di finale dove venne eliminato dal CSKA Mosca, campione in quell'edizione, per un risultato complessivo di 3-1 (1-1 andata; 0-2 ritorno).

La squadra FK Teleoptik che milita nella seconda divisione serba è di proprietà del Partizan. Secondo la federazione UEFA il Partizan possiede il secondo miglior settore giovanile europeo, dopo quello dell'Ajax. Il Partizan Belgrado è la seconda squadra più tifata in Serbia (con il 32,2%). I supporters locali della formazione costituiscono il gruppo ultras denominato Grobari, una delle tifoserie più accese al mondo. La partita più attesa dell'anno è sicuramente il derby di Belgrado tra Partizan e Stella Rossa, che è stato classificato tra i 10 derby più accesi del mondo riuscendo in passato a raggiungere la bellezza di 108.000 spettatori.[1]

La società si posiziona al 2º posto nella classifica perpetua della Prva Liga Jugoslava.

CronistoriaModifica

Cronistoria del Fudbalski klub Partizan
  • 1945 - Creazione della società calcistica FK Partizan Belgrado
  • 1946-1947 -   Campione di Jugoslavia (1º titolo).
      Vincitore della Coppa di Jugoslavia (1º titolo).
  • 1947-1948 - 3° nella Prva Liga di Jugoslavia
    Finalista della Coppa di Jugoslavia
  • 1948-1949 -   Campione Di Jugoslavia (2º titolo).
  • 1949-1950 - 3° nella Prva Liga di Jugoslavia
  • 1950-1951 - 4° nella Prva Liga di Jugoslavia
    Vincitore del Torneo di Viareggio (1º titolo).
  • 1951-1952 - 3° nella Prva Liga di Jugoslavia
      Vincitore della Coppa di Jugoslavia (2º titolo).
    Finalista del Torneo di Viareggio
  • 1952-1953 - 3° nella Prva Liga di Jugoslavia
  • 1953-1954 - 2° nella Prva Liga di Jugoslavia
      Vincitore della Coppa di Jugoslavia (3º titolo)
  • 1954-1955 - 5° nella Prva Liga di Jugoslavia

  • 1955-1956 - 2° nella Prva Liga di Jugoslavia
    Quarti di finale di Coppa Campioni
  • 1956-1957 - 4° nella Prva Liga di Jugoslavia
      Vincitore della Coppa di Jugoslavia (4º titolo)
  • 1957-1958 - 2° nella Prva Liga di Jugoslavia
  • 1958-1959 - 2° nella Prva Liga di Jugoslavia
    Finalista della Coppa di Jugoslavia
    Finalista del Torneo di Viareggio
  • 1959-1960 - 3° nella Prva Liga di Jugoslavia
    Finalista di Coppa di Jugoslavia
  • 1960-1961 -   Campione di Jugoslavia (4º titolo)
  • 1961-1962 -   Campione di Jugoslavia (5º titolo)
    Ottavi di finale di Coppa Campioni
  • 1962-1963 -   Campione di Jugoslavia (6º titolo)
  • 1963-1964 - 5° nella Prva Liga di Jugoslavia
    Quarti di finale di Coppa Campioni
  • 1964-1965 -   Campione di Jugoslavia (7º titolo)


  • 1985-1986 -   Campione di Jugoslavia (11º titolo)
    Sedicesimi di finale di Coppa UEFA
  • 1986-1987 -   Campione di Jugoslavia (12º titolo)
  • 1987-1988 - 2° nella Prva Liga di Jugoslavia
  • 1988-1989 - 6° nella Prva Liga di Jugoslavia
    Sedicesimi di finale Coppa UEFA
      Vincitore della Uhrencup
      Vincitore della Coppa di Jugoslavia (5º titolo)
  • 1989-1990 - 4° nella Prva Liga di Jugoslavia
      Vincitore della Supercoppa di Jugoslavia (1º titolo)
  • 1990-1991 - 3° nella Prva Liga di Jugoslavia
    Ottavi di finale di Coppa UEFA
  • 1991-1992 - 2° nella Prva Liga di Jugoslavia
      Vincitore della Coppa di Jugoslavia (6º titolo)
  • Scomparsa del campionato di calcio della Prva liga di Jugoslavia in seguito alle guerre jugoslave. La competizione continuerà sotto il nome di Campionato di calcio della RF Jugoslava che comprendeva i rimanenti stati della federazione jugoslava: Serbia e Montenegro
  • 1992-1993 -   Campione di Jugoslavia (13º titolo)
    Finalista della Coppa di Jugoslavia
  • 1993-1994 -   Campione di Jugoslavia (14º titolo)
      Vincitore della Coppa di Jugoslavia (7º titolo)
  • 1994-1995 - 2° nel Campionato di Jugoslavia

  • 1995-1996 -   Campione di Jugoslavia (15º titolo)
    Finalista della Coppa di Jugoslavia
  • 1997-1998 - 3° nel Campionato di Jugoslavia
      Vincitore della Coppa di Jugoslavia (8º titolo)
  • 1998-1999 -   Campione di Jugoslavia (16º titolo)
    Finalista Coppa di Jugoslavia
  • 1999-2000 - 2° nel Campionato di Jugoslavia

  • 2005-2006 - 2° nel campionato di calcio di Serbia e Montenegro
  • 2006-2007 - 2° nella SuperLiga di Serbia
  • 2007-2008 -       Campione della SuperLiga di Serbia (20º titolo)
    Vincitore della Coppa di Serbia (1º titolo)
  • 2008-2009 -   Campione di Serbia (21º titolo)
    Vincitore della Coppa di Serbia (2º titolo)
  • 2009-2010 -   Campione di Serbia (22º titolo)
  • 2010-2011 -   Campione di Serbia (23º titolo)
    Vincitore della Coppa di Serbia (3º titolo)
  • 2011-2012 -   Campione di Serbia (24º titolo)
  • 2012-2013 -   Campione di Serbia (25º titolo)
  • 2013-2014 - 2° nella SuperLiga di Serbia
  • 2014-2015 -   Campione di Serbia (26º titolo)
  • 2015-2016 - 2° nella SuperLiga di Serbia
    Vincitore della Coppa di Serbia (4º titolo).
  • 2016-2017 -   Campione di Serbia (27º titolo)
    Vincitore della Coppa di Serbia (5º titolo).
  • 2017-2018 - 2° nella SuperLiga di Serbia
    Vincitore della Coppa di Serbia (6º titolo).
  • 2018-2019 - 3° nella SuperLiga di Serbia Vincitore della Coppa di Serbia (7º titolo).

Colori e simboliModifica

ColoriModifica

kit del FK Partizan anni '60
kit del FK Partizan anni '70
kit del FK Partizan anni '80

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

Campionato nazionale: 27

1946-1947, 1948-1949, 1960-1961, 1961-1962, 1962-1963, 1964-1965, 1975-1976, 1977-1978, 1982-1983, 1985-1986, 1986-1987
1992-1993, 1993-1994, 1995-1996, 1996-1997, 1998-1999, 2001-2002, 2002-2003, 2004-2005
2007-2008, 2008-2009, 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013, 2014-2015, 2016-2017

Coppe nazionali: 16

1946-1947, 1952, 1953-1954, 1956-1957, 1988-1989
1991-1992, 1993-1994, 1997-1998, 2000-2001
2007-2008, 2008-2009, 2010-2011, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2018-2019
1969

Supercoppe nazionali: 1

1989

Competizioni internazionaliModifica

1977-1978

Competizioni giovaniliModifica

1955-1956, 1956-1957, 1957-1958, 1967-1968, 1983-1984, 1985-1986
1964-1965, 1967-1968, 1973-1974, 1982-1983
1951
2004, 2005, 2012
2007
1990, 2006, 2007, 2010, 2013

Competizioni amichevoliModifica

1989

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 1953-1954, 1955-1956, 1957-1958, 1967-1968, 1969-1970, 1983-1984, 1986-1987, 1987-1988, 1991-1992
Terzo posto: 1947-1948, 1950, 1952-1953, 1958-1959, 1959-1960, 1966-1967, 1968-1969, 1984-1985, 1990-1991
Finalista: 1948, 1958-1959, 1959-1960, 1978-1979
Semifinalista: 1950, 1957-1958, 1963-1964, 1966-1967, 1968-1969, 1980-1981, 1989-1990
Secondo posto: 1994-1995, 1999-2000, 2000-2001, 2003-2004, 2005-2006, 2006-2007, 2013-2014, 2015-2016, 2017-2018
Terzo posto: 1997-1998, 2018-2019
Finalista: 1995-1996, 2014-2015
Semifinalista: 2003-2004, 2004-2005, 2006-2007, 2009-2010, 2011-2012
Terzo posto: 1973
Finalista: 1965-1966
Semifinalista: 1956, 1959
Finalista: 2007

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionatiModifica

Statistiche di squadraModifica

I bianco-neri sono detentori del record nel campionato jugoslavo, parlando in termini di punti segnati durante un solo campionato che furono 107, inoltre sono l'unica squadra che è riuscita ad arrivare imbattuta a fine campionato nella stagione 2004-05. Probabilmente, una delle partite più emozionanti per i bianconeri fu la doppia sfida con il Celtic nella Coppa della Coppe del 1989. La prima partita fu giocata a Mostar dove il Partizan trionfò per 2-1. La partita di ritorno fu giocata in Scozia dove il Celtic vinse per 5-4. Il Partizan segnò negli ultimi minuti del match, e grazie alla regola dei gol fuori casa, si qualificò al turno successivo lasciando perplessi gli oltre 50.000 scozzesi presenti. Dopo aver eliminato il Manchester United (2-1) nelle semifinali, il Partizan disputò la finale di Coppa Campioni nel 1966 contro il Real Madrid perdendo per 2-1, in cui i bianco-neri fino al 70° conducevano la gara per 1-0 grazie al gol di testa del difensore Velibor Vasović.

Nel recente passato si ricorda la partecipazione del club alla fase finale della Champions League nel 2003-04. Dopo avere eliminato il Newcastle United al Saint James Park il Partizan venne sorteggiato nel gruppo F con Real Madrid, FC Porto (vincitore della Coppa UEFA 2002-03 e futuro campione della Champions League 2003-04) e Olympique Marsiglia (arrivato in finale di Coppa UEFA in quell'anno perdendo la finale con il Valencia). Il Partizan non perse neanche una delle gare in casa, pareggiò 0-0 con il Real Madrid e 1-1 con Porto e Olympique Marsiglia. Con questi risultati fu il primo club serbo che raggiunse la fase finale della Champions League dopo il 1992.

Nella stagione successiva il Partizan raggiunse gli Ottavi di Finale di Coppa UEFA dove venne eliminato dal CSKA Mosca (vincitore della Coppa UEFA in quell'anno) per un risultato complessivo di 3-1. Ai sedicesimi di finale i bianco-neri affrontarono in Dnipro e vinsero a San Pietroburgo allo scadere con gol di Radović ottenendo la qualificazione. Nella fase a gironi dimostrarono subito di essere una squadra motivata, trionfando sui greci dell'Egaleo per 4-0, pareggiando 1-1 con il Villareal in casa e 2-2 con la Lazio all'Olimpico di Roma.

Nei gironi di qualificazione della Coppa UEFA nell'edizione del 2007-08 il Partizan, sotto la decisione della UEFA, venne espulso dalla competizione e multato di € 30,056 a causa degli scontri durante il match contro lo HŠK Zrinjski Mostar dopo che i bianconeri trionfarono per 6-1 in trasferta e 5-0 in casa.

Le stagioni 2007-08, 2008-09, 2009-2010, 2010-2011 sono state per il Partizan delle ottime stagioni nella competizione nazionale. I bianconeri sono riusciti a vincere per quattro anni di seguito campionato e coppa lasciandosi la Stella Rossa alle spalle, regalando una grande gioia ai tifosi.

Da notare però che la coppa nazionale 2011 viene vinta a tavolino: durante la finale la squadra avversaria, il Vojvodina, abbandona l'incontro a 10 minuti dal termine (sul punteggio di 2-1 per i bianconeri, lamentando gravi errori arbitrati a suo carico[2].

Il 21 luglio 2009 il Partizan demolisce il Rhyl F.C., campione di Galles, per un risultato di 12-0 (8-0 in casa e 4-0 in trasferta), registrata come la maggiore vittoria nelle competizioni europee del club bianconero.

Statistiche individualiModifica

Il giocatore che detiene il record di presenze nella maglia del Partizan Belgrado è Momčilo Vukotić che ha collezionato ben 752 partite con i bianco-neri; un altro giocatore da ricordare è Stjepan Bobek che vestì per ben 468 la maglia bianco-nera segnando 403 gol.

Oltre 130 giocatori del Partizan Belgrado fecero parte della nazionale di calcio Yugoslava; tra loro ricordiamo: Stjepan Bobek, Branko Zebec, Zlatko Čajkovski, Fahrudin Jusufi, Milan Galić, Milutin Šoškić, Slaviša Jokanović, Predrag Mijatović (ora direttore sportivo del Real Madrid) e Savo Milošević, altro giocatore cresciuto nel Partizan, che detiene il record di 102 presenze nella maglia della nazionale.

Uno dei giocatori leggendari del Partizan è Dragan Mance. È stato il trascinatore della squadra nella partita del secondo turno di Coppa UEFA del 1984–85 contro gli inglesi del Queens Park Rangers, una delle partite memorabili della storia del club. Il QPR aveva trionfato per 6-2 nella gara di andata: quando tutto sembrava già scritto, il Partizan riuscì nell'impresa di trionfare in casa per 4-0, qualificandosi al turno successivo. La partita tra QPR e Partizan Belgrado occupa la 70ª posizione nella classifica delle 100 partite più grandi della storia del calcio, in un sondaggio organizzato dalla emittente televisiva Eurosport nel settembre del 2009. Mance morì il 3 settembre del 1985 mentre andava all'allenamento in un incidente d'auto. Tutto ciò accadde quando il giocatore aveva solo 23 anni ed era al culmine della sua popolarità. La tragedia fu molto sentita dai Grobari, tanto che Mance fu nominato dai tifosi "leggenda della Curva Sud" e tutt'oggi viene ricordata, con cori e striscioni, la sua tragica scomparsa.

GiocatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del F.K. Partizan

OrganicoModifica

RosaModifica

Aggiornata al 25 febbraio 2019[3].

N. Ruolo Giocatore
3   D Strahinja Pavlović
4   D Miroslav Vulićević
6   D Marc Valiente
7   C Zoran Tošić
8   C Armin Đerlek
9   A Nemanja Nikolić
11   A Ricardo Gomes
12   P Filip Kljajić
14   A Dejan Georgijević
15   D Svetozar Marković
16   C Saša Zdjelar
17   D Zlatan Šehović
18   A Đorđe Ivanović
19   C Aleksandar Šćekić
21   C Moussa Njie
N. Ruolo Giocatore
22   C Saša Ilić (capitano)
23   D Bojan Ostojić
26   D Nemanja G. Miletić
27   C Nebojša Kosović
41   P Aleksandar Popović
45   A Radivoj Bosić
55   C Danilo Pantić
72   D Slobodan Urošević
73   D Nemanja R. Miletić
77   C Goran Zakarić
88   P Vladimir Stojković
80   C Filip Stevanović
99   C Milan Smiljanić
  A Sadiq Umar
  A Takuma Asano

Staff tecnicoModifica

Nome Ruolo
  Miroslav Đukić Allenatore
  Dražen Bolić Allenatore in 2ª
  Žarko Lazetić Allenatore in 2ª
  Nemanja Jovšić Preparatore portieri
  Dejan Ilić Preparatore atletico
  Dr. Sead Malićević Medico sociale
  Slobodan Branković Fisioterapista
  Viktor Vujošević Fisioterapista
  Vladimir Radeka Fisioterapista
  Dušan Nikolić Fisioterapista
  Branko Vučićević Economista
  Rade Vučićević Economista

AllenatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del F.K. Partizan
Dates Name
1945   Franjo Glaser
1946–1951   Illés Spitz
1952–1953   Antun Pogačnik
1953   Illés Spitz
1953–1954   Milovan Ćirić
1954–1955   Illés Spitz
1955–1956   Aleksandar Tomašević
1956–1957   Kiril Simonovski
1957   Florijan Matekalo
1957–1958   Géza Kalocsay
1958–1960   Illés Spitz
1960–1963   Stjepan Bobek
1963   Kiril Simonovski
1963–1964   Marko Valok
1964   Florijan Matekalo
1964   Aleksandar Atanacković
1965   Marko Valok
1965–1967   Abdulah Gegić
1967   Stevan Vilotić
1967–1969   Stjepan Bobek
1969   Stevan Vilotić
1969–1970   Kiril Simonovski
1970–1971   Gojko Zec
1971–1973   Velibor Vasović
1973–1974   Mirko Damjanović
1974–1976   Tomislav Kaloperović
1976   Jovan Miladinović
1977–1978   Ante Mladinić
1979   Florijan Matekalo
1979   Jovan Miladinović
Dates Name
1979–1980   Josip Duvančić
1980–1982   Tomislav Kaloperović
1982–1984   Miloš Milutinović
1984–1987   Nenad Bjeković
1987–1988   Fahrudin Jusufi
1988–1989   Momčilo Vukotić
1989–1990   Ivan Golac
1990   Nenad Bjeković
1990–1991   Miloš Milutinović
1991–1992   Ivica Osim
1992–1999   Ljubiša Tumbaković
1999–2000   Miodrag Ješić
2000–2002   Ljubiša Tumbaković
2002–2003   Lothar Matthäus
2004–2005   Vladimir Vermezović
2005–2006   Jürgen Röber
2006–2007   Miodrag Ješić
2007   Miroslav Đukić
2007–2009   Slaviša Jokanović
2009–2010   Goran Stevanović
2010-2012   Aleksandar Stanojević
2012   Avraham Grant
2012-2013   Vladimir Vermezović
2013   Vuk Rašović
2013-2015   Marko Nikolić
2015   Zoran Milinković
2015   Ljubinko Drulović
2016   Ivan Tomić
2016-2017   Marko Nikolić
2017-   Miroslav Đukić

SponsorizzazioniModifica

Periodo Fornitore Sponsor
1996–1998 Nike OKI
1998–2000 Peugeot
2000–2003 Puma
2003–2004 Kappa Superfund
2004–2006 Imlek
2006 Austrotherm
2006–2009 Volkswagen
2009–2010 MSI
2010- Adidas EPS

Stagioni passateModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica