Apri il menu principale

BiografiaModifica

Si formò presso il Conservatorio Santa Cecilia con Leonardo Filoni (che divenne poi suo marito), debuttando a Spoleto nel 1951 col Teatro lirico sperimentale ne La forza del destino, a fianco di Beniamino Gigli.

Dopo alcuni anni di "gavetta", nel 1959 vi fu il debutto al Teatro alla Scala di Milano come Mimì ne La bohème e quello negli Stati Uniti alla San Francisco Opera. L'anno seguente debuttò alla Royal Opera House di Londra in Aida ed esordì al Metropolitan Opera in Madama Butterfly. Cantò in 259 rappresentazioni al Met.

Si esibì regolarmente nei principali teatri americani fino al 1972 in molteplici ruoli (Euridice, Marguerite, Leonora de Il trovatore e La forza del destino, Violetta, Aida, Desdemona, Alice e altri), oltre a far ritorno periodicamente in Italia (La Scala, Roma, Verona, Firenze) ed apparire a Vienna, Berlino, Mosca, Tokyo, Buenos Aires.

È stata una versatile cantante-attrice, in grado di affrontare una vasta gamma di ruoli, dal bel canto al verismo, come Elvira ne I puritani, Gilda in Rigoletto, Violetta ne La traviata, Maddalena in Andrea Chénier, Tosca.

DiscografiaModifica

Incisioni in studioModifica

Registrazioni dal vivoModifica

VideoModifica

  • Otello, dal vivo Tokyo 1959, con Mario Del Monaco, Tito Gobbi - Dir. Alberto Erede ed. VAI
  • Aida, dal vivo Tokyo 1961, con Mario Del Monaco, Giulietta Simionato, Aldo Protti, Paolo Washington - Dir. Franco Capuana ed. VAI
  • Rigoletto, dal vivo Tokyo 1961, con Aldo Protti, Gianni Poggi, Paolo Washington, Anna Di Stasio - Dir. Arturo Basile ed. VAI
  • Pagliacci, dal vivo Tokyo 1961, con Mario Del Monaco, Aldo Protti, Attilio D'Orazi - Dir. Giuseppe Morelli ed. VAI
  • Turandot, con Birgit Nilsson, Gianfranco Cecchele, Boris Carmeli, dir. Georges Prêtre - DVD Hardy Classic (video RAI 1968)

BibliografiaModifica

  • The Metropolitan Opera Encyclopedia (Simon and Schuster, New York 1987)
  • Guide de l'opèra, Les indispensables de la musique (Fayard, 1995)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN51877307 · ISNI (EN0000 0000 6310 2902 · SBN IT\ICCU\RAVV\403955 · LCCN (ENn83153346 · GND (DE133384845 · BNF (FRcb13922408w (data) · WorldCat Identities (ENn83-153346
  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica