Gaia De Laurentiis

attrice e conduttrice televisiva italiana
Gaia De Laurentiis nel 2010

Gaia De Laurentiis (Roma, 25 febbraio 1970) è un'attrice e conduttrice televisiva italiana.

BiografiaModifica

Diplomatasi nel 1990 presso il Piccolo Teatro Studio di Milano, diretto da Giorgio Strehler, ha debuttato in televisione con Camilla, parlami d'amore, film tv del 1992, a cui seguirono diversi ruoli in numerose pellicole principalmente per la televisione. Ha debuttato anche come conduttrice televisiva nel 1993, quando le viene affidato il programma di Canale 5 Target, la domenica in seconda serata, che condurrà fino al 1997. In seguito, oltre a continuare l'impegno di attrice sia teatrale sia in pellicole cinematografiche e televisive come Sei forte maestro (2000) e Io e mamma (2007), condurrà l'edizione 1997/1998 del programma comico di Italia 1 Ciro, il figlio di Target.

Negli anni duemila, oltre a proseguire la sua carriera d'attrice, ha condotto nel sabato pomeriggio di Canale 5 la trasmissione Changing Rooms - Camera a sorpresa nel 2004, mentre dal 2008 è una delle inviate per la trasmissione di Rete 4 Stranamore e conduce alcune trasmissioni per il canale della piattaforma Sky, Leonardo. È inoltre conduttrice di alcune televendite per i programmi Mediaset. Tra i suoi ultimi spettacoli, nel 2006, assieme all'attrice Valeria D'Obici, è Buonanotte mamma, tratto dall'omonimo film, sceneggiato da Marsha Norman.

Nel 2015 entra a far parte del cast della quindicesima e ultima stagione di CentoVetrine nel ruolo di Gaia Fanizza. Nel 2016 è tra i protagonisti di due cortometraggi: Deathless, diretto da David Melani, e Stella Amore, per la regia di Cristina Puccinelli. Dal 22 febbraio 2017 torna dopo diversi anni alla conduzione televisiva presentando il programma Missione Green, in onda in seconda serata su La5.

È anche attrice di teatro, portando in scena, tra l'altro, dalla stagione 2016/2017, L’inquilina del piano di sopra di Pierre Chesnot, per la regia di Stefano Artisunch e a fianco di Ugo Dighero.

Vita privataModifica

Figlia di Lucia De Laurentiis (insegnante di pianoforte) e di Carlo Battistoni (regista teatrale), ha una sorella di nome Silvia. Ha quattro figli: Sebastiano, avuto dal produttore Fernando Ghia, Agnese, avuta dall'ex marito, il regista televisivo Maurizio Catalani, da cui è divorziata, Emma e Massimo, il cui padre è il neuropsichiatra infantile Ignazio Ardizzone.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

CortometraggiModifica

  • Estatico Barocco, regia di Adriano Kestenholz (1994)
  • Deathless, regia di David Melani (2016)
  • Stella Amore, regia di Cristina Puccinelli (2016)
  • Apri le labbra, regia di Eleonora Ivone (2019), per il quale ha vinto diversi premi.

TelevisioneModifica

DoppiaggioModifica

Programmi televisiviModifica

TeatroModifica

  • ARLECCHINO SERVITORE DI DUE PADRONI di Carlo Goldoni , regia Giorgio Strehler
  • FAUST (parte prima e parte seconda) di W.Goethe ( nel ruolo di Margherita) , regia G.Strehler
  • PULCINELLA regia Maurizio Scaparro
  • MY FAIR LADY di G.B.Shaw ( ruolo di Eliza Doolittle ) regia M.R.Piparo
  • SOLE 24 ORE di P.T.Cruciani regia P.T Cruciani
  • UNA SERATA INDIMENTICABILE di P.T.Cruciani regia P.T.Cruciani
  • I MONOLOGHI DELLA VAGINA di E.Ensler regia E.Giordano
  • BUONANOTTE MAMMA di M.Norman regia N.Venturini
  • LA SANTA SULLA SCOPA di L.Magni regia R.Giordano
  • LA SCUOLA di D.Starnone regia C.Boccaccini
  • IL BUIO IN AGGUATO tratto da Music Box (Prova D'accusa) di Costa Gavras regia C.Boccaccini
  • OGNI ANNO ALLA STESSA ORA di B.Slade
  • TI AMO O QUALCOSA DEL GENERE di D.Ruiz regia D.Ruiz
  • LISISTRATA di Aristofane regia S.Artissunch
  • A PIEDI NUDI NEL PARCO di N.Simon regia S.Artissunch
  • L'INQUILINA DEL PIANO DI SOPRA di P.Chesnot regia di S.Artissunch
  • DA ME ALLE CINQUE? di P.Chesnot regia di S.Artissunch
  • L'AMORE MIGLIORA LA VITA di A.Longoni regia A.Longoni
  • DIAMOCI DEL TU di N.Foster regia E.M Lamanna
  • CLARA SCHUMANN DI M.G Calandrone con ES TRIO ( L.Gorna violino, C.Radic violoncello, L.Manzini pianoforte)

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN233478381 · SBN IT\ICCU\MODV\159555 · WorldCat Identities (ENviaf-233478381