Guido De Santi

Guido De Santi
Guido De Santi.JPG
Nazionalità sportiva Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1957
Carriera
Squadre di club
1946-1948Wilier Triestina
1949Atala-Pirelli
1950Atala-Pirelli
Colomb-Manera
1951Patria W.K.C.
Benotto
Colomb-Dunlop
1952Benotto
Colomb-Dunlop
Rapier
1953Benotto
Colomb-Manera
1954Bottecchia
1955Leo-Chlorodont
Bottecchia
1956-1957Ignis
Nazionale
1948-1951 Italia Italia
 

Guido De Santi (Trieste, 16 maggio 1923Trieste, 30 ottobre 1998) è stato un ciclista su strada italiano. Professionista tra il 1946 ed il 1956, vinse due tappe al Giro d'Italia e una Tre Valli Varesine.

CarrieraModifica

Corse per la Wilier Triestina, l'Atala, la Colomb, la Durex, la Rapier, la Bottecchia, la Leo-Chlorodont e la Ignis-Varese, guadagnandosi il soprannome "Fuggitivo pazzo". Le principali vittorie da professionista furono due tappe al Giro d'Italia tra il 1949 ed il 1951, il Giro di Germania e la Tre Valli Varesine nel 1951. Nel 1953 indossò per tre giorni la maglia rosa al Giro d'Italia. Nel 2009 è stato intitolato quale "Belvedere Guido De Santi", un tratto della salita "Ezio De Marchi", nel rione triestino di Servola, proprio di fronte alla sua abitazione.

PalmarèsModifica

  • 1949 (Atala-Pirelli, due vittorie)
3ª tappa Giro d'Italia (Villa San Giovanni > Cosenza)
Milano-Modena
  • 1951 (Benotto, cinque vittorie)
10ª tappa, 1ª semitappa Deutschland Tour (Bad Reichenhall > Obersalzberg)
Classifica generale Deutschland Tour
Tre Valli Varesine
2ª tappa, 1ª semitappa Roma-Napoli-Roma
4ª tappa Giro d'Italia (Genova > Firenze)
  • 1953 (Benotto, una vittoria)
1ª tappa, 1ª semitappa Roma-Napoli-Roma (Roma > Terni)
  • 1954 (Bottecchia, una vittoria)
1ª tappa, 1ª semitappa Roma-Napoli-Roma (Roma > Terni)

PiazzamentiModifica

Grandi GiriModifica

1947: 37º
1948: 31º
1949: 42º
1950: 50º
1951: 65º
1952: 70º
1953: 8º
1954: 56º
1956: 19º
1948: eliminato (4ª tappa)
1949: 55º
1950: eliminato (3ª tappa)

Classiche monumentoModifica

1947: 11º
1948: 65º
1949: 12º
1950: 67º
1951: 27º
1952: 101º
1954: 67º
1946: 31º
1947: 37º
1948: 19º
1950: 71º
1952: 44º

Competizioni mondialiModifica

Varese 1951 - In linea: 23º

Collegamenti esterniModifica