Apri il menu principale
Internazionale Democratica Centrista
(EN) Centrist Democrat International
(ES) Internacional Demócrata de Centro
Idc-cdi-logo.png
PresidenteAndrés Pastrana Arango
SegretarioAntonio López-Istúriz White
StatoNewworldmap.svg Internazionale
SedeBruxelles
Fondazione1961
IdeologiaCentrismo,
Cristianesimo democratico
CollocazioneCentro
Sito web

L'Internazionale Democratica di Centro (IDC) (in inglese Centrist Democrat International, CDI; in spagnolo Internacional Demócrata de Centro, IDC) è l'organizzazione politica internazionale che raccoglie i partiti che si ispirano ai valori del cristianesimo democratico e del centrismo.

Indice

Storia dell'internazionaleModifica

L'internazionale nasce a Santiago del Cile nel 1961 come Unione Democratica Cristiana Mondiale per creare un legame tra le varie organizzazioni democristiane internazionali alternative all'Internazionale socialista, a quella Liberale e a quella Comunista. Ha cambiato più volta denominazione (Internazionale Democratica Cristiana[1], Internazionale Democratica Cristiana e dei Partiti Popolari) fino ad assumere, dal 1999, la sua attuale denominazione[2]. Il cambio di denominazione prese atto dei mutamenti intervenuti nella politica internazionale, in particolare la fine dei regimi comunisti nell'Europa dell'Est e la nascita di nuovi Stati indipendenti in molte parti del mondo, in molti dei quali la religione prevalente non era quella cristiana. L'organizzazione, pertanto, si allargò sia a partiti centristi che moderato-conservatori non democristiani.

Alcuni partiti aderenti all'IDC fanno parte anche dell'Unione Democratica Internazionale (internazionale dei partiti conservatori), che ha posizioni più liberal-conservatrici.

Conta poco più di 100 membri, provenienti soprattutto dall'Europa e dall'America meridionale. L'ala europea dell'IDC è il Partito Popolare Europeo, il principale partito politico europeo. Il corrispettivo latino-americano è l'Organizzazione Cristiano Democratica d'America.

L'attuale presidente è il colombiano Andrés Pastrana Arango. Ricopre la carica dal 15 luglio 2015, quando succedette all'italiano Pier Ferdinando Casini.[3]

L'attuale Segretario Esecutivo è Antonio López-Istúriz White.

PresidentiModifica

Segretari EsecutiviModifica

Partiti membriModifica

Paese Partito Abbr. Governo
  Albania Partito Democratico d'Albania PD all'opposizione
  Algeria Raggruppamento Nazionale per la Democrazia RND partito minore nella coalizione di governo
  Andorra Centro Democratico d'Andorra CDA all'opposizione
  Angola Unione Nazionale per l'Indipendenza Totale dell'Angola UNITA all'opposizione
  Argentina Partito Democratico Cristiano PDC all'opposizione
  Armenia Governo della Legge OEK partito minore nella coalizione di governo
  Armenia Partito Repubblicano d'Armenia HHK partito non presente in Parlamento
  Aruba Partito Popolare Arubiano AVP/PPA all'opposizione
  Belgio Cristiano-Democratici e Fiamminghi CD&V partito minore nella coalizione di governo
  Bolivia Partito Democratico Cristiano PDCB all'opposizione
  Brasile Democratici DEM all'opposizione
  Bulgaria Unione delle Forze Democratiche SDS all'opposizione
  Bulgaria Cittadini per lo Sviluppo Europeo della Bulgaria GERB al governo
  Burkina Faso Unione per la Repubblica UR all'opposizione
  Cambogia Funcinpec all'opposizione
  Cambogia Partito Popolare Cambogiano PPC al governo
  Capo Verde Movimento per la Democrazia MPD all'opposizione
  Cile Partito Democratico Cristiano del Cile DC al governo
  Cile Rinnovamento Nazionale RN all'opposizione
  Colombia Partito Conservatore Colombiano PCC partito minore nella coalizione di governo
  RD del Congo Movimento per la Liberazione del Congo MLC all'opposizione
  Costa d'Avorio Raggruppamento dei Repubblicani[9] RDR al governo
  Croazia Unione Democratica Croata HDZ all'opposizione
  Cuba Movimento Cristiano di Liberazione MCL in esilio
  Cuba Partito Democratico Cristiano Cubano PDCC in esilio
  Curaçao Partito Popolare Nazionale NVP/PNP all'opposizione
  Cipro Raggruppamento Democratico DISY all'opposizione
  Rep. Ceca Unione Democratica e Cristiana Slovacca – Partito KDU-CSL all'opposizione
  Danimarca Democratici Cristiani K all'opposizione
  Rep. Dominicana Partito Riformista Cristiano Sociale PRSC all'opposizione
  Ecuador Unione Democratica Cristiana UDC all'opposizione
  Ecuador Creando Opportunità CREO all'opposizione
  El Salvador Partito Democratico Cristiano PDC all'opposizione
  Francia Unione per un Movimento Popolare UMP all'opposizione
  Filippine Laban ng Demokratikong Pilipino LDP partito minore nella coalizione di governo
  Filippine Lakas-Kabalikat ng Malayang Pilipino-Christian Muslim Democrats LKS-KAM all'opposizione
  Germania Unione Cristiano-Democratica di Germania CDU leader della coalizione di governo
  Grecia Nuova Democrazia ND all'opposizione
  Guinea Equatoriale Azione Popolare della Guinea Equatoriale APGE all'opposizione
  Guinea-Bissau Partito del Rinnovamento Sociale PRS all'opposizione
  Gabon Partito Democratico Gabonese PDG al governo
  Georgia Movimento per la Libertà – Georgia Europea ES all'opposizione
  Honduras Partito Democratico Cristiano dell'Honduras DC partito minore nella coalizione di governo
  Indonesia Partito del Risveglio Nazionale PKB al governo
  Irlanda Fine Gael FG leader della coalizione di governo
  Italia Centristi per l'Europa CpE all'opposizione
  Italia Unione di centro UDC all'opposizione
  Kenya Movimento Democratico Wiper WDM all'opposizione
  Libano Unione Cristiano-Democratica del Libano partito minore nella coalizione di governo
  Libano Falangi libanesi Phalange all'opposizione
  Madagascar Malagay Miara-Miainga MMM all'opposizione
  Mali Unione per la Repubblica e la Democrazia URD all'opposizione
  Malawi Partito del Congresso del Malawi MCP al governo
  Malta Partito Nazionalista PN all'opposizione
  Mauritius Partito Mauriziano Social Democratico PMSD all'opposizione
  Mauritania Unione per la Democrazia e il Progresso UDP all'opposizione
  Mauritania Unione per la Repubblica UR all'opposizione
  Messico Partito Azione Nazionale PAN all'opposizione
  Marocco Istiqlal all'opposizione
  Mozambico Movimento Democratico MDM all'opposizione
  Paesi Bassi Appello Cristiano Democratico CDA all'opposizione
  Norvegia Partito Popolare Cristiano KRF all'opposizione
  Panama Partito Popolare PP all'opposizione
  Paraguay Partito Democratico Cristiano PDC all'opposizione
  Perù Partito Populare Cristiano PPC all'opposizione
  Portogallo Partito Social Democratico PSD leader della coalizione di governo
  Romania Unione Cristiano-Democratica Ungherese di Romania RMKDM
  Romania Partito Nazionale Liberale PNL all'opposizione
  Romania Unione Democratica degli Ungheresi di Romania RMDSZ all'opposizione
  Russia Russia Unita RU al governo
  San Marino Partito Democratico Cristiano Sammarinese PDCS maggioranza al Parlamento
  Slovacchia Unione Democratica e Cristiana Slovacca – Partito Democratico SDKU-DS all'opposizione
  Slovenia Nuova Slovenia NSi all'opposizione
  Slovenia Partito Democratico Sloveno SDS al governo
  Spagna Partito Popolare PP all'opposizione
  Svezia Democratici Cristiani KD partito minore nella coalizione di governo
  Ucraina Unione Cristiano-Democratica KDS all'opposizione
  Ungheria Fidesz - Unione Civica Ungherese FIDEZ al governo
  Ungheria Partito Popolare Cristiano Democratico KNDP al governo
  Uruguay Partito Nazionale PN all'opposizione
  Venezuela COPEI all'opposizione

Partiti osservatoriModifica

NoteModifica

  1. ^ http://library.fes.de/pdf-files/iez/global/50196.pdf
  2. ^ (ES) Historia, su idc-cdi. URL consultato il 15 luglio 2019.
  3. ^ La conferma di Aznar alla presidenza dell'internazionale democristiana, su democraticicristiani.it. URL consultato il 22 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 14 giugno 2007).
  4. ^ Christlich-Demokratische Internationale (CDI), su kas.de. URL consultato il 22 maggio 2012.
  5. ^ Internazionale Dc Casini eletto al vertice Sostituisce Aznar, su archiviostorico.corriere.it. URL consultato il 22 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 2 giugno 2015).
  6. ^ Emilio Colombo presidente dell'Internazionale Democristiana, su archiviostorico.corriere.it. URL consultato il 22 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 2 giugno 2015).
  7. ^ Patriciello all'Internazionale democristiana, su primapaginamolise.it. URL consultato il 26 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  8. ^ Casini riconfermato alla guida dell'IDC, su leggo.it. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  9. ^ Parties Archiviato il 27 marzo 2012 in Internet Archive., Centrist Democrat International, idc-cdi.com, retrieved 10 March 2012.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN187309566 · LCCN (ENno2011161737 · GND (DE4560408-3
  Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica