Apri il menu principale

Isabella d'Aragona (1380-1424)

Corona d'Aragona
Casa d'Aragona (Barcellona)
Arms of Aragonese Monarchs (13th-15 centuries).svg

Alfonso II (1164 - 1196)
Pietro II (1196 - 1213)
Figli
Giacomo I (1213 - 1276)
Pietro III (I di Valencia) (1276 - 1285)
Alfonso III (I di Valencia)
Giacomo II (I di Sicilia)
Alfonso IV (II di Valencia)
Pietro IV (II di Valencia)
Figli
Giovanni I
Martino I (II di Sicilia)
Figli

Isabella Perez, o di Aragona, Isabel in spagnolo, in asturiano, in aragonese, in portoghese e in galiziano e anche in inglese, Elisabet in catalano e in basco e Isabelle in francese (Barcellona, 1380Alcolea de Cinca, 1424), principessa della Casa d'Aragona, fu contessa consorte di Urgell dal 1408 al 1413.

OrigineModifica

Figlia ultimogenita del re di Aragona, di Valencia, di Maiorca, di Sardegna e di Corsica, Conte di Barcellona e delle altre contee catalane, Pietro IV il Cerimonioso e della sua quarta moglie, Sibilla di Fortià, figlia del barone Bernardo di Fortià e di Francesca di Vilamari, figlia di Bernardo di Villamari e di Francesca di Palau.[1][2][3]

BiografiaModifica

La famiglia di provenienza della madre di Isabella, Sibilla era di piccola nobiltà della contea di Empuries.[1]

Il 29 luglio 1407, Isabella sposò l'erede della contea di Urgell, Giacomo (1380-1433), figlio terzogenito (maschio primogenito) del conte di Urgel, visconte di Àger, barone di Entenza e Antillón, Pietro II,[4] e di Margherita del Monferrato figlia di Giovanni II Paleologo, Marchese del Monferrato, e della sua seconda moglie, Elisabetta di Maiorca (1364-1420), regina titolare di Maiorca, contessa titolare di Rossiglione e di Cerdagna.[1]

Il marito, Giacomo, alla morte del padre, nel 1408, ereditò il titolo di conte di Urgell (Giacomo II) e di visconte di Àger, mentre il fratello, Giovanni, l'altro figlio maschio ancora in vita, diveniva barone di Entenza e Antillón.[1]

Nel 1409, il re della corona d'Aragona, Martino I di Aragona lo nominò Governatore generale del regno[1] e l'anno dopo, alla morte di Martino I, fu uno dei cinque pretendenti per succedergli sul trono d'aragona.[1]

 Lo stesso argomento in dettaglio: Compromesso di Caspe.

Il marito, Giacomo II non riconobbe la decisione di Caspe[1] e diede inizio ad una guerra civile, durante la quale, sopportato da Antonio de Luna, nel giugno del 1413, attaccò Huesca e Lérida,[1] ma poi fu sconfitto da Ferdinando che lo assediò a Balaguer.[1]

Il 31 ottobre 1413, Giacomo si arrese, a Balaguer.

Ferdinando gli fece grazia della vita, ma lo imprigionò,[1] lo confinò in un castello, dove, mantenendo la sua servitù e conducendo una vita normale, passò il resto della vita.[1][5]

Isabella si ritirò a vivere a Alcolea de Cinca, nel regno di Aragona, dove morì il 28 gennaio 1424.[1]

DiscendenzaModifica

Isabella a Giacomo diede cinque figli:[1][2][3]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m (EN) Reali di Aragona
  2. ^ a b (EN) Casa di Barcellona- genealogy
  3. ^ a b (DE) Pietro IV di Aragona genealogie mittelalter Archiviato il 29 settembre 2007 in Internet Archive.
  4. ^ Pietro II era il figlio primogenito del conte di Urgel, visconte di Àger, barone di Entenza e Antillón, Giacomo I (figlio maschio terzogenito del re d'Aragona, di Valencia e di Sardegna, conte di Barcellona, di Urgell, di Empúries e delle altre contee catalane, Alfonso il Benigno, e della sua prima moglie, la contessa di Urgell, Teresa di Entenza (ca. 1300 - morta a Saragozza 1327), figlia di Gombaldo, barone di Entença e signore di Alcolea) e di Cecilia di Comminges (figlia del conte di Comminges e visconte di Turenna, Bernardo VII (morto dopo il 1336) e della sua terza moglie, Mathe de l'Isle-Jourdain (morta nel 1352), figlia di Bernardo Giordano III (morto nel 1340 circa), signore de l'Isle-Jourdain).
  5. ^ Infatti Giacomo II morì nel castello di Jàtiva, nel regno di Valencia.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica