Apri il menu principale

Lingue germaniche occidentali

gruppo di lingue germaniche
Lingue germaniche occidentali
Parlato inOriginariamente nella zona compresa tra il Reno, le Alpi, l'Elba ed il Mare del Nord; oggigiorno diffuse in tutto il mondo
Locutori
Classifica2
Altre informazioni
Scritturalatina
Tassonomia
FilogenesiLingue indoeuropee
 Lingue germaniche
  Lingue germaniche occidentali
Codici di classificazione
ISO 639-5gmw
Glottologwest2793 (EN)

Le lingue germaniche occidentali sono una delle tre branche, insieme alle lingue germaniche orientali ed alle lingue germaniche settentrionali, nelle quali sono suddivise le lingue germaniche.

Tra le tre branche, quella del gruppo occidentale è la più ampia e comprende lingue quali l'inglese, il tedesco, l'olandese, il frisone, l'afrikaans e lo yiddish.

L'esatta origine e differenziazione delle lingue germaniche occidentali e delle altre due branche rimane di difficile determinazione, ma è possibile affermare che tra le varie lingue germaniche, da quanto evidenziabile dalle diverse iscrizioni runiche ed almeno fino alle invasioni barbariche del V e VI secolo, un certo grado di mutua intelligibilità.

Il gruppo occidentale delle lingue germaniche sembra affermarsi come varietà della lingua proto-germanica durante la cultura di Jastorf per differenziarsi completamente dalle altre lingue germaniche a seguito delle invasioni barbariche.

Le lingue germaniche occidentali si differenziano dalle altre per innovazioni sia a carattere fonologici che morfologico come:

Le lingue germaniche occidentali hanno in comune con quelle settentrionali:

  • la ritrazione di Proto-germanico ǣ ad ā[1]
  • la metafonesi "germanica"
  • il rotacismo di z ad r
  • lo sviluppo del pronome dimostrativo del tipo inglese this

Indice

ClassificazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ Ma vedi Fausto Cercignani, Indo-European ē in Germanic, in «Zeitschrift für vergleichende Sprachforschung», 86/1, 1972, pp. 104-110.

BibliografiaModifica

  • Rolf H. Jr. Bremmer, An Introduction to Old Frisian, Amsterdam / Philadelphia: Benjamins, 2009.
  • A. Campbell, Old English Grammar, London, Oxford University Press, 1959.
  • F. Cercignani, The Development of */k/ and */sk/ in Old English, in «Journal of English and Germanic Philology», 82/3, 1983, pp. 313-323.
  • Wolfram Euler, "Vom Westgermanischen zum Althochdeutschen", in «Klagenfurter Beiträge zur Sprachwissenschaft», Vol. 28/29, 2002, 69–90.
  • Hans Frede Nielsen, Ingwäonisch, In Heinrich Beck et al. (eds.), «Reallexikon der Germanischen Altertumskunde», Band 15, 432–439, Berlin: De Gruyter, 2000.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4447499-4 · BNF (FRcb11938810x (data)
  Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Linguistica