Apri il menu principale

Luisa De Santis

attrice e cantante italiana

BiografiaModifica

Carriera musicaleModifica

Nella prima metà degli anni sessanta, Luisa De Santis, alla voce e alla chitarra, dà vita al duo "Luisa e Gabriella", assieme a Gabriella Ferri, con l'intento di riscoprire il "folk romano" .

Iniziano così i primi spettacoli, basati sul repertorio tradizionale della canzone romanesca e su canti da osteria. Una sera, all'Intra's Club di Milano, ospitate da Camilla Cederna), sono notate da Walter Guertler, che le mette sotto contratto. Il loro primo 45 giri, una rielaborazione del brano popolare La società dei magnaccioni di cui firmano parole e musica, è pubblicato con la Jolly.

Luisa De Santis, in un'intervista televisiva, ha affermato di averla ascoltata in un'incisione suonata da un banco ambulante di dischi mentre con Gabriella Ferri passeggiavano nel popolare mercatino romano di via Sannio. I toni umoristici e scanzonati del testo, cantato dalla voce di Armandino Bosco, un ragazzino dell'età di circa quindici anni che diventerà uno dei più noti cantanti folk romani, divertirono le due artiste così tanto da convincerle a reinterpretare la canzone.[2][3][4]

Sempre nel 1964, il duo ha la prima esperienza in televisione, nella trasmissione La fiera dei sogni presentata da Mike Bongiorno. Cantano La società dei magnaccioni che, nei giorni seguenti all'apparizione, ha un eccezionale successo di vendite[5], diventando molto popolare soprattutto tra i giovani[6].

Nel 1965 il duo appare nelle sale cinematografiche italiane ed estere con un filmato musicale, all'interno del film 008 Operazione ritmo del regista e produttore Tullio Piacentini.

Dopo lo scioglimento del duo, Luisa De Santis prosegue solo saltuariamente in campo musicale. Da segnalare la sua partecipazione alla versione italiana del musical Hair. In seguito, si dedica soprattutto alla carriera di attrice, prendendo parte a numerose pellicole e a serie televisive ambientate prevalentemente a Roma.

Carriera cinematografica, teatrale e televisivaModifica

De Santis esordisce sul set con una parte nel film musicale Io non protesto, io amo (1967), con protagonista Caterina Caselli. Due anni dopo appare in Alla ricerca di Gregory, con Julie Christie.[7]

Nel 1971 è diretta dal padre Giuseppe De Santis in Un apprezzato professionista di sicuro avvenire e, tre anni dopo da Paolo e Vittorio Taviani, in Allonsanfàn, insieme a Marcello Mastroianni. Recita anche con Monica Vitti in Mimì Bluette... fiore del mio giardino (1977).[7]

De Santis esordisce nella commedia musicale con Gigi Proietti e Daria Nicolodi, nello spettacolo teatrale di Luigi Magni La commedia di Gaetanaccio, un personaggio del folklore romano. Appare in televisione nella fiction Storia d'amore e d'amicizia (1982) e nella miniserie Quei 36 gradini (1984). Torna sul set cinematografico in La messa è finita (1985) di Nanni Moretti.[7]

A partire dalla fine degli anni ottanta, De Santis appare soprattutto in televisione, in: Secondo Ponzio Pilato (1988), di Luigi Magni; nella miniserie Sì, ti voglio bene (1994); in L'avvocato Porta (1997), Il commissario Raimondi (1998), Le ragazze di Piazza di Spagna (1998), Valeria medico legale (2001), Tutti i sogni del mondo (2003) e Matilde (2005).[7]

In campo cinematografico, lavora per la regia di Carlo Mazzacurati, in Il prete bello (1989) e Un'altra vita (1992). Successivamente, tra gli altri registi, lavora ancora con Moretti in Il caimano (2006); con Peter Del Monte in Nelle tue mani (2007) e con Gary Winick in Letters to Juliet (2010).[7]

Discografia[8]Modifica

Duo "Luisa e Gabriella"Modifica

45 gg.

  • 1964, La società dei magnaccioni (Ferri-De Santis)/Alla renella (Ferri-De Santis), Joker, J 20239x45
  • 1964, Sciuri sciuri (Ferri-De Santis)/Vitti 'na crozza (Ferri-De Santis), Joker, J 20256x45
  • 1964, La povera Cecilia (Ferri-De Santis)/È tutta robba mia (G. De Chiara-E. Morricone), Joker, J 20279x45
  • 1965, Maremma (Ferri-De Santis)/Stornelli di Porta Romana (Ferri-De Santis), Jolly, J 20324x45
  • 1968, Sinnò me moro/Barcarolo romano, Signal, S 614x45

EP

33 gg.

  • 1969, Roma mia bella, Joker, SM 3040 (accreditata in copertina solo Gabriella Ferri)
  • 1969, Roma canta, Joker, SM 3041 (accreditata in copertina solo Gabriella Ferri)
  • 1969, A Roma nostra, Joker, SM 3320 (accreditata in copertina solo Gabriella Ferri)
  • 1972, Aritornelli romaneschi, Joker, SM 3298 (accreditata in copertina solo Gabriella Ferri)
  • 1977, Gabriella Ferri e Luisa vol. 1°, Up, LPUP 5100,
  • 1978, Gabriella Ferri e Luisa vol. 2°, Up, LPUP 5168

SolistaModifica

33 gg (Compilation)

Teatrografia parzialeModifica

Filmografia parzialeModifica

NoteModifica

  1. ^ Elenco Artisti Settore Audiovisivo Rappresentati da Nuovo IMAIE (al 31/01/2014) (PDF), su areasoci.nuovoimaie.it, IMAIE. URL consultato il 20 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2015).
  2. ^ Ritratti - Gabriella Ferri. "Dove sei Zazà", a cura di Giancarlo Governi, Rai 3
  3. ^ Se n'è andata Gabriella Ferri. Ce la racconta Luisa De Santis che con lei creò il primo duo femminile «Suonavamo perché eravamo amiche. Una vita esemplare al contrario» Archiviato l'8 agosto 2016 in Internet Archive. di Adele Cambria su unita.it
  4. ^ TV Ritratto di Gabriella Ferri a La storia siamo noi su Raidue su adnkronos.com
  5. ^ Addio a Gabriella Ferri, vinta dalla depressione sul Corriere della Sera del 4/4/2004
  6. ^ AA.VV. Dizionario della Canzone Italiana, Armando Cucio Editore, 1990
  7. ^ a b c d e su Mymovies.it Mymovies
  8. ^ Discogs

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica