Paul Egli

ciclista su strada e ciclocrossista svizzero
Paul Egli
Tour de France de 1936 - 26.jpg
Nazionalità Svizzera Svizzera
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada, ciclocross
Termine carriera 1947
Carriera
Squadre di club
1933-1934Individuale
1934-1935Oscar Egg
1936Individuale
1936-1937Collin-Wolber
1937Oscar Egg
1938Individuale
1939Alcyon-Dunlop
1940-1946Individuale
1947Follis
Nazionale
1932-1938Svizzera Svizzera
Palmarès
Argento Roma 1932 In linea Dil.
Oro Montlhèry 1933 In linea Dil.
Bronzo Copenaghen 1937 In linea
Argento Valkemburg 1938 In linea
 

Paul Egli (Dürnten, 18 agosto 1911Dürnten, 23 gennaio 1997) è stato un ciclista su strada e ciclocrossista svizzero. Professionista dal 1934 al 1947, vinse i Campionati del mondo da dilettante nel 1933, dopo che fu secondo nel 1932, mentre da professionista fu terzo nel 1937 e secondo nel 1938.

Fra i suoi successi figurano anche tre edizioni del Campionato di Zurigo e due Campionati svizzeri, inoltre nel Tour de France 1936 vinse la prima tappa indossando per un giorno la maglia gialla; sue anche quattro tappe al Tour de Suisse.

PalmarèsModifica

StradaModifica

Gran Premio di Ginevra
Campionati del mondo, Prova in linea Dilettanti
Campionato di Zurigo
3ª tappa Tour de Suisse
1ª tappa Circuit du Midi
Campionati svizzeri, Prova in linea
Campionato di Zurigo
1ª tappa Vuelta al País Vasco
Campionati svizzeri, Prova in linea
1ª tappa Tour de France
4ª tappa, 1ª semitappa Tour de Suisse
4ª tappa, 2ª semitappa Tour de Suisse
3ª tappa Tour de Suisse
Campionati svizzeri, Prova in linea militari
Tour du Nord-Ouest
Campionato di Zurigo

Altri successiModifica

Criterium di Lucerna

CiclocrossModifica

Campionati svizzeri

PiazzamentiModifica

Grandi GiriModifica

1936: ritirato
1937: 29º
1938: 31º

Classiche monumentoModifica

Competizioni mondialiModifica

Roma 1932 - In linea Dilettanti: 2º
Montlhèry 1933 - In linea Dilettanti: vincitore
Lipsia 1934 - In linea: 6º
Floreffe 1935 - In linea: ritirato
Berna 1936 - In linea: 4º
Copenaghen 1937 - In linea: 3º
Valkemburg 1938 - In linea: 2º

Collegamenti esterniModifica